Kena: Bridge of Spirits, PS5 contro PC in un primo confronto, dove gira meglio?

Kena: Bridge of Spirits è stato analizzato in un primo video confronto fra PS5 e PC, per scoprire dove si trovino i maggiori vantaggi.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   22/09/2021
154

Kena: Bridge of Spirits è uscito ieri ma è stato già pubblicato un primo confronto in video tra la versione PS5 e quella PC, per vedere dove gira meglio in assenza di uno scontro diretto con la console rivale visto che si tratta di un'esclusiva console temporale.

La prima analisi arriva dal solito canale YouTube ElAnalistaDeBits, ormai alquanto noto per iniziative di questo tipo, e non mostra enormi differenze tra la versione PS5 e quella PC, ma ci sono elementi che risultano migliori su PC, anche se ovviamente bisogna sempre considerare la configurazione utilizzata.

In questo caso, la configurazione PC dello youtuber utilizzava una Nvidia GeForce RTX 3080, hardware che è alquanto superiore a quello utilizzato dalla console Sony, cosa che rende piuttosto ovvi i vantaggi rilevati nella versione su base Windows.

In ogni caso, alcuni aspetti sono interessanti: la risoluzione risulta essere 2160p (ovvero 4K, a quanto pare reali) a 30 fps su PS5, oppure 4K dinamico (che si aggira sui 1800p in media) a 60 fps, mentre su PC l'opzione impostata è 4K a Setting Ultra.

In generale, si rilevano ombre migliori e un migliore ambient occlusion su PC in entrambe le modalità, mentre la vegetazione e la maggior parte dei dettagli sono praticamente pari tra la versione PS5 a 4K e quella PC, salvo ridursi in maniera percettibile su PS5 se si seleziona la modalità performance.

La qualità delle texture sembra essere la stessa in entrambe le versioni, così come sia su PS5 che su PC si rileva una particolarità sulle scene d'intermezzo: a quanto pare queste non sono in tempo reale ma sono registrate a 24 fps, forse per un taglio più "cinematografico".

Su PC si registra inoltre un miglior antialiasing e una migliore distanza visiva rispetto a PS5. Sulla console Sony, in ogni caso, lo youtuber consiglia l'utilizzo della modalità performance, perché la diminuzione qualitativa è comunque ben compensata dai vantaggi dei 60 fps.

Per saperne di più sul gioco, vi rimandiamo alla recensione di Kena: Bridge of Spirits, che anche nei voti della critica ha fatto un'ottima impressione.