Days Gone, Bend Studio spiega la scelta del titolo 5

Il game director di Bend Studio, John Garvin, ha svelato la principale ragione per cui Days Gone è stato intitolato così.

NOTIZIA di Davide Spotti —   23/04/2019

Il game director di Days Gone, John Garvin, è tornato a parlare delle principali caratteristiche che caratterizzano la nuova avventura di Bend Studio, accennando in particolare all'origine del nome che gli sviluppatori hanno scelto per il progetto.

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare a prima vista, Days Gone è stato chiamato così non tanto (o non solo) per il passato del protagonista e l'insorgere dell'epidemia, ma piuttosto per la presenza di un ciclo dinamico che modifica caratteristiche e struttura del mondo di gioco dal giorno alla notte.

"Per quanto riguarda il titolo, può significare tante cose diverse; può stare a significare che il giorno stesso è finito, e il ciclo giorno-notte è molto importante nel gioco, dato che le sfide, i pericoli e il mondo cambiano dopo il tramonto", ha spiegato Garvin.

"Escono all'aperto altre tipologie di Furiosi, i nemici umani assumono un ruolo di secondo piano, mentre di giorno questi ultimi tenderanno imboscate e cercheranno di disarcionare il giocatore dalla motocicletta".

Insomma, il passaggio dal giorno alla notte rappresenta una componente centrale dell'esperienza ludica, e a quanto pare sarebbe proprio questa la principale ragione per cui il titolo prescelto è stato Days Gone.

Vi ricordiamo che la data d'uscita del gioco è fissata per venerdì 26 aprile. Continuate a seguirci perché nei prossimi giorni pubblicheremo la nostra recensione, a cura di Francesco Serino.