Call of Duty: Modern Warfare, DLC con mappe e modalità non avranno esclusive temporali 7

Activision ha deciso di abbandonare la politica delle esclusive temporali per quanto riguarda i contenuti aggiuntivi post-lancio di Call of Duty: Modern Warfare.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   17/09/2019

L'esclusiva temporale legata ai contenuti aggiuntivi in DLC dei vari Call of Duty sembrava ormai connaturata con la serie stessa, ma sembra che con l'arrivo di Call of Duty: Modern Warfare Activision abbia deciso di cambiare politica, eliminando la pratica in questione.

Probabilmente a causa del multiplayer cross-platform annunciato come una delle caratteristiche più importanti e rivoluzionarie di questo Call of Duty: Modern Warfare, rispetto alla quale l'accesso anticipato ed esclusivo per una piattaforma (nella fattispecie PS4) ai nuovi contenuti avrebbe creato più disguidi che altro, il publisher ha deciso di evitare l'utilizzo delle esclusive temporali sui contenuti aggiuntivi.

Non c'è ancora una chiarezza totale sulla questione, visto che Activision ha affermato che "la maggior parte dei contenuti di gameplay post-lancio" arriveranno contemporaneamente su PC, PS4 e Xbox One, dunque presumibilmente non proprio tutti, a quanto pare.

In ogni caso, in un post sul blog ufficiale Infinity Ward ha specificato che "mappe multiplayer, nuove modalità, missioni special ops e altro verranno rilasciati contemporaneamente su tutte le piattaforme", dunque a quanto pare tutti i contenuti di maggiore importanza non saranno legati ad esclusive temporali ma arriveranno contemporaneamente su PC, PS4 e Xbox One.

Tuttavia, sembra che per gli utenti PS4 sia comunque previsto un particolare "vantaggio del Day 1" in Call of Duty: Modern Warfare, anche se non è chiaro a cosa si riferisca. Per quanto riguarda il matchmaking, è prevista la selezione dei giocatori in base al sistema di controllo utilizzato, potendo scegliere se giocare solo tra utenti che usano mouse e tastiere, solo controller oppure accettare giocatori con qualsiasi tipo di input. Inoltre, "non ci sono piani attualmente" per il cross-play nei tornei classificati e competitivi, in base a quanto riferito.