Blizzard, caso Blitzchung: la risposta ufficiale dell'azienda 108

Blizzard ha diramato un comunicato ufficiale riguardo ai recenti accadimenti che hanno riguardato un giocatore professionista di Hearthstone. Leggiamo le parole del presidente J. Allen Brack.

NOTIZIA di Davide Spotti —   12/10/2019

Blizzard è intervenuta sulla recente controversia che ha visto coinvolto Ng Way "Blitzchung" Chung, dichiarando che concederà al giocatore il suo premio in denaro e ridurrà il suo ban dalle competizioni di Hearthstone da un anno a sei mesi.

Come probabilmente ricorderete, nei giorni scorsi Blitzchung aveva espresso il proprio sostegno al movimento di liberazione di Hong Kong, e proprio a causa di queste prese di posizione Blizzard aveva preso provvedimenti nei suoi confronti. Decisione che peraltro ha finito per generare una protesta formale da parte di alcuni dipendenti presso il quartier generale dell'azienda.

J. Allen Brack, presidente di Blizzard Entertainment, ha scritto una lettera rivolta alla community per fornire una posizione ufficiale sui recenti accadimenti. La società ridurrà la punizione comminata, tuttavia aggiunge che "ci sono conseguenze per aver allontanato la conversazione dallo scopo dell'evento".

Il dirigente ribadisce infatti che Blitzchung "ha utilizzato il suo segmento per fare una dichiarazione sulla situazione di Hong Kong, in violazione delle regole che ha riconosciuto e compreso, ed è per questo che abbiamo preso provvedimenti".

"La trasmissione ufficiale deve riguardare il torneo ed essere un luogo in cui tutti sono i benvenuti. A conferma di ciò, vogliamo mantenere i canali ufficiali concentrati sull'attività di gioco", ha proseguito Brack, aggiungendo che le opinioni espresse dal giocatore non hanno influenzato il giudizio dell'azienda.

Interpellato da IGN, Blitzchung ha commentato: "Mi aspettavo la decisione di Blizzard, penso che sia ingiusta ma rispetto al loro decisione. Non sono pentito di quello che ho detto. Non dovrei avere paura di questo tipo di terrore bianco".