Nvidia RTX 30 è il più grande salto generazionale della storia delle GeForce

Nvidia ha affermato che le RTX 30 sono il più grande salto generazionale della storia delle GeForce, dato che doppiano le prestazioni della generazione Turing.

NOTIZIA di Luca Forte   —   01/09/2020
432

Nvidia ha affermato oggi durante la sua conferenza, che le RTX 30 sono il più grande salto generazionale della storia delle GeForce. Un simile proclama è figlio delle eccezionali prestazioni delle schede, che garantiscono il doppio delle performance in Real-Time Ray Tracing e AI Gaming rispetto alle GPU della famiglia Turing. La nuova famiglia di GPU Ampere sarà disponibile da metà settembre.

Questo con un rapporto di efficienza energetica superiore a 1,9 volte la generazione precedente. In questo modo Nvidia si garantisce il primato di "piattaforma da gioco più potente al mondo". Per dimostrare cosa sono capaci le nuove GPU, il CEO della compagnia Jensen Huang ha presentato al mondo una versione RTX di Fortnite, attivando il ray tracing in tempo reale sul gioco. Un effetto che stravolge completamente l'aspetto grafico dell'opera di Epic Games.

La compagnia ha anche introdotto dei nuovi tool per i giocatori come NVIDIA Reflex, una tecnologia pensata per rendere i giocatori competitivi più veloci minimizzando la latenza, Omniverse Machinima, uno strumento pensato per creare storie utilizzando i motori grafici dei giochi, e NVIDIA Broadcast, un tecnologia che sfrutta l'IA per trasformare ogni stanza in uno studio televisivo.

Le nuove schede RTX 30, grazie ai multiprocessori in streaming, garantiscono 30 Shader TFLOPS di potenza, che diventano 58 RT-TFLOPS quando si parla di ray tracing. La terza generazione di Tensor Cores garantisce un'efficienza superiore di due volte rispetto alla generazione precedente in tutti quei processi che richiedono l'IA come il DLSS. La potenza gestita è pari a 238 Tensor-TFLOPS.

Equipaggiate con memoria GDDR6X, le schede dialogano a 1TB/s con il sistema. Il processo produttivo è a 8nm, creato in collaborazione con Samsung.

Per dimostrare la potenza di queste schede, Nvidia ha mostrato giochi quali Call of Duty: Black Ops Cold War, Cyberpunk 2077, Dying Light 2 e Watch Dogs: Legion tutti potenziati dalla tecnologia RTX.

Le istruzioni di Nvidia sono state incluse nelle API di Microsoft DirectX Raytracing e Vulkan, così come in engine quali l'Unreal Engine, Unity, Frostbite, id Tech, Northlight, Luminous Engine e 4A Engine.

Tutto questo ben di Dio ha però un costo, anche se meno alto di quanto rumoreggiato: le GeForce RTX 3080 hanno un prezzo di partenza di 699 dollari per 10GB di VRAM, ma garantiscono il doppio delle prestazioni di una RTX 2080. È una GPU pensata per il gameplay in 4K a 60FPS

La RTX 3070 costerà 499 dollari, ma sarà già più veloce di una 2080Ti e il 60% più veloce di una RTX 2070. Con i suoi 8GB di GDDR6 è la scelta ideale per giocare in 4K o in 1440p.

Le RTX 3090 non hanno compromessi. Costeranno 1500 dollari e sono state soprannominate Big Ferocious GPU. Saranno 10 volte più silenziose delle Titan RTX e un possente sistema di raffreddamento le terrà sui 30 gradi celsius. Peccato che occuperanno tre slot della scheda madre. Con 24GB di GDDR6X sono il 50% più veloci della Titan RTX e consentiranno di giocare in 8K e 60FPS.

Le GeForce RTX 3080 sono disponibili dal 17 settembre, la GeForce RTX 3090 dal 24 settembre, mentre la GeForce RTX 3070 arriverà ad ottobre. Cosa ne pensate?