Bethesda parla ai fan PlayStation che si sono sentiti esclusi dopo l'acquisto da parte di Xbox

Bethesda parla ai fan PlayStation che si sono sentiti esclusi dopo l'acquisizione da parte di Xbox: ecco il messaggio di Pete Hines.

NOTIZIA di Nicola Armondi   —   30/08/2021
289

In una recente diretta streaming che ha visto coinvolti Pete Hines di Bethesda e Aaron Greenberg di Xbox, la compagnia sviluppatrice di The Elder Scrolls, Fallout (e non solo) ha condiviso un messaggio rivolto ai fan PlayStation che si sono sentiti esclusi dopo l'acquisizione di Bethesda da parte di Xbox.

Hines ha affermato, con grande sincerità: "Non ho idea di come dirlo in quanto... non lo so. Non conosco la risposta. Non esiste. Non è che la conosco e non voglio dirvelo. Non lo so." Ha poi continuato affermando: "Ci sono dei brand Xbox che esistono su altre piattaforme, prima di tutto. Penso che sia una cosa importante da far notare. Minecraft non ha smesso di esistere su altre piattaforme dopo che Mojang è stata acquisita da Xbox. Si tratta di un gioco enormemente giocato su tutte quelle piattaforme. Non è un "scusate, non giocherete a nulla di Bethesda mai più". Certamente, ci sono cose che non potrete giocare [su PlayStation]".

Ha poi affermato: "Starfield è stato annunciato come un prodotto esclusivo Xbox. Non so se posso arrivare al punto di dire che non potrete più giocare a nulla su PlayStation. Ma, di nuovo, non conosco la risposta ora come ora".

Bethesda ha dalla propria molti marchi di alto livello
Bethesda ha dalla propria molti marchi di alto livello

Greenberg ha poi aggiunto che i giochi Microsoft first-party arrivano sempre anche su PC e su cloud, oltre che su Xbox, quindi "Non stiamo dicendo che tu debba comprare Xbox per poter giocare tali giochi". Hines ha in particolar modo suggerito di fare attenzione a quello che Microsoft sta facendo con il cloud, affermando che a un certo punto non sarà più questione di quale piattaforma si possiede.

In sostanza, Bethesda e Xbox continuano a proporre la linea del "si vedrà di caso in caso", di gioco in gioco. Purtroppo questo non dà sicurezze ai giocatori, ma di certo la soluzione più diretta per giocare ai giochi Bethesda, ora come ora, è di avere accesso a Xbox Game Pass.

Parlando proprio del servizio Microsoft, vi ricordiamo che Greenberg chiede di non chiamare i propri figli "Game Pass". Inoltre, ecco i 10 nuovi giochi in arrivo al D1 svelati alla Gamescom 2021.