No Man's Sky, la seconda vita di un gioco fuori dal comune 27

Hello Games ha appena annunciato un nuovo, importante aggiornamento per No Man's Sky: il gioco continua a crescere e ad evolversi, nonostante tutto.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   15/03/2019

No Man's Sky è sempre stato un titolo fuori dal comune, ma il supporto post-lancio fornito da Hello Games rende l'originale simulatore spaziale ancora più distante dalle mode e dai trend, proiettandolo in un mondo tutto suo, che sembra infischiarsene delle regole del mercato.

L'annuncio dell'aggiornamento Beyond, definito dal team "il più ambizioso di sempre", introdurrà nel gioco una nuova modalità multiplayer che proverà a rilanciare quel tipo di contenuto e il suo valore sociale. Lo farà in maniera gratuita e rimanendo coerente con la scelta di non inserire microtransazioni.

Parliamo dunque di un nuovo, corposo update dopo Next, che già arricchiva e per molti versi rivoluzionava il pacchetto giunto originariamente nei negozi, dapprima su PlayStation 4 e PC, successivamente anche su Xbox One.

Un esordio, quello di No Man's Sky, che aveva destato grandi perplessità, probabilmente per via di promesse che era davvero difficile mantenere, tantopiù per un team di sviluppo di piccole dimensioni, che si era occupato in precedenza di produzioni molto meno complesse (vedi Joe Danger).

Nonostante tutto, però, a quel lancio problematico, che raccolse giudizi constrastanti e scatenò grosse polemiche su Steam, è stato posto rimedio in corsa grazie alla volontà e alla passione di Sean Murray e dei suoi collaboratori, che hanno migliorato e arricchito l'esperienza di gioco pur non essendo vincolati a farlo.

No Man's Sky non è infatti un gioco come servizio, come detto non include microtransazioni e i ricavi a esso legati si basano dunque sulle sole vendite tradizionali. Modificare, ottimizzare, rendere più denso il gioco e aggiungervi nuove feature va insomma visto come un esercizio di puro e semplice prestigio da parte di Hello Games.

No Man's Sky, la seconda vita di un gioco fuori dal comune

Un atto d'amore verso i fan vecchi e nuovi da parte dello studio inglese, forse anche un modo per congedarsi mentre prende forma il prossimo progetto di Murray e soci, The Last Campfire, che si preannuncia come un'esperienza decisamente meno ambiziosa.

Fino al prossimo viaggio nello spazio, sia chiaro.