48

Gamescom 2023, uomo invade il palco dell'ONL: "Bill Clinton vuole GTA 6"

All'Opening Night Live della Gamescom 2023 abbiamo assistito a un'altra invasione di palco, dopo quella accaduta durante i TGA 2022.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   23/08/2023
Gamescom 2023, uomo invade il palco dell'ONL: 'Bill Clinton vuole GTA 6'

Sembra essere diventata ormai una tradizione degli show di Geoff Keighley: dopo quanto accaduto ai TGA 2022, anche durante l'Opening Night Live della Gamescom 2023 abbiamo assistito a un'invasione di palco, con il soggetto in questione che si è avvicinato al conduttore dicendo qualcosa al microfono.

Keighley si è dimostrato ovviamente molto contrariato per l'accaduto, anche perché è avvenuto praticamente a pochi secondi dall'inizio dello show cogliendo tutti di sorpresa, con la regia che ha presto staccato inquadrando lontano dalla situazione per non dare visibilità allo strano personaggio.

Non è stato dunque facile capire di cosa stesse parlando, ma secondo alcune ricostruzioni sembra che l'uomo abbia riferito, tra le altre cose, che "Bill Clinton vuole giocare a GTA 6", prima di essere portato via dagli addetti alla sicurezza.

La saga di Bill Clinton agli show di Geoff Keighley

Sembrerebbe trattarsi di una sorta di riferimento all'altra storica invasione di palco, quella di Matan Even, effettuata durante la premiazione di Elden Ring come Gioco dell'Anno ai TGA 2022. Anche in questo caso, infatti, il ragazzo aveva detto alcune parole confuse che riguardavano Bill Clinton.

La saga di Bill Clinton agli show di Geoff Keighley sembra dunque andare avanti, sperando che la sicurezza si dimostri più efficace per i prossimi appuntamenti, anche perché il conduttore non sembra averla presa molto bene.

"È così spiacevole", ha riferito Keighley mentre lo strano figuro si palesava sul palco. "Questa è una serata speciale per molti sviluppatori, ed è spiacevole vedere qualcuno che si comporta in questo modo", ha aggiunto.

"Davvero è triste per me vedere qualcosa come questa che accade in una serata dove dovremmo celebrare i giochi e la loro community, e quanto questi significano per tutti noi", il tutto ovviamente anche per non lasciare silenzi o spazi liberi al bizzarro personaggio, mentre veniva portato via dal palco.