Call of Duty: l'accordo tra Sony e Activision non scadrà prima del 2025/26, per Tom Henderson

L'accordo tra Sony e Activision per Call of Duty ha vita lunga e non scadrà prima del 2025/26, per Tom Henderson.

NOTIZIA di Nicola Armondi   —   26/05/2022
67

L'accordo tra Sony e Activision per la saga di Call of Duty non scadrà prima del 2025 o del 2026 secondo quanto indicato da Tom Henderson, noto leaker.

Precisamente, tramite Twitter, Henderson ha affermato: "L'accordo di Sony dura per i prossimi tre giochi, credo. Modern Warfare II, Warzone 2 e il gioco di Treyarch. Quindi se Microsoft tiene fede agli accordi esistenti di Sony, come ha detto avrebbe fatto, nulla dovrebbe cambiare fino al Call of Duty del 2025/2026 (a seconda di quando sarà rilasciato tale gioco)".

Il commento di Henderson arriva i risposta a un altro tweet, che segnalava che rumor di Modern Warfare II in arrivo su Game Pass sin dal D1 era falso. Henderson afferma comunque che "ritiene" che gli accordi di Sony siano tali. Non vi è alcuna certezza in tutto questo, visto che parliamo sempre e comunque di rumor e nulla più.

Un altra cosa che il leaker lascia intendere è che non è certo che Call of Duty sia destinato a rimanere una produzione annuale. Modern Warfare II uscirà quest'anno e Warzone 2, secondo i rumor, arriverà più o meno nello stesso periodo. Il gioco di Treyarch dovrebbe essere il successivo titolo Premium della saga di COD: l'uscita sarebbe fissata per il 2023, se seguisse la pubblicazione annuale. Henderson afferma però che il gioco successivo a quello di Treyarch dovrebbe arrivare tra il 2025 e il 2026. Da qualche parte, quindi, dovrebbe esserci almeno un anno senza Call of Duty.

Parlando del presente, Call of Duty sta ospitando una corsa da 100 Km per beneficenza, dentro Warzone.