Heroes of the Storm, Activision ha imposto a Blizzard di tagliare i costi e lanciare più giochi 85

Il taglio di sviluppatori al lavoro su Heroes of the Storm deriverebbe dalle imposizioni di Activision a Blizzard di tagliare i costi e lanciare più giochi.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   14/12/2018

La riduzione del team di Heroes of the Storm annunciata stamattina sarebbe il primo effetto della nuova linea dettata a Blizzard da Activision, linea che impone il taglio dei costi e l'aumento del numero di giochi lanciati.

A dirlo è Jason Schreier di Kotaku, che aveva parlato di ciò che sta accadendo in Blizzard in un lungo articolo e che a quanto pare ha diversi contatti all'interno dello sviluppatore. Del resto pare che Heroes of the Storm fosse il gioco di minor successo di Blizzard, quindi il taglio è una conseguenza quasi naturale.

Insomma, possiamo iniziare a dimenticarci della Blizzard che lancia i giochi solo quando sono pronti, ossia solo quando sono rifiniti a dovere, prendendosi tutto il tempo che le serve? Abbiamo i brividi solo a pensarci.

Del resto le ultime mosse della società, morte di Heroes of the Storm compresa, puntano in una direzione completamente diversa da quella che conoscevamo. La vecchia Blizzard non avrebbe infatti mai usato Diablo Immortal come gioco di punta della BlizzCon 2018. Brutte anche le voci sulla riduzione degli stipendi agli sviluppatori, attuata tramite il taglio dei bonus, che avrebbe messo in difficoltà moltissime persone. Insomma, sembra di stare parlando di una società allo sbando e non di una delle più floride realtà dell'industria dei videogiochi... il che è tutto dire.