Capcom, l'80% delle vendite sono digitali, il formato fisico sta sparendo 124

Stando all'ultimo resoconto di Capcom ai suoi azionisti, l'80% delle vendite dell'editore sono in formato digitale, con il formato fisico che sta sparendo.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   09/07/2020

L'80% delle vendite fatte da Capcom nell'ultimo periodo sono in formato digitale. L'impressionante risultato sembra essere un altro chiodo sulla bara del formato fisico, ormai sempre più marginale. Il dato è emerso nelle risposte alle domande fatte dagli azionisti ai vertici della società, in cui è stato delineata anche la possibilità di un'ulteriore crescita del digitale nei prossimi mesi, auspicata dall'editore:

"Ovviamente molto dipenderà dal comportamento dei nostri clienti da qui in avanti, ma nell'immediato futuro promuoveremo ulteriormente la nostra strategia riguardante il digitale, con l'obiettivo di fargli raggiungere il 90%, visto che ci sono ancora alcuni che preferiscono avere dei dischi. Miriamo a proseguire nell'espansione dei nostri affari tramite la massimizzazione dei benefici dati dalle vendite digitali, che includono sia la possibilità di vendere i nostri contenuti per periodi più lunghi, sia quella di venderli in più parti del mondo."

Il passaggio di Capcom al full digital sembra essere una realtà imminente, accelerata incredibilmente negli ultimi mesi, considerando che l'anno scorso le vendite digitali rappresentavano solo il 53,3% del totale. Per il 2020 Capcom sperava di raggiungere il 75,4%, ma è andata ben oltre, probabilmente grazie alla pandemia di COVID-19 che ha reso complesso acquistare i giochi nei negozi.

Considerando che la next-gen inizierà con dei modelli di console che non avranno alcun lettore ottico (PS5 confermata, Xbox vociferata), la tendenza è destinata a crescere. Probabilmente in futuro sul mercato fisico arriveranno solo le edizioni per collezionisti o qualche riedizione speciale.