Sony e Acer partner di Cinecittà Game HUB, a supporto dell'industria videoludica italiana

Cinecittà Game HUB è una nuova iniziativa per il supporto all'industria videoludica italiana, sostenuta anche da Sony PlayStation e Acer.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   01/12/2021
15

Sony Interactive Entertainment e Acer hanno annunciato il loro supporto al progetto Cinecittà Game HUB, per lo sviluppo dell'industria videoludica in Italia, attraverso iniziative e strutture a sostegno delle software house e delle compagnie che operano nel settore dei videogiochi.

In particolare, il progetto parte a dicembre e si sviluppa fino alla primavera, coinvolgendo 10 start up italiane selezionate in base ai progetti presentati. Ecco quali sono i protagonisti dell'iniziativa:

  • Adalot Networks con "SATAN JR", un'avventura grafica a fumetti piena di puzzle da risolvere, enigmi improbabili e dark humour
  • Baryonyx Games con "Der Marsch", che racconta come durante l'epica battaglia di Stalingrado un gruppo di soldati dell'Asse, guidati da un giovane tenente, si ribella agli ordini e smette di combattere
  • Codemount Studio con "Mega Chickens", un gioco multiplayer di carte collezionabili online basato su un'ambientazione ironica e unica. Il gioco si avvale anche della possibilità di produrre e acquistare NFT legati ai personaggi
  • Ghostshark con "TOPO.B", un action/adventure in pixel art e stile retrò, che dà al giocatore reminiscenze dei classici anni '80 e '90
  • Keiron Interactive con "Movin Force", un fitness casual VR game capace di far divertire il giocatore e contemporaneamente fargli bruciare calorie
  • Mad Pumpkins con "Movierooms", un gioco gestionale per PC e Mac OS, dove il giocatore deve gestire il proprio cinema-teatro dagli albori del Novecento facendolo evolvere fino ai giorni nostri
  • Mav Reality con "Sephirot - il Gioco", basato su drammaturgie ipertestuali, algoritmiche e procedurali con attori e giocatori che condividono uno stesso spazio digitale
  • Overdroid con "Hexarchia", un videogioco di guerra e strategia a turni in tempo reale ispirato agli scacchi. Le più importanti civiltà della storia si scontrano in battaglie tutti contro tutti per il dominio del mitico mondo in cui il gioco è ambientato
  • Rednoy con "Caracoles", un running game multiplayer (locale e online) atipico, di una lentezza esilarante ma che sa essere insospettabilmente competitivo e ricco di colpi di scena
  • Sedleo con "1348 (working title)", un action-adventure (AA) in terza persona ambientato nell'Italia medievale

Insieme a Cinecittà sostengono il progetto la Regione Lazio e il Ministero della Cultura-Direzione Cinema, in collaborazione con IIDEA (che raccoglie le imprese del settore che operano in Italia). L'iniziativa ha anche il supporto di tre grandi realtà imprenditoriali come Sony Interactive Entertainment Italia, Epic Games e ACER.

A coordinare le attività formative dell'Hub sarà Mauro Fanelli, (Co-founder, Direttore Creativo & CEO dello studio di sviluppo indipendente MixedBag ed ex-vicepresidente di IIDEA), che guiderà un gruppo di tutor tra cui Elisa Farinetti (Co-founder & CEO, Broken Arms Games), Luca Marchetti (Co-founder & CEO, Studio Evil), Elisa Di Lorenzo (Co-founder & CEO, Untold Games) e Daniele Azara (Head of Games & Chief Creative Director, One-O-One Games).

Cinecittà, da sede storica del cinema all'iniziativa Game HUB
Cinecittà, da sede storica del cinema all'iniziativa Game HUB

I tutor selezionati hanno esperienza pluriennale nel settore dello sviluppo gaming e ricoprono cariche manageriali nei rispettivi team.

Sony Interactive Italia fornirà, per l'occasione, un kit di sviluppo PlayStation come investimento a fondo perduto per il progetto in questione, da far utilizzare agli sviluppatori coinvolti.

"Siamo orgogliosi di prendere parte al progetto di accelerazione Cinecittà Game Hub", ha dichiarato Marco Saletta, General Manager di Sony Interactive Entertainment Italia. "L'adesione e il contributo di SIE Italia esprimono la nostra volontà di incidere attivamente sullo sviluppo dell'industria del videogioco in Italia; da un lato supportando una start-up nel processo di implementazione del proprio prototipo; ma, soprattutto, con l'ambizioso proposito di partecipare in maniera fattiva al doveroso percorso di crescita e maturazione dello sviluppo indipendente nel nostro Paese."

Acer, da parte sua, metterà a disposizione PC e altre attrezzature per lo sviluppo dei vari progetti di Cinecittà Game HUB:

"Il mondo del gaming rappresenta un condensato di opportunità economiche, occupazionali, didattiche, relazionali e di intrattenimento, con un impatto importante sulla società e sull'economia", ha commentato Tiziana Ena, PBU and Greek Market Head di Acer. "I videogame non sono solo uno strumento di svago, ma aiutano anche a sviluppare abilità di problem solving, a prendere decisioni velocemente e ad apprendere competenze specifiche. Si tratta inoltre di un settore che ha un impatto significativo sull'economia italiana, con un giro d'affari di quasi 2,2 miliardi di euro nel 2020, cresciuto del +21,9% rispetto al 2019 e raddoppiato rispetto al 20161".