Dragon Ball Super, il Pianeta Namecc e il suo destino anticipato dal manga 6

Il manga di Dragon Ball Super avrebbe anticipato il destino del Pianeta Namecc: ecco cosa potrebbe accadere al pianeta durante lo scontro con Moro.

NOTIZIA di Simone Pettine   —   29/06/2019

Ancora una volta all'interno dell'opera di Akira Toriyama, le cose non si mettono bene per il celebre Pianeta Namecc. Protagonista dell'ennesimo scontro tra un super cattivo e il gruppo di guerrieri buoni, il pianeta questa volta rischia davvero di vedersela brutta: ma quale sarà il suo destino in Dragon Ball Super? Smettete immediatamente di leggere questo articolo se temete eventuali spoiler.

Ebbene, coraggiosi lettori, il Pianeta Namecc potrebbe presto finire distrutto per l'ennesima volta, a causa dello scontro imminente (e ancora una volta avrà luogo sulla superficie del pianeta) tra Moro da una parte, e Goku, Vegeta e il Grande Kaiohshin dall'altra. Ma attenzione, perché le vicende in questo caso sono anche peggiori di quella volta (ormai lontana) in cui bisognava fermare Freezer in Dragon Ball Z. Lì il pianeta finì in mille pezzi, ma fu possibile rigenerarlo con le Sfere del Drago; questa volta non è detto che ciò sia possibile.

Moro, il divoratore di pianeti, ha usato il suo potere per acquisire l'energia di Namecc alterando l'essenza stessa del corpo celeste. Di fronte a una simile azione, Merus ha dichiarato di voler riportare il pianeta al suo stato originario, ma non è detto che ciò sia possibile. Per Namecc si aprono così tre diversi scenari: la distruzione completa; l'alterazione finale dovuta a Moro, con conseguente necessità per i namecciani di trovare un altro posto in cui abitare; infine una possibile soluzione positiva, non meglio identificata. Dragon Ball Super sembra voler indirizzare verso la seconda o la terza ipotesi: noi certamente vi terremo aggiornati. Sempre che i buoni riescano a fermare Moro una volta per tutte.

#Anime

Tutte le news, articoli, video e approfondimenti su anime, ovvero le opere di animazione e i film d'animazione giapponesi e non tra i più amati an ...