PS5, il nuovo modello monta un dissipatore più piccolo

Il nuovo modello di PS5, che Sony sta introducendo a partire da determinati mercati, monta un dissipatore più piccolo.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   29/08/2021
194

Il nuovo modello di PS5, che Sony ha cominciato a distribuire nelle ultime settimane, monta un dissipatore più piccolo rispetto a quello presente nella prima versione della console, e che vantava effettivamente delle dimensioni molto generose.

Ricorderete senz'altro il teardown ufficiale di PS5 in cui Yasuhiro Ootori, vicepresidente del dipartimento di mechanical design di Sony, smontava la console pezzo per pezzo, andando a evidenziare appunto la presenza di un massiccio heatsink per la dissipazione del calore.

PS5, l'heatsink presente nel primo modello della console
PS5, l'heatsink presente nel primo modello della console

Ebbene, ricorderete anche il teardown di PS5 di Austin Evans e le tante polemiche che ne sono seguite per via delle critiche che lo youtuber ha mosso al design interno di PlayStation 5, praticamente monopolizzato dal sistema di dissipazione.

Ebbene, proprio Evans è tornato a dedicarsi alla console Sony per una nuova, interessante scoperta: il nuovo modello di PS5, attualmente in vendita in alcuni mercati e destinato a sostituire la prima versione, è equipaggiato con un dissipatore più piccolo.

PS5, a sinistra l'heatsink del primo modello e a destra quello del nuovo modello
PS5, a sinistra l'heatsink del primo modello e a destra quello del nuovo modello

A volerle contare dalla foto, mancano davvero tante alette e un intero pannello al nuovo heatsink, che dunque possiede una capacità di raffreddamento per forza di cose inferiore rispetto al radiatore originale.

Stando ai primi test effettuati da Austin Evans, le temperature d'esercizio di PS5 aumentano con il nuovo modello e ciò potrebbe portare a tutta una serie di situazioni che ovviamente andranno verificate nel corso del tempo.

La conclusione dello youtuber è che al lancio di Sony abbia voluto includere nel sistema un dissipatore estremamente ampio e potente per prevenire qualsiasi problema di surriscaldamento.

Dopo un anno di esperienza, tuttavia, e dopo aver venduto 10,1 milioni di PS5, l'azienda secondo Evans ha stabilito di poter ridimensionare il radiatore senza incorrere in blocchi o inconvenienti di altro tipo.

PS5, i modelli standard e Digital Edition
PS5, i modelli standard e Digital Edition

Le implicazioni, però, potrebbero non essere piacevoli: secondo Austin Evans e Jimmy Champane, l'aumento delle temperature potrebbe tradursi in un problema per via delle frequenze variabili della console e per l'eventuale raffreddamento di un secondo SSD collegato alla console.

Detto questo, è chiaro che i test effettuati in questa occasione, che vanno a rilevare il calore che fuoriesce dalla console ma non le effettive temperature del chipset, non sono da ritenersi affidabili in assoluto per capire come stanno le cose.

Allo stesso tempo, la ventola montata sul nuovo modello di PS5 appare più performante e potrebbe essere proprio quella la chiave di tutto il discorso. Dal canto nostro, abbiamo contattato Sony in merito a questa modifica e siamo in attesa di una risposta da parte dell'azienda.