GameStop, i nuovi punti vendita diventeranno ritrovi per giocare in compagnia? 98

GameStop sta immaginando nuovi punti vendita trasformati in veri e propri ritrovi, dove giocare con gli amici in diversi modi e socializzare.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   26/02/2020

GameStop sta cercando di capire come muoversi per affrontare il futuro, e a quanto pare la strategia della catena americana per i nuovi punti vendita potrebbe prevedere la loro trasformazione in veri e propri ritrovi per giocare in compagnia.

Ci sono già alcuni esempi in Oklahoma, concept store caratterizzati da una sensibile diminuzione dello spazio dedicato alla vendita di prodotti. Al loro posto sono stati collocati dei social hub dove cimentarsi con giochi da tavolo, lunghe file di PC per il gioco in rete e postazioni dedicate al retrogaming.

Esistono tre possibili varianti più o meno focalizzate su questi contenuti, ma l'idea di base è la stessa: passare dall'attuale concezione di punto vendita a quella di un luogo in cui ritrovarsi fra appassionati, ponendo gli acquisti e le prenotazioni in secondo piano.

L'accesso a queste attività è inteso come gratuito, a patto di possedere una membership per i PowerUp Rewards, mentre il personale è addestrato eventualmente a controllare i documenti dei clienti per verificare la maggiore età qualora richiesta da specifici giochi e applicazioni.

Assisteremo davvero a questa trasformazione? Tutto è possibile, ma quella che GameStop sta sperimentando in Oklahoma al momento è solo un'idea: laddove gli utenti dovessero accoglierla positivamente, si potrebbe pensare ad applicarla a ulteriori punti vendita.