Final Fantasy XV, l'ex director parla della delusione per la cancellazione dei DLC 26

Come saprete, il progetto Final Fantasy XV ha subito una decisa virata, Hajime Tabata, l'ex game director del gioco, esprime la sua delusione per com'è andata.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   17/12/2018

Hajime Tabata, l'ex game director di Final Fantasy XV, ha deciso di tornare a parlare del gioco e della cancellazione dei DLC già pianificati, con susseguente virata completa verso il multiplayer avvenuto con il lancio di Comrades.

Ricorderete sicuramente che il mese scorso Tabata aveva svelato di essersi allontanato da Square Enix contemporaneamente all'annuncio della svolta presa da Final Fantasy XV. Tabata non aveva commentato direttamente l'accaduto, né in quell'occasione, né all'alzando il sipario su JP Games, il suo nuovo studio. Comunque sia il nostro è tornato sull'argomento Final Fantasy XV durante un live stream su Nico Nico, cui ha partecipato insieme ad altri sviluppatori giapponesi.

Tabata ha dichiarato che lui e il suo team stanno lavorando a un tripla A sviluppato da indipendenti. In realtà sono ancora in fase di preproduzione e stanno discutendo di alcune idee, sulle quali non ha svelato nulla. L'unica certezza è che sarà un titolo multipiattaforma nel senso più ampio possibile del termine (console, PC e mobile).

Parlando di Final Fantasy XV, Tabata ha confermato di non essere stato cacciato da Square Enix, ma di essersi allontanato di sua spontanea volontà. Ha dichiarato inoltre che la sua decisione non è in relazione con la cancellazione dei DLC di Final Fantasy XV: era da tempo che voleva lavorare da indipendente per creare ciò che desidera senza imposizioni. Detto questo, la cancellazione dei DLC lo ha profondamente amareggiato, soprattutto per i fan che volevano nuovi contenuti.

Insomma, da quel che si è capito sarebbe comunque andato via, ma è lo stesso dispiaciuto per come si è evoluta l'intera situazione.