I film Marvel non sono cinema: Martin Scorsese è stato fin troppo buono, secondo Francis Ford Coppola 151

Francis Ford Coppola va ancora più duro contro i film Marvel in una nuova intervista, dove sostiene l'affermazione di Martin Scorsese e anzi la rafforza ulteriormente.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   21/10/2019

Dopo il giudizio negativo di Martin Scorsese sui film Marvel, che il celebre regista ha posto su un livello più basso rispetto al cinema tradizionale attirandosi una marea di proteste, un supporto arriva da un collega d'eccezione, ovvero Francis Ford Coppola.

Secondo quanto riferito da AFP, anche il regista de Il Padrino (e tanti altri film) ha fatto eco allo storico collega in occasione della premiazione del Prix Lumiere a Lione, giudicando i film Marvel "despicable", ovvero "spregevoli", anche se il termine può assumere diversi significati come "basso, grezzo", in ogni caso facendo capire come tali produzioni siano considerate di livello più basso rispetto alle pellicole più tradizionali nel mondo del cinema.

A dire il vero, Coppola ci è andato giù ancora più pesante rispetto a Scorsese: "Quando Martin Scorsese dice che i film Marvel non sono cinema ha ragione, perché ci aspettiamo di imparare qualcosa dal cinema, di ottenere qualcosa, un'illuminazione, qualche conoscenza, dell'ispirazione", ha affermato Coppola, intervistato sulla questione.

"Non se se qualcuno possa ottenere qualcosa dal vedere la stessa cosa ripetuta ogni volta. Martin è stato anche troppo buono quando ha detto che questo non è cinema. Non ha detto che è una cosa spregevole, che è invece quello che dico io".

Già il regista James Gunn, Samuel L. Jackson, Robert Downey Jr. e il regista di Star Wars: Gli Ultimi Jedi hanno risposto a Martin Scorsese, vediamo quali saranno ora le reazioni alle affermazioni ancora più dure di Coppola.