Assassin's Creed Valhalla: "update deludenti" dice Ubisoft, più tempo per i prossimi

Assassin's Creed Valhalla ha ricevuto alcuni update deludenti non proprio soddisfacenti dice la stessa Ubisoft, che ha deciso di prendere più tempo per i prossimi.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   23/04/2021
40

Assassin's Creed Valhalla ha avuto aggiornamenti un po' deludenti, secondo quanto riferito da Ubisoft stessa, motivo per il quale ha deciso di riorganizzare il lavoro di supporto in modo da fornirne di più ampi in futuro, ma con maggiore tempo necessario per la loro messa a punto.

"La nostra community è al centro di tutto quello che facciamo e cerchiamo sempre di fornire ai giocatori grandi esperienze", ha affermato Ubisoft in un aggiornamento sullo stato dei lavori su Assassin's Creed Valhalla. "Detto questo, riconosciamo che alcuni dei nostri aggiornamenti recenti potrebbero non aver rispettato le aspettative e non sono stati all'altezza degli standard che cerchiamo di raggiungere".

Assassin's Creed Valhalla: anche l'espansione L'Ira dei Druidi ha subito un posticipo
Assassin's Creed Valhalla: anche l'espansione L'Ira dei Druidi ha subito un posticipo


Questo porterà a una riorganizzazione del lavoro sul supporto per il gioco da parte di Ubisoft: i title update di Assassin's Creed Valhalla verranno dunque gestiti su una pipeline composta da sei stadi differenti, cosa che richiederà circa 5 settimane per il rilascio di un nuovo update principale, invece delle 4 richieste finora.

Si tratta comunque di elementi differenti da patch e hotfix urgenti che seguono procedure diverse, con priorità più alta e dunque senza una tempistica precisa ma destinati ad uscire appena possibile. La "riforma" riguarda i title update più grossi, il cui lavoro viene pianificato con grande anticipo e che richiederà un po' più di tempo per essere maggiormente sicuri di risolvere più problemi insieme e introdurre maggiori novità.

All'interno di questa riorganizzazione rientrano ovviamente anche le espansioni e il fatto che L'Ira dei Druidi sia stata rimandata ha probabilmente a che fare con questa nuova gestione del lavoro all'interno di Ubisoft.