Sherlock Holmes The Awakened: tutto quello che sappiamo sul remake di Frogwares

Sherlock Holmes The Awakened arriverà tra pochi mesi e ora abbiamo modo di scoprire molteplici informazioni sul remake di Frogwares: ecco il nostro speciale.

SPECIALE di Nicola Armondi   —   10/08/2022
11

Il mercato videoludico è stato colpito duramente in questi ultimi anni da eventi non direttamente legati a esso, come la pandemia e la guerra iniziata dalla Russia. A soffrire di più sono ovviamente i team ucraini, come Frogwares, autore di The Sinking City e di vari capitoli di Sherlock Holmes.

Come racconta il team stesso, una parte degli sviluppatori è impegnata con l'esercito o le compagnie umanitarie, ma non tutti possono dare il supporto in questo modo. Cosa possono fare? Continuare a creare e mantenere viva la cultura e l'economia del loro paese di origine. Frogwares è quindi al lavoro su un nuovo gioco, atteso per febbraio 2023: Sherlock Holmes The Awakened.

La compagnia, per dare un'ultima spinta allo sviluppo, ha aperto una pagina Kickstarter e ha chiesto agli appassionati di aiutare il team, supportando il gioco e sbloccando anche alcune ricompense uniche molto interessanti, oltre che dare la possibilità di aggiungere nuovi contenuti che altrimenti il team non potrebbe economicamente permettersi.

Ora, possiamo vedere esattamente che tipo di progetto è in sviluppo presso Frogwares e cosa possiamo aspettarci da Sherlock Holmes The Awakened, previsto per PC, PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One, Xbox Series X|S e Nintendo Switch.

Sinking Holmes

Sherlock e Watson in Sherlock Holmes The Awakened
Sherlock e Watson in Sherlock Holmes The Awakened

Sherlock Holmes The Awakened non è un progetto completamente nuovo. Si tratta infatti di un remake dell'avventura omonima pubblicata per la prima volta nel 2006, apprezzata da critica e pubblico. In tale versione, giocavamo nei panni di uno Sherlock maturo, che deve affrontare una nuova indagine a metà tra il classico giallo di Conan Doyle e un racconto di H.P. Lovecraft.

Questo nuovo remake però cambierà vari dettagli del gioco originale e non parliamo solo della grafica. Ovviamente quest'ultima sarà completamente ricreata, ma The Awakened sarà riposizionato all'interno della nuova linea narrativa nata con il più recente capitolo di Sherlock Holmes Chapter One.

Per chi non avesse ancora avuto modo di giocare a Sherlock Holmes Chapter One, spieghiamo che in tale capitolo abbiamo modo di conoscere una versione giovane di Sherlock, quando ancora non era un grande detective noto in tutta l'Inghilterra (e oltre). Si è trattato di un capitolo delle origini, a partire dal quale sarà creato The Awakened.

Il nuovo gioco è ambientato alcuni anni dopo Chapter One: Sherlock e Watson sono semplici coinquilini al 221B di Baker Street e The Awakened sarà il loro primo caso assieme. L'avventura servirà per creare il loro legame ed è quindi stata riscritta, rispetto alla versione del 2006, per inserirla in questa nuova narrativa. I punti chiave del mistero alla base del gioco rimarranno invariati, ma per il resto possiamo aspettarci tante novità e un tipo di esperienza differente.

In giro per il mondo

Una delle ambientazioni di Sherlock Holmes The Awakened
Una delle ambientazioni di Sherlock Holmes The Awakened

Frogwares spiega che possiamo aspettarci otto casi principali da risolvere all'interno di diverse ambientazioni, con l'aggiunta anche di nuove missioni secondarie non presenti nel gioco originale.

L'avventura verterà attorno a una setta, gestita da un'élite di Londra, che venera antichi dei cosmici, tipici della narrativa di H.P. Lovecraft, ed è ossessionata da una remota profezia. Ogni caso ci vedrà analizzare una scena del crimine, come è tipico per il genere, e poi darci la possibilità di esplorare una serie di mappe "semi-open world", che includeranno anche attività e missioni secondarie.

Precisamente potremo muoverci per la Londra vittoriana, un reparto psichiatrico svizzero, New Orleans, la Scozia e il bayou della Louisiana. Ogni ambiente sarà ovviamente condizionato dallo stile oscuro che ci si aspetterebbe da un'opera di Lovecraft.

Sherlock Holmes The Awakened non riproporrà quindi il vero unico open world di The Sinking City e di Chapter One; la motivazione, come indicato dagli sviluppatori, è l'impossibilità di lavorare a un solo grande mondo nelle attuali condizioni dell'Ucraina. Possiamo però affermare che la mancanza dell'open world non è un vero problema, visto che in ogni caso si trattava della componente più debole e secondaria delle avventure precedenti.

Lente di ingrandimento

Sherlock in Sherlock Holmes The Awakened
Sherlock in Sherlock Holmes The Awakened

Approfondendo un po' di più l'analisi, Frogwares conferma anche una serie di meccaniche di gioco che faranno ritorno all'interno di The Awakened. Potremo ricreare eventi chiave del gioco tramite la nostra immaginazione, interrogare i sospetti e porre loro le giuste domande, usare una modalità di concentrazione per scovare dettagli e sfruttare archivi per trovare indizi a partire da quanto scoperto. Ritornerà anche il Palazzo Mentale, con una nuova grafica adatta all'ambientazione, all'interno del quale è possibile collegare gli indizi per arrivare a conclusioni.

Tutto ciò è ben noto e non rappresenta una novità per gli appassionati delle avventure investigative di Frogwares. The Awakened proporrà però anche una nuova meccanica di gioco: gli enigmi della follia, che rappresentano la lenta discesa nella pazzia del nostro detective man mano che si avvicina agli esseri ancestrali.

Questi puzzle sono basati su due elementi fondamentali: la totale mancanza di speranza e la paura per l'ignoto, oltre che su una serie di ambientazioni extraterrestri. Questi enigmi richiederanno un po' di sperimentazione e la capacità di pensare fuori dagli schermi convenzionali: non è chiaro cosa intenda il team con queste parole, ma potrebbe rivelarsi una gradita sorpresa in grado di donare a The Awakened un'identità propria.

Il nuovo palazzo mentale di Sherlock Holmes The Awakened
Il nuovo palazzo mentale di Sherlock Holmes The Awakened

Frogwares rimane inoltre fedele alla propria visione: il gioco permetterà di affrontare le sfide minimizzando gli aiuti. Non ci verrà mai detto cosa fare passo passo, ma dovremo capire la prossima mossa in modo indipendente: l'obiettivo è farci sentire come veri detective.

Infine, grazie al supporto di Kickstarter, Frogwares ha confermato che sarà aggiunta nel gioco una funzione di "metagioco". Parliamo di un sistema che regala punti al completamento di missioni e attività: questi punti possono essere usati per acquistare in-game costumi alternativi, bozzetti e oggetti iconici di Sherlock da collezionare.

Nel caso nel quale si raggiungano i 160.000 euro (mancano circa 11.000 euro con 25 giorni alla fine, quindi è possibile), Frogwares aggiungerà in Sherlock Holmes The Awakened anche alcune sezioni nelle quali controlleremo il Dottor Watson. I successivi obiettivi della campagna sono per ora ignoti.

Sherlock Holmes The Awakened è un progetto molto interessante. Pur vero che nasce prima di tutto come risposta a un momento di crisi, l'idea di riportare in campo un vecchio gioco amato della saga in un completo remake che lo inserisce nella nuova linea narrativa di Chapter One è intrigante. La mancanza di un vero e proprio open world potrebbe inoltre essere un bene, in quanto The Awakened potrebbe essere un gioco più intenso e che evita di perdere troppo tempo con elementi secondari che si legano poco con il genere investigativo. La speranza è che vecchio e nuovo si fondano bene. Per scoprirlo dovremo attendere nuove presentazioni o, meglio ancora, una demo.

CERTEZZE

  • Un vero remake, non solo grafico
  • Niente open world
DUBBI
  • Vecchio e nuovo saranno fusi nel modo corretto?
  • Dobbiamo vedere ancora del gameplay