Travis Strikes Again: No More Heroes, intervista a Suda51 11

Travis Strikes Again: No More Heroes per Nintendo Switch sta per uscire e per l'occasione abbiamo intervistato Suda51, il capo di Grasshopper Manufacture.

INTERVISTA di Simone Tagliaferri   —   26/12/2018

Travis Strikes Again: No More Heroes per Nintendo Switch sta per uscire, così abbiamo deciso di intervistare Gōichi Suda, meglio conosciuto come Suda51, director del gioco, capo di Grasshopper Manufacture, nonché una delle figure di maggior spicco dell'industria dei videogiochi nipponica, che vanta un vasto portfolio di titoli realizzati a partire dai primi anni novanta, tra i quali gli indimenticabili Killer 7 (recentemente ripubblicato su Steam), No More Heroes e The Silver Case (di cui è stato appena ripubblicato il remake). Leggiamo cosa ha da dirci sul suo nuovo titolo, da cosa è nato e se continuerà a lavorare su Nintendo Switch.

Prima domanda: perché Travis tornerà a colpire? Perché hai deciso di creare un nuovo No More Heroes per Nintendo Switch?
Quando Nintendo ci mostrò NX, prima che fosse ribattezzata Nintendo Switch. Vidi i Joy-Con e tutti gli altri gadget pertinenti al sistema e ne fui affascinato. Il mio istinto mi disse "Bene, è arrivato il momento di far tornare Travis e questa è la piattaforma giusta per farlo".

Quali sono le meccaniche fondamentali di Travis Strikes Again: No More Heroes? Cosa lo distingue dagli altri giochi d'azione?
Ovviamente il sistema base è incentrato su delle meccaniche hack & slash, ma adesso Travis tiene una mazza letale nella mano sinistra che gli consente di utilizzare ventiquattro abilità uniche che ampliano notevolmente il suo arsenale, abilità che possono essere combinate e usate in modo strategico per variare il gameplay.

In quali modi Travis Strikes Again: No More Heroes si avvantaggia delle caratteristiche peculiari di Switch?
La caratteristica che più distingue Nintendo Switch sono sicuramente i Joy-Con, che permettono di giocare in multiplayer locale. Quest'idea fa parte del progetto dalle sue fasi iniziali ed è sempre stata fondamentale per ottenere quello che volevamo dal gioco.

Quanto c'è della serie No More Heroes originale in Travis Strikes Again: No More Heroes?
Nonostante lo stile sia molto diverso, ci sono degli elementi familiari come la Beam Katana e l'utilizzo delle toilet per salvare. Riguardo alle regole dell'universo di No More Heroes, ci sono, ma sono usate in modo diverso. Arrivando al sesto mondo di gioco le cose cambieranno parecchio. C'è anche Jeane, la gatta.

Ci saranno boss stravaganti in Travis Strikes Again: No More Heroes come negli altri giochi di Grasshopper?
Ovviamente, vogliamo che vi appassionate a tutte le battaglie contro i boss! I boss rappresentano uno degli elementi di maggior fascino dei giochi d'azione e in Travis Strikes Again ce ne saranno una grande varietà che dovrebbe farvi contenti! La prima volta che ci ho giocato e l'ho finito, sono andato dal team leader e gli ho detto "è abbastanza facile". Così si è messo duramente al lavoro per rendere i combattimenti contro i boss più difficili e interessanti, di modo che lui stesso ne fosse pienamente soddisfatto.

Oggi è più difficile che in passato realizzare un videogioco come Travis Strikes Again: No More Heroes? Quant'è cambiata l'industria da quando hai iniziato a fare giochi?
Come molti di voi sapranno, ho sempre visto quella del director come una professione e, anche se ho fatto moltissimi giochi, non sempre sono stato libero di fare ciò che volevo. Spesso ho dovuto eseguire gli ordini dei publisher e realizzare i prodotti che mi sono stati richiesti - questo è il modo in cui solitamente lavoro. Ogni tanto, per periodi di tempo limitati, ho avuto la libertà di fare ciò che volevo. Si tratta di una specie di ricompensa che si ottiene saltuariamente dopo aver lavorato duramente per anni e sento che tutto ciò che posso fare è continuare a sviluppare giochi per aumentare la quantità di tempo in cui posso essere completamente libero.

Puoi dirci qual è secondo te il gioco dell'anno 2018 e quali giochi in uscita nel 2019 vorresti giocare?
Sfortunatamente quest'anno sono stato così impegnato nello sviluppo che non ho avuto il tempo di giocare a niente. Ho acquistato Red Dead Redemption 2, ma non ho avuto il tempo nemmeno di installarlo! Sono però interessatissimo a ciò che uscirà l'anno prossimo: seguo con interesse Ape Out e spero che arrivi così che possa giocarci. In Travis Strikes Again: No More Heroes c'è anche una t-shirt dedicata ad Ape Out!

In che rapporti sei con Nintendo? Farai altri giochi per Nintendo Switch?
Abbiamo ricevuto un gran supporto da parte di Nintendo, che ovviamente è un'ottima cosa, quindi il mio dovere è di lavorare duramente per fare in modo che Nintendo Switch continui ad avere successo, proseguendo lungo la stessa traiettoria. Mi piacerebbe anche creare delle nuove proprietà intellettuali e lanciare altri titoli su Nintendo Switch, quindi continuerò a lavorarci su.