Wolfenstein 2: The New Colossus e The Evil Within 2, la crisi dei giochi single player è più acuta su Steam?

Vediamo come sono stati estrapolati i recenti dati sui giocatori che hanno fruito Wolfenstein 2: The New Colossus e The Evil Within 2 su Steam

NOTIZIA di Davide Spotti   —   16/07/2018
35

Periodicamente il dibattito sulla crisi endemica attraversata dal settore dei giochi single player torna d'attualità. Questa volta protagonisti (in negativo) sono stati Wolfenstein 2: The New Colossus e The Evil Within 2 e più nello specifico le edizioni pubblicate su Steam. I due titoli sono disponibili da mesi e già in più occasioni si è parlato delle vendite insoddisfacenti che hanno ottenuto nel primo periodo di presenza sul mercato.

Quindi perché se ne parla ancora? È presto detto: negli ultimi giorni sono emersi nuovi e interessanti dati sull'affluenza dei giocatori in migliaia di titoli presenti nel catalogo digitale di Valve. Informazioni molto precise, estrapolate da una falla individuata nella documentazione API di Steam, che di solito viene impiegata dagli addetti ai lavori per delineare l'andamento dei propri prodotti sulla piattaforma. Il leak ha quindi permesso di ricostruire con esattezza la quantità di utenti che ha avuto accesso a più di 13.000 titoli presenti nel catalogo digitale di Valve.

Wolfenstein 2: The New Colossus  e The Evil Within 2, la crisi dei giochi single player è più acuta su Steam?

Per completezza riportiamo l'elenco dei venti prodotti più giocati:

1. Team Fortress 2 - 50,191,347 giocatori
2. Counter-Strike: Global Offensive - 46,305,966 giocatori
3. Playerunknown's Battlegrounds - 36,604,134 giocatori
4. Unturned - 27,381,399 giocatori
5. Left 4 Dead 2 - 23,143,723 giocatori
6. PAYDAY 2 - 18,643,807 giocatori
7. Garry's Mod - 18,576,379 giocatori
8. Warframe - 16,332,217 giocatori
9. Counter-Strike: Source - 15,001,876 giocatori
10. Paladins - 14,371,946 giocatori
11. The Elder Scrolls V: Skyrim - 13,235,488 giocatori
12. Terraria - 13,132,545 giocatori
13. Portal 2 - 13,062,700 giocatori
14. Sid Meier's Civilization V - 12,701,498 giocatori
15. Grand Theft Auto V - 12,604,123 giocatori
16. Borderlands 2 - 11,218,936 giocatori
17. Robocraft - 10,145,493 giocatori
18. Rocket League - 10,110,342 giocatori
19. Portal - 9,971,481 giocatori
20. War Thunder - 9,536,732 giocatori

Vediamo quindi di capire come siano stati dedotti questi dati. Sostanzialmente le informazioni si legano al completamento degli Obiettivi inclusi in ciascun gioco da parte degli sviluppatori. Un'efficace spiegazione del metodo di analisi è stata fornita da Tyler Glaiel, sviluppatore del platformer The End is Nigh. In soldoni, osservando le statistiche degli Achievements, è possibile estrapolare la quantità di persone necessaria ad ottenere quelle percentuali.

Sul sito di Steam questi dati vengono indicati con soli due decimali, mentre nei documenti API le informazioni sono molto più dettagliate, arrivando a mostrare fino a sedici cifre decimali. Essendoci più obiettivi da controllare, è possibile individuare un denominatore comune che funga per tutte le percentuali con elevata affidabilità. Così facendo è sostanzialmente possibile risalire alla base complessiva del pubblico giocante. Galaiel scrive che se per ipotesi un obiettivo è stato incamerato dallo 0.012782207690179348% dei giocatori, applicando il già citato denominatore comune si può dedurre che sia stato sbloccato da otto utenti su 62.587 senza la necessità di effettuare arrotondamenti.

Wolfenstein 2: The New Colossus  e The Evil Within 2, la crisi dei giochi single player è più acuta su Steam?

Provenendo dalla documentazione API di Steam si tratta infatti di dati molto più precisi rispetto ai metodi impiegati in passato da Steam Spy. Tuttavia, proprio perché questo criterio è interamente basato sugli obiettivi, solo 13.000 dei 23.000 titoli presenti attualmente sulla piattaforma di Valve sono stati monitorati e inseriti nell'elenco. Peraltro a partire dal 4 luglio Valve ha aggiornato l'API di Steam allo scopo di diminuire la precisione delle suddetti percentuali derivanti dagli Achievements, sulla scorta delle modifiche alle impostazioni per la privacy che sono diventate operative ad aprile.

Prima dell'intervento di Valve i dati sono stati raccolti da Sergey Galyonkin (il fondatore di Steam Spy) e inseriti nell'algoritmo di apprendimento automatico che veniva impiegato sulla vecchia piattaforma. I numeri si riferiscono perciò ai migliori giochi dotati di Obiettivi su Steam, classificati in base al numero di giocatori unici totali, quindi rispetto agli utenti che hanno fruito una determinata opera almeno una volta e sono aggiornati all'1 luglio 2018. Essendo state ricavate sulle informazioni derivanti dagli Obiettivi, l'elenco non include i prodotti che ne sono privi. Per chi avesse la curiosità di approfondire ulteriormente, è possibile reperire l'elenco delle prime mille posizioni a questo indirizzo