Coronavirus: "Clicca qui e ti dico chi è contagiato" è un malware che attacca gli smartphone 1

Un nuovo malware attacca gli smartphone, promette di scoprire le persone contagiate da Coronavirus: ecco cosa sta succedendo e come evitarlo.

NOTIZIA di Simone Pettine   —   26/03/2020

Ci sono dei malintenzionati che stanno utilizzando il Coronavirus come tema principale per portare a segno cyberattacchi contro gli smartphone degli utenti. Una delle più recenti truffe legate al Coronavirus consiste in una pagina web che recita "Clicca qui per sapere se vicino a te ci sono persone contagiate dal Coronavirus". In realtà è finalizzata ad installare un malware sui dispositivi degli utenti, tra le altre cose.

Questa pagina web è stata creata per rubare i dati della carta di credito di incauti utilizzatori. Allo stesso tempo riesce ad infettare lo smartphone del malcapitato, se quest'ultimo sta navigando in internet dal proprio smartphone: di qui comincia infine una catena di messaggi verso tutti i numeri della propria rubrica, che a loro volta iniziano a ricevere il link alla pagina web in questione, con tanto di malware. Percorso difficile da interrompere, anche per coloro in possesso di un buon antivirus.

La segnalazione arriva da Kaspersky, e dal suo portavoce e ricercatore Alexander Eremin, che ha subito individuato la minaccia in questione. "Ginp è un Trojan che si è evoluto molto rapidamente in questo periodo". Da browser web su PC lo scopo principale dei malintenzionati è rubare i dati della carta di credito; navigando nella rete da smartphone, riescono anche ad infettare i dispositivi con un malware, che poi si diffonde rapidamente anche verso i contatti dell'utilizzatore.

Cosa fare per evitare il virus, dunque? I consigli sono due: evitate assolutamente la pagina mostrata qui di seguito in una pratica immagine. Inoltre non inserite assolutamente i dati della vostra carta di credito, qualora vi finiste per caso: perché nessun sito attualmente vi permette di conoscere i contagiati da Coronavirus nelle vicinanze. Per evitare problemi e truffe di questo tipo, di recente il Google Play Store ha inferto un ban a tutte le app da Coronavirus.

Coronavirus Malware Smartphone 1