WindTre sotto inchiesta per addebiti illeciti: 12 milioni sequestrati, 11 dirigenti indagati 2

Scandalo presso WindTre: un'operazione della Guardia di Finanza ha sequestrato 12 milioni di euro; scatta l'indagine per addebiti illeciti.

NOTIZIA di Simone Pettine   —   04/07/2020

Apprendiamo in queste ore che nella giornata di ieri sono state effettuate perquisizioni e sequestri nella sede legale di WindTre, presso Rho (Milano). Un notevole intervento da parte della Guardia di Finanza, su mandato della procura di Milano, del quale emergono maggiori dettagli proprio nel momento in cui scriviamo.

WindTre è accusata di addebiti illeciti nei confronti dei consumatori: si tratta presumibilmente di servizi a pagamento mai richiesti. L'indagine fa attualmente riferimento a banner pubblicitari fraudolenti, ad abbonamenti a servizi mai richiesti (suonerie, oroscopi, gossip), il tutto grazie alla tecnologia m2m (machine to machine) che non ha bisogno di alcun consenso da parte degli utenti. Badate bene, le informazioni attualmente disponibili sono poche e necessitano di conferme: arriveranno presumibilmente in un secondo momento.

Il procuratore della Repubblica Francesco Greco ha confermato che attualmente vi sono 11 indagati tra i dirigenti di WindTre, tra i quali anche Luigi Saccà, figlio dell'ex direttore generale della Rai. 12 milioni di euro sono stati sequestrati preventivamente: le ipotesi di reato parlano di frode informatica, tentata estorsione contrattuale e intrusione abusiva a sistema telematico.

Torneremo ad aggiornarvi non appena saremo in possesso di maggiori dettagli.

Windtre 1