Dreams desertificato: pochi giocatori rimasti, la comunità si mobilita

Dreams sta avendo dei problemi di desertificazione, con più creatori di contenuti che giocatori desiderosi di sperimentare quanto disponibile.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   28/12/2020
93

Stando a un resoconto di Jack Yarwood, scritto per Kotaku, attualmente Dreams ha un grosso problema di giocatori, ossia va desertificandosi. Sostanzialmente sembrano esserci più creatori di contenuti che persone desiderose di provarli, con i nuovi progetti che faticano a ottenere un minimo di visibilità. Il gioco di Media Molecule sembra non riuscire più ad attrarre nuovi utenti.

Di suo Dreams non è mai stato un successo clamoroso, tanto che molti sospettano che l'addio di Alex Evans, il fondatore della compagnia, sia stato dovuto proprio al mancato raggiungimento degli obiettivi minimi richiesti da Sony.

La comunità nata intorno al gioco non ci sta a vederlo finire così e sta prendendo delle iniziative per denunciare la situazione e provare a ribaltarla. Molti chiedono che vengano prodotti contenuti di maggiore qualità, invece di giochi meme che lasciano il tempo che trovano. Altri vorrebbero che Sony spiegasse i suoi piani per il gioco, che attualmente pare abbandonato.

Dreams di suo è uno strumento eccellente, come potete leggere anche nella nostra recensione, ma lasciato a se stesso rischia di morire. Molti chiedono a Sony di lanciarlo anche su PC, dove c'è una comunità di creativi molto più ampia che su PS4, e in tanti avrebbero voluto vederlo pre-installato su PS5, in modo da aumentarne la base utenti. C'è anche chi chiede di rendere fruibili le produzioni degli utenti da browser, invece che solo dall'interno del gioco, così da aumentarne il pubblico potenziale. Staremo a vedere così farà Sony con il gioco (sempre che abbia intenzione di fare qualcosa). Sarebbe un peccato che uno dei titoli più belli della generazione PS4 finisse dimenticato.

Dreams 1