Netflix e acquisizioni di team: nessuna fretta, andrà in base alle opportunità

Netflix continuerà con le acquisizioni di team ma senza alcuna fretta o foga, seguendo le opportunità e decidendo in base a queste.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   22/10/2021
5

Netflix è da poco entrata nel mondo dei videogiochi in via ufficiale, prima proponendo giochi all'interno dell'abbonamento standard e poi con l'acquisizione totale del team di sviluppo Night School Studio, ma a quanto pare non ha intenzione di proseguire in acquisti di team compulsivi, quanto piuttosto di procedere a seconda delle opportunità.

L'ingresso nel mercato videoludico da parte di Netflix è avvenuto dopo una serie di manovre che facevano presagire una mossa del genere, come l'inserimento dell'ex-EA e Facebook Mike Verdu nell'organigramma della compagnia, che ha portato poi al lancio dei videogiochi all'interno dell'abbonamento, e ben presto anche all'acquisizione di un team, ma questo è solo l'inizio.

Gli investitori hanno chiesto al co-CEO Wilmot Reed Hastings se siano previste altre acquisizioni strategiche in questo ambito, cosa su cui Netflix vuole andare con una certa calma: dopo l'acquisizione di Night School Studio, responsabile degli ottimi Oxenfree, Afterparty e del prossimo Oxenfree 2: Lost Signals, non c'è particolare fretta di ingrandire la schiera dei team interni.

"Sarà qualcosa di basato sulle opportunità", ha affermato il COO Gregory Peters, "Dunque direi di non aspettarsi grandi spese e acquisizioni di massa, sarà uno strumento da utilizzare ma lo useremo quando si rileveranno le giuste opportunità per farlo".

Per il momento, abbiamo visto i giochi ufficialmente disponibili in Italia, gratis e su Android per gli abbonati a Netflix e anche tutti i giochi in arrivo gratuitamente ed è chiaro che per ora si tratta di un ingresso soft nel mondo dei videogiochi, ma potrebbe facilmente aumentare di importanza a grande velocità.