The Last Guardian su PS5 a 60fps è una goduria per Digital Foundry

Su PS5 è possibile far girare The Last Guardian a 60fps, una possibilità che rende l'avventura di Fumito Ueda una "goduria" per Digital Foundry.

NOTIZIA di Luca Forte   —   21/01/2021
23

The Last Guardian è uno dei giochi più controversi degli ultimi anni: nonostante l'indiscutibile fascino, la lunga e difficoltosa gestazione hanno però lasciato qualche cicatrice, soprattutto sotto il profilo tecnico. Le tante patch che si sono susseguite hanno corretto molti dei problemi del day one, ma solo ora, grazie alla potenza di PS5, possiamo godere appieno di questa fascinosa avventura. PlayStation 5, infatti, è capace di far girare The Last Guardian a 60fps, uno cosa che rende il gioco una "goduria" anche per quei fissati di tecnologia di Digital Foundry.

Nel loro ultimo video, che potete trovare in fondo alla notizia, la firma inglese ha testato a fondo la versione 1.0 di The Last Guardian. L'unica, come dicevamo qualche settimana fa, in grado di girare col frame-rate sbloccato. Per questo motivo il test DF è stato fatto sulla versione disco di The Last Guardian su PS5, l'unica che è disponibile senza le patch.

In questo modo, se da una parte si rinuncia al 4K nativo, all'HDR e alle tante correzioni al gameplay e alle prestazioni del gioco, dall'altra si possono usare i 10,28TF di PlayStation 5 per poter girare a 60fps costanti. Permangono alcuni cali nella fasi più avanzate del gioco, ma The Last Guardian non scende mai sotto i 50 fotogrammi al secondo.

Il risultato è un gioco decisamente più godibile, in grado di mostrare le vere potenzialità dell'opera di Ueda. PS5 riesce a far girare tutto talmente in scioltezza che ci si chiede se mai arriverà una patch ufficiale di The Last Guardian che unisca le prestazioni della versione 1.0 con la solidità e le correzioni delle patch successive.