Titanfall 2 avrebbe dovuto vendere di più, secondo Respawn  34

Vince Zampella di Respawn ha qualche rammarico sulle vendite potenziali di Titanfall 2

NOTIZIA di Giorgio Melani   —  3 mesi fa

La questione delle vendite insoddisfacenti per Titanfall 2 è di lunga data, e commenti sull'argomento ne sono già arrivati nei mesi scorsi.

Tuttavia, il gioco continua ad essere ben supportato e anche parecchio giocato, grazie anche all'introduzione all'interno del Vault dei giochi gratuiti di EA/Origin Access e anche alla recente pubblicazione di una Ultimate Edition contenente le varie aggiunte successive e qualche bonus utile per partire di slancio. Vince Zampella, co-fondatore e CEO di Respawn Entertainment, è tornato di recente sull'argomento, spiegando a Gamespot come il team senta che il gioco avrebbe potuto fare ancora meglio, nonostante i risultati siano comunque considerati "di successo".

"Il gioco ha avuto successo, ha venduto bene, ma non bene come avrebbe potuto", ha affermato Zampella, "forse perché era un periodo sovraffollato, il prezzo era aggressivo ma la finestra di lancio era difficile per il nostro gioco". In effetti, Titanfall 2 è uscito praticamente in contemporanea con Battlefield 1 e Call of Duty: Infinite Warfare, ovvero una sorta di suicidio commerciale per un FPS considerato "outsider" come Titanfall 2.

In ogni caso, Respawn ha intenzione di continuare con Titanfall, oltre a dedicarsi a qualcosa di nuovo: "È importante per noi mantenere vivo il franchise", ha spiegato Zampella, "faremo altri Titanfall, è quello che mi sento di dire. Abbiamo il nostro franchise director che è incaricato di salvaguardare il franchise sui vari formati e assicurarsi che continui a crescere. Ci sono anche altre cose che stiamo facendo e che non abbiamo ancora annunciato, ma siamo sicuramente impegnati nell'universo di Titanfall".