Diablo 2 Resurrected: giocatori chiedono i rimborsi per i problemi di log-in

NOTIZIA di Stefano Paglia   —   14/10/2021
44

Alcuni giocatori di Diablo 2: Resurrected frustrati per i problemi di log-in che affliggono il gioco da ormai quasi una settimana hanno iniziato a chiedere a Blizzard di essere rimborsati.

Come riporta Kotaku negli ultimi sei giorni il remake del classico Blizzard manifesta a intermittenza problemi con il log-in per i giocatori negli USA, Asia e Regno Unito. Nello specifico gli utenti non riescono ad accedere ai server o per farlo è necessaria una lunga attesa.

Stando all'account Twitter del supporto Blizzard, il disservizio potrebbe essere causato da un problema dei server per l'autenticazione su cui gli sviluppatori stanno attualmente investigando. Tutto sembrerebbe essere iniziato con la patch correttiva di Diablo 2: Resurrected pubblicata lo scorso 6 ottobre per Nintendo Switch e piattaforme PlayStation e Xbox.

Alcuni giocatori hanno condiviso la loro frustrazione sui social, con tanto di hashtag #RefundD2R su Twitter, con numerosi utenti dunque che stanno chiedendo a Blizzard di essere rimborsati. Come potrete notare in uno dei tweet sottostanti, la compagnia al momento, pur capendo i disagi causati dal problema, si starebbe rifiutando di concedere dei rimborsi.

La situazione è alquanto delicata e la speranza è che gli sviluppatori riescano a risolvere le magagne che affliggono attualmente Diablo 2: Resurrected

Nel frattempo i lavori su Diablo 4 continuano, con Joe Shely, un veterano di Blizzard, che ha preso le redini del progetto nel ruolo di game director.