Dead Space Remake avrà miglioramenti grafici e contenuti tagliati nell'originale

Dead Space Remake si propone di essere un'evoluzione tecnica ma rimanere anche fedele all'originale, recuperando anche elementi tagliati.

NOTIZIA di Giorgio Melani —   26/07/2021
39

Dead Space Remake si presenta come un'operazione di rifacimento in grande stile da parte di EA, che ha affidato lo sviluppo a Motive Studios per un progetto di grosso calibro incentrato su miglioramenti grafici ma anche nuovi contenuti, parte dei quali sono tratti da elementi tagliati nell'originale.

Ricostruito completamente su Frostbite Engine, Dead Space Remake può contare su una tecnologia appartenente alla nuova generazione di piattaforme, che porterà a sostanziali evoluzioni tecniche. Secondo quanto riferito dal creative director, Roman Campos-Oriola, questo gioco non è un reboot né un remaster, ma un remake completo e in piena regola.

Dead Space si baserà dunque su "nuovi asset, nuovi modelli per i personaggi e nuove ambientazioni", ma ovviamente mantenendo il tutto fedele allo stile a alla visione originari, pur utilizzando strumenti nuovi. Nuove soluzioni tecniche contribuiranno a migliorare il mood e l'atmosfera, come l'applicazione degli effetti volumetrici in grado di incrementare l'effetto di ampiezza delle ambientazioni e dare una sensazione diversa sulla densità dell'aria.

Altri cambiamenti fondamentali nell'aspetto, che influiranno sull'atmosfera e sulla tensione, derivano dall'impianto di illuminazione completamente riprogettato, con fonti di luce e ombre dinamiche, che andranno a riflettersi anche nel gameplay modificando la visibilità delle aree.

Per quanto riguarda i contenuti, il creative director ha spiegato che Dead Space Remake implementerà elementi tagliati dall'originale, principalmente a causa delle ristrettezze tecnologiche dell'epoca: Campos-Oriola ha spiegato che Motive è entrata in possesso degli asset originali di Dead Space e ha notato come la struttura di alcuni livelli era più complessa di come si è presentata nel prodotto finale, con alcuni elementi aggiuntivi che sono stati poi rimossi per rendere il gioco più digeribile agli hardware dell'epoca.

L'idea è di recuperare questi elementi e mettere in scena la visione originale di Dead Space senza i tagli che hanno caratterizzato la versione uscita sul mercato su PS3 e Xbox 360, oltre a qualche integrazione tratta anche dai capitoli successivi, come le sezioni a gravità zero più ampie di Dead Space 2.

Come abbiamo già saputo, Dead Space avrà elementi tratti dai sequel ma niente microtransazioni, per saperne di più vi rimandiamo allo speciale con 5 cose da sapere sul remake in questione.