Fortnite: giocatore pro cacciato dal Campionato Mondiale per cheating

Damion "XXiF" Cook è stato scoperto a truccare alcune partite di Fortnite per poter accedere più facilmente alle finali della World Cup.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   03/05/2019
2

C'è stata un'esclusione eccellente per il Campionato Mondiale di Fortnite, con il ban imposto a Damion "XXiF" Cook la scorsa settimana, un giocatore pro che è stato scoperto a truccare alcune partire di Fortnite.

Non sono stati riportati i dettagli sulla faccenda, ma in molti avevano avanzato sospetti sul comportamento di Damion "XXiF" Cook, in particolare sulla sospetta facilità con cui quest'ultimo dimostrava di eliminare vari nemici in alcune partite. Questo ha fatto pensare al fatto che si fosse messo d'accordo con altri giocatori in modo che questi si facessero colpire facilmente consentendogli di guadagnare punti per accedere alle finali della World Cup di Fortnite. Quest'ultima, con il suo montepremi da 30 milioni di dollari, è ovviamente un argomento di grande rilevanza, il cui accesso va controllato con una certa cura. Il caso è stato portato all'attenzione di Epic che evidentemente deve aver riscontrato delle irregolarità.

In una recente comunicazione, Epic ha infatti parlato di collusione rilevata in alcune partite di Fortnite, riferendo che "Tutti i giocatori coinvolti riceveranno un ban di 14 giorni dalle partite competitive e non potranno accedere ai premi per la Settimana 3. Questo gruppo include inoltre un giocatore il cui punteggio avrebbe consentito l'accesso alle finali della World Cup di Fortnite a New York. Come conseguenza, oltre al ban sulle partite competitive e alla perdita dei premi, questo giocatore non potrà prendere parte alle finali della World Cup". Il posto lasciato libero da XXiF verrà dunque occupato dal successivo giocatore nella classifica globale del nord America.