Super Mario Maker 2, finalmente provato il nuovo editor Nintendo 49

Abbiamo trascorso un'oretta in compagnia di Super Mario Maker 2. Sta arrivando l'editor Nintendo definitivo?

PROVATO di Marco Perri —   28/05/2019

Indice

Super Mario Maker 2 è la dimostrazione pratica di come Nintendo ascolti il feedback dell'utenza. Nato come tool di sviluppo interno, fu Tezuka a perfezionare la struttura del primo capitolo, distribuendo poi un editor completo che ammiccasse a Mario Paint ma senza, per l'appunto, la parte artistica. Kyoto diede quindi sfogo a un desiderio eterno, quello di fornire ai propri acquirenti e fan un mezzo per rispondere, ribattere giocosamente allo strapotere nintendiano di level design. Chi meglio di un'utenza appassionata può sfidare i maestri artigiani sul loro territorio? Un'idea che partì per scherzo e riuscì a concretizzarsi su WiiU con Super Mario Maker, forte di un fresco alone di novità ma al contempo chiaramente deficitario di elementi in grado di soddisfare le esigenze dei meno creativi. Servivano novità, aggiunte, pezzi che sarebbero andate a completare quel quadro. Dopo una prima prova siamo convinti che il mercato, per sua stessa fisionomia rispetto all'era WiiU, darà a questo secondo capitolo un quantitativo di soddisfazioni enormemente superiore rispetto al primo, complice la maturazione di un prodotto il quale, console e pad alla mano, incorpora una struttura visibilmente più ragionata e stratificata.

Livelli originali

Partiamo dal dirvi che se la vostra creatività sta all'arte come Mario sta a un Goomba, potete sedervi e sentirvi comodamente a casa poiché chi scrive è nel vostro stesso, triste stato. Per tale motivo c'è stata parecchia gioia nel testare alcuni dei ben 100 livelli preparati da Nintendo allo start, con i quali tornare a spizzicare bocconi di avventure mariesche bidimensionali senza tanti pensieri. Il concetto alla base è semplice: bisogna ricostruire il castello di Peach e servono soldi, come novelli ingegneri edili parte quindi la quest di raccolta dei lavori (che tradotto implica completare i livelli) guadagnando così monete per edificare il nuovo, fiammante castello del Regno dei Funghi pezzo per pezzo. E' un Mario lavoratore quello che comincia un viaggio lontano da ogni pregiudizio: ogni livello ha uno stile, una tematica, un concept differente atto a formare un flusso che mescola le carte in tavola e differenzia il percorso dai precedenti capitoli, più legati a un avanzamento a compartimenti stagni.

Super Mario Maker 2 10

Se si comincia con una corsa in stile NES, nulla vieta che quella successiva sia un passaggio nel deserto a mo' di Super Mario World; potreste poi scegliere una quest ambientata nel quadro di Super Mario 3D World - costume da gatto annesso - per poi concludere la sessione in una foresta con l'inerzia di New Super Mario Bros. La bellezza di sviscerare questo pacchetto iniziale di livelli è figlia della totale casualità del livello successivo, una sensazione esaltante che basta da sola a rendere Super Mario Maker 2 un titolo affascinante, in grado di reggersi sulle proprie gambe, anche senza editor.

Guarda come scrolla!

Sono tantissime le novità provate nella nostra sessione di anteprima. La maggior parte del tempo lo abbiamo trascorso in modalità docked, giocando serenamente con i Joycon, ma naturalmente la prova su strada dell'editor è stata fatta con la sola scocca di Switch tra le mani, le dita sullo schermo a spostare blocchi e power-up. Detto che disegnare livelli in touch è facile e immediato, abbiamo sperimentato un po' di nuove aggiunte: seriamente, stavolta Nintendo EAD ha veramente inserito di tutto. Attenzione particolare è sicuramente andata nell'integrazione delle pendenze (anche nel single player, all'inizio, il team ha voluto sensibilizzare su questo inserimento), il Sole Arrabbiato, ovvero un Sole che segue e attacca Mario, i blocchi On/Off, i blocchi semoventi a serpente, l'altalena che cambia pendenza in base alla posizione. Ci sta tanto altro: abbiamo provato altre grandi novità, come l'inserimento della possibilità di far scorrere, traslare in maniera automatica il livello in ogni direzione e con ogni velocità, oppure i livelli a tema acquatico o con la lava (dove poter decidere l'abbassamento o innalzamento della superficie liquida), o ancora le sotto aree e nuovi temi come deserto, neve, foresta e cielo.

Super Mario Maker 2 4

Insomma, nonostante una prova veloce, è indubbio come chi è in cerca di un editor perfezionato troverà nei tool di Super Mario Maker 2 di tutto e di più per sfogare l'immaginazione. Sono disponibili nuovi power-up, nuovi nemici, è finalmente presente la verticalità nel level design e l'alternanza giorno / notte, elemento che cambia radicalmente l'approccio al livello e alla sua ambientazione specifica. Ci siamo divertiti a mixare un po' di roba, ma la nostra creatura non ne è uscita bene: sicuramente l'incremento di possibilità offerta da questo seguito fornirà però a persone capaci una tale quantità di spunti che solo l'idea di poter vedere cosa ne uscirà fuori, tra un mese, ci esalta enormemente.

Condizioni?

Non è finita quì: la nostra oretta in compagnia del nuovo pargolo di Tezuka si è conclusa con il test della modalità cooperativa e delle condizioni speciali di completamente del livello. La modalità co-op è abbastanza democratica: si potranno creare situazioni realmente cooperative o anche l'esatto opposto, ovvero momenti di pura competizione contro i propri amici. Ad aggiungere del pepe arriva l'inserimento delle condizioni speciali, veri e propri obiettivi da completare per concludere il livello. Nel nostro caso dovevamo inizialmente sfidare un altro giocatore a raccogliere per primi delle monete evitando la lava, ritrovandoci poi a cercare oggetti in una casa stregata. Divertente, ingaggiante, semplice ma efficace: strumenti apparentemente digeriti in innumerevoli avventure di Mario eppure in grado di aprire le porte dell'infinito, grazie alla possibilità senza limite di fondere l'enorme numero di strumenti a disposizione all'inventiva del singolo. Purtroppo sembra che la modalità co-op sia solo nella stessa stanza, per ora niente online; ancora una volta, la possibilità di cercare - e votare - i livelli per tag renderà però semplice trovare le caratteristiche di gioco preferite, siano esse platforming, enigmi o altro. Concludiamo con un'evoluzione della modalità 100 Mario Challenge del primo Mario Maker: Endless Challenge. Per i più bravi Nintendo offre una classifica stile survival, in cui completare un livello casuale dietro l'altro fino al Game Over, ennesimo modo per ingaggiare l'utenza a migliorarsi e a sua volta creare sempre più contenuto.

Indipendentemente dal fatto che a leggere queste righe sia un grande creativo ispirato o un pigro ma smaliziato giocatore di platform a due dimensioni, Super Mario Maker 2 promette di accontentare entrambi. Siamo rimasti abbastanza sconvolti dalle enormi potenzialità di questo editor: detto che il pacchetto di livelli preinstallati è già sufficiente a farci esaltare e l'editor è strapieno di novità, in realtà è l'elemento community che la farà da padrone. Grazie alle migliorie e alla semplificazione dell'elemento di ricerca online, la possibilità di cercare il tag che più ci piace e da lì scaricarci tonnellate di livelli premiati dagli utenti siamo sicuri offrirà divertimento illimitato. Esattamente come per il primo episodio ma più ricco e - visto il gap Switch / WiiU - più in grado di attecchire sul mercato e di conseguenza far esplodere la vena di level design dell'utenza, Super Mario Maker 2 potrebbe essere una delle hit dell'anno.

CERTEZZE

  • Editor potenziato e arricchito
  • 100 livelli pronti alla partenza
  • Miglioramento della ricerca online

DUBBI

  • Per ora niente co-op online