The Sandbox: arriva a Milano la prima mostra dedicata alla Crypto Art

Presto a Milano la prima mostra virtuale dedicata alla Crypto Art con la piattaforma The Sandbox.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   02/12/2021
5

DART - Dynamic Art Museum, arriva al Museo della Permanente di Milano dal 23 novembre 2021 al 6 febbraio 2022 con la mostra Dart 2121. Si tratta di una mostra fisica dedicato alla cosiddetta Crypto Art, ossia l'arte digitale degli NFT (Non-Fungible Token), di cui tanto si sta parlando negli ultimi tempi, creati con la piattaforma The Sandbox, un metaverso che dà la possibilità di creare e la vendere anche opere del genere.

Per molti si tratta dell'arte del futuro, per altri è soltanto una bolla piena di speculazione selvaggia. Chi avrà ragione? Intanto perché non andare a vederla in questa prima mostra che fonde il vrtuale con il reale e farsi da soli un'idea di cosa viene proposto e di dove si pensa stia andando il mondo dell'arte?

Leggiamo il comunicato stampa ufficiale per avere altri dettagli in merito a questa interessante iniziativa:

The Sandbox è una piattaforma basata sugli NFT e le cripto valute
The Sandbox è una piattaforma basata sugli NFT e le cripto valute

L'arte digitale negli ultimi mesi ha fatto parlare di sé grazie a transazioni record, come quella da 69 milioni di dollari per l'opera The First 5.000 days di Beeple da parte della casa d'aste Christie's. Ora per la prima volta in Italia DART - Dynamic Art Museum porta al Museo della Permanente di Milano (dal 23 novembre 2021 al 6 febbraio 2022) una mostra fisica dedicata alla Crypto Art, l'arte digitale degli NFT, (Non-Fungible Token), che utilizzano la tecnologia della blockchain (un registro pubblico digitale a prova di manomissione, già usato per le criptovalute come i Bitcoin), per accertare l'autenticità e la proprietà di ogni singola opera d'arte, con un sistema in grado di garantire, una volta eseguita la vendita, che l'opera abbia come proprietario unico ed esclusivo l'acquirente.

Dart 2121 è il primo grande progetto espositivo di Crypto Art dal vivo all'interno di uno spazio museale in Italia, che getta uno sguardo sul domani, attraverso opere di artisti che sfruttano le possibilità offerte dalle nuove tecnologie digitali. La mostra propone un ampio spunto di riflessione sulla creazione, la fruizione e il mercato dell'arte. Curata da DART e WRONG THEORY, in collaborazione con Alessandro Brunello, Alan Tonetti e Serena Tabacchi, DART 2121 propone un percorso che prevede l'interazione tra pubblico e manufatti digitali, attraverso una selezione fatta tra gli artisti emergenti, i blue chip, come si definiscono quelli già affermati nel campo, e gli OG, acronimo che identifica i cosiddetti Old Guys, che hanno iniziato per primi a lavorare con gli NFT.

The Sandbox è il metaverso tramite cui, con strumenti semplici ed alla portata di tutti, gli artisti possono creare le proprie opere digitali, trasformarle in NFT e venderle. The Sandbox sarà presente in maniera rilevante all'interno della mostra DART 2121 con l'esposizione di tre opere che ne sono parte integrante:

The Captain - Bored Ape #3749
Bored Ape #3749, chiamata The Captain, è una scimmia dalla pelliccia dorata, berretto da capitano, t-shirt nera e sguardo laser, che The Sandbox ha acquisito dalla prestigiosa collezione Bored Ape Yacht Club, e di cui viene presentata anche la versione avatar, utilizzabile nel metaverso.

The Sandbox Mystical Festival
Collezione di NFT creata da 18 artisti che riproducono i vari festival dell'estate giapponese. Opera finanziata con il Creator Fund da 2 milioni di dollari messo a disposizione dei creativi digitali da The Sandbox.

Shrine of Truth
Frutto della collaborazione tra Sand Rush e Light Trail Adventures, questa opera composta da 7 NFT rappresenta nel metaverso il "faro delle anime perdute".

Le opere suddette si aggiungeranno a un'ampia esposizione di opere dei seguenti artisti: AEFORIA . LUCAS AGUIRRE . ALOTTA MONEY . ALPHA CENTAURI KID . ALESSANDRO BAVARI . BAKAARTS . BILLELIS . ANDREA BONACETO . BORED APE YACHT CLUB . GARY CARTLIDGE . ANDREA CHIAMPO . FEDERICO CLAPIS . COLDIE . CRYPTO PUNKS . ETIENNE CRAUSS . MATTIA CUTTINI . DANGIUZ . ALESSIO DE VECCHI . DIEWITHTHEMOSTLIKES . DONNOH . DOTPIGEON . JESSE DRAXLER . JAN HAKON ERICHSEN . ESKALATOR . FRENETIK VOID . FABIO GIAMPIETRO . GIANT SWAN . MATTIA GIORDANO . GMUNK . RAF GRASSEETTI . GREBENSHYO . HACKATAO . NATE HILL . JANNE . JARVIN . TREVOR JONES . MATT KANE . RAPHAEL LACOSTE . GIUSEPPE LO SCHIAVO . LUSHSUX . TIM MAXWELL . GIOVANNI MOTTA . NEUROCOLOR . DAVIDE PETRAROLI . RARE PEPE . OVECK REYES . ROBNESS . ANNIBALE SICONOLFI . SINCLAIR . SIX N. FIVE . SKYGOLPE . FABIANO SPEZIARI . THOMAS STROKES III . TOOMUCHLAG . PINDAR VAN ARMAN . VEXX . JONATHAN WOLFE . XCOPY . XSULLO . ONDREJ ZUNKA . SARAH ZUCKER.

All'esperienza di visita, gli organizzatori hanno aggiunto una ricca programmazione di talk, interventi e interviste che coinvolgeranno alcune delle voci più autorevoli della Crypto Art, con un'attenzione particolare alle nuove possibilità del collezionismo sviluppatesi grazie agli NFT, nell'ambito dei quali segnaliamo l'appuntamento del 21 dicembre alle ore 17 con Sebastien Borget, COO e cofondatore di The Sandbox, che parlerà del metaverso e delle possibilità che offre ad artisti e nuovi creativi digitali.