Dreams: il fondatore di Media Molecule, Alex Evans lascia la compagnia e lo sviluppo di videogiochi

Alex Evans, uno dei fondatori di Media Molecule, ha deciso di lasciare la compagnia e lo sviluppo dei videogiochi dopo il lavoro svolto su Dreams, per cercare nuove strade.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   03/09/2020
16

Con Dreams si conclude, almeno momentaneamente, la carriera nello sviluppo di videogiochi di Alex Evans, uno dei membri fondatori di Media Molecule e figura chiave all'interno del team britannico che ha apportato una nota di forte originalità all'interno dei PlayStation Studios.

Alex Evans ha intenzione di "prendersi una pausa" dallo sviluppo di videogiochi per esplorare nuove direzioni e concentrarsi su qualcosa di diverso. Non è chiaro se si tratti di un addio completo al mondo della creazione di videogiochi ma sembra abbastanza chiaro che sia un saluto almeno per quanto riguarda Media Molecule, almeno dal tono dei messaggi.

"Qualche mese fa ho fatto un po' di ricerca spirituale ispirato dal lockdown per il covid e ho deciso di passare da sviluppatore di Dreams a fan di Dreams, prendendomi una pausa dallo sviluppo di videogiochi, una carriera che ho avuto la fortuna di proseguire per 15 anni".

"Media Molecule è un posto meraviglioso, non riesco a immaginare il fatto di sviluppare giochi altrove, ma vorrei sapere che altro un vecchiaccio come me potrebbe fare in questo mondo? Sono stato nella bolla dello sviluppo videoludico per così tanto tempo che non sono più sicuro di cosa possa fare dopo o qui fuori", ha spiegato Evans.

In ogni caso, ha assicurato che il supporto per Dreams è sempre in buone mani: "Per chiunque si preoccupi per Dreams - State tranquilli! Quello che Media Molecule sta progettando per Dreams sarà sconvolgente e, sebbene mi mancheranno tutti, io farò il tifo per loro dalle tribune! Grazie per questi 13 anni meravigliosi e auguri per altrettanti in futuro!"

Alex Evans ha fondato Media Molecule nel 2006 insieme a Mark Healey, Dave Smith e Kareem Ettouney, dopo aver lavorato per Bullfrog e Lionhead, dunque si tratta di un personaggio con un curriculum importante.