Crackdown 3 non avrà una modalità battle royale, ecco perché 10

Crackdown 3 non avrà una battle royale estesa a causa dei problemi che causerebbe al sistema di distruzione dinamica nelle mappe multiplayer

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   29/11/2018

Con la battle royale che si sta insinuando praticamente in ogni titoli tripla A di grosso calibro che abbia un comparto multiplayer, come dimostrato dalla modalità Make it Count di Red Dead Online, nonché ovviamente da Blackout in Call of Duty: Black Ops 4, è lecito domandarsi se anche un titolo con buone potenzialità multiplayer come Crackdown 3 possa avere tale opzione di gioco al suo interno.

A quanto pare, la modalità battle royale non è prevista in Crackdown 3, almeno non su vasta scala. A spiegarlo è stato Jorg Neumann, Head of Production for Global Publishing di Microsoft, parlando con Windows Central. "Abbiamo testato parecchi modelli, avevamo molte idee su cosa implementare", ha spiegato, "la gente chiede la battle royale, o multiplayer da 100 giocatori, ma ci sono ragioni valide per cui abbiamo stabilito il cinque contro cinque e determinate dimensioni per le mappe. Ci sono così tante cose da inserire nella memoria, a causa del sistema di distruzione dinamica, che ci sono necessariamente dei limiti".

La costruzione del gameplay, che sfrutta il sistema di distruzione dinamica su cloud, deve tenere conto di queste questioni tecniche: aumentare a dismisura il numero dei giocatori e ampliare i confini delle mappe avrebbe comportato effetti deleteri sul sistema, per le performance e per il ritmo di gioco, per cui il battle royale su larga scala non è stato inserito in Crackdown 3. Il gioco, peraltro, sembra avere un ottimo potenziale per riuscire a imporsi, secondo Microsoft e non avrà microtransazioni all'interno.