Anche per Cliff Bleszinski il Wii è come un virus 127

Infestante, ma dura due mesi

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   12/04/2013

A distanza di anni, Cliff Bleszinski approva quanto detto da un suo ex-collega illustre di Epic Games, Mike Capps.

E' una storia lunga e composita: nel 2008, Capps affermò che Wii era come un virus, almeno come sistema di propagazione sul mercato. Secondo l'uomo di Epic - compagnia peraltro ben poco allineata a Nintendo, storicamente - la gente tende a vedere Wii in casa di qualche conoscente, pensare "oh mio dio è così divertente, me lo devo comprare", quindi comprarlo e lasciarlo stare dopo un paio di mesi, ma nel frattempo altri vedono la console, pensano la stessa cosa, la comprano e la lasciano anche loro nel giro di un paio di mesi e così via.

Anni dopo, arriva per vie traverse una risposta da parte di CliffyB a tale affermazione di Capps: "se avessi dovuto lasciare Epic ogni volta che ho detto qualcosa di stupido non sarei riuscito a rimanere lì per 10 anni", ha affermato Bleszinski, secondo quanto riportato da Nintendo Life, e ha aggiunto "P.S. Mike Capps aveva ragione... alla fine Wii era un virus". Il designer di Gears of War peraltro non è propriamente un hater di Nintendo, avendo detto buone cose su Wii U e affermato più volte di essere cresciuto con i giochi Nintendo, ma certamente il paragone farà discutere.

Fonte: Nintendo Life