Windows 10: Microsoft conferma l'addio alla rimozione sicura dei drive USB 37

Con la versione 1809 di Windows 10 la rimozione rapida dei drive USB diventa di default, bypassando dunque la celebre rimozione sicura dell'hardware.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   09/04/2019

Può essere una novità da poco ma ha un sapore alquanto storico: con il nuovo aggiornamento di Windows 10 si abbandona la buona vecchia procedura di "rimozione sicura dell'hardware" rendendo quella veloce lo standard e di fatto potendo disconnettere in ogni momento un drive USB senza subire minacciosi messaggi di avvertimento.

A dire il vero non è proprio una novità: già in precedenza Microsoft aveva introdotto l'opzione "Rimozione rapida" per le unità USB, che consente di estrarle senza dover accedere all'opzione per la rimozione sicura, semplicemente ora quest'ultima è diventata l'impostazione di default. Questa modifica è stata introdotta con la versione 1809 di Windows 10, che ha iniziato a essere diffusa già ad ottobre scorso, ma possiamo dire che l'ufficialità è giunta ora con il rollout definitivo dell'aggiornamento 1809.

Una volta effettuato l'update in questione, sarà dunque possibile rimuovere l'hardware USB quando vogliamo, perché sostanzialmente Windows 10 non sarà sempre pronto a scrivere sulla flash drive come in precedenza, mantenendola dunque in standby quando non utilizzata e facilitando in questo modo la sua rimozione. A dire il vero, la rimozione sicura non era forse la procedura più seguita del mondo, ma l'estrazione di una memoria USB a caldo, senza eseguirla, instillava sempre il dubbio di aver commesso qualcosa di sbagliato. Ebbene, ora su Windows 10 si potrà fare senza più sensi di colpa.

#Microsoft

Microsoft