La mamma butta la sua collezione di videogame: uomo perde 500.000 dollari

Brutto risveglio per un videogiocatore quando ha scoperto che la madre ha buttato la sua collezione di giochi e console dal valore di 500.000 dollari.

NOTIZIA di Nicola Armondi   —   30/11/2020
100

Un uomo, residente a New York e impiegato di J&L Game, noto negozio di videogiochi, ha recentemente scoperto di aver perso 500.000 dollari. La madre, infatti, ha buttato via buona parte della collezione del figlio, composta da giochi e console retro.

L'uomo ha condiviso la triste notizia tramite Twitter, dove ha affermato, in tono scherzoso, che "qualcuno morirà". Spiega poi che la madre ha buttato tutti i suoi giochi PS1, oltre che tutte le console Atari, Coleco, Famicom, S Famicom, TGfx, PCE, NG AES, MegaDrive, Master System e vari giochi di tali console. In pratica, tutto quello che l'uomo non aveva portato con sé è oramai sparito.

Il videogiocatore usava infatti la casa della madre come deposito per tutta la sua collezione, compresi anche una serie di strumenti musicali, skateboard e anche una collezione di fumetti. Chiaramente l'uomo non ha spiegato alla madre l'effettivo valore di tutti quegli oggetti.

Secondo i calcoli del dipende, come detto, si tratta di circa 500.000 dollari di prodotti. Non si tratta, ovviamente, solo di una perdita economica, ma anche di una affettiva. Una collezione creata nel corso di decenni diventa parte del videogiocatore e scoprire che è stata buttata con tanta leggerezza non fa certo piacere.