Astral Chain non è una trilogia, chiarisce Platinum Games 12

Astral Chain non è pensato come una trilogia, l'informazione di ieri è dovuta a un errore di traduzione sulle idee accumulate dal director Takahisa Taura che potrebbero riempire altri due giochi.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   27/06/2019

Il director di Platinum Games, Takahisa Taura, ha smentito il fatto di aver detto che Astral Chain è pensato come una trilogia, spiegando come l'informazione sia derivata da un errore di traduzione.

La notizia emersa ieri riportava che Astral Chain fosse pensato per essere una trilogia, con gli altri due capitoli da sviluppare in base all'eventuale successo o meno riscosso dal capostipite, in arrivo il 30 agosto 2019 su Nintendo Switch. A quanto pare, Taura non ha detto questo, come spiegato successivamente dallo stesso director attraverso Twitter: "L'articolo riferisce che Astral Chain è sviluppato come prima parte di una trilogia ma quello che ho detto in verità è stato solo che nella mia mente ho accumulato molte idee nello sviluppo di Astral Chain, tanto da poterci costruire sopra altri due giochi o più", ma a quanto pare senza alcun riferimento alla progettazione di seguiti per l'action game in questione.

L'errore di traduzione sembra essere emerso da un doppio filtro effettuato sulle dichiarazioni originali, visto che l'intervista, pubblicata dalla divisione olandese di IGN, è stata prima tradotta dal giapponese all'inglese e poi dall'inglese all'olandese. Resta da capire se l'altra informazione emersa ieri, ovvero quella sull'assenza di DLC previsti per Astral Chain, sia vera o frutto di una cattiva interpretazione anche quella.