Repetita iuvant 5

La formula endless runner applicata a un platform vecchio stile

RECENSIONE di Fabio Palmisano   —   08/01/2015

Quello fra gameplay in stile endless runner e struttura free to play è uno fra i binomi più saldi dell'attuale panorama videoludico mobile, e non è un caso che tantissimi (troppi?) sviluppatori abbiano tentato di dire la loro in questo ambito nella speranza di poter vedere il proprio titolo in cima alle classifiche. Se si riesce a portare lo sguardo oltre all'oceano di cloni e copie carbone senza arte né parte, tuttavia, non è raro trovare qualche prodotto dotato delle qualità necessarie a farlo emergere, ed è questo il caso del qui presente Platfrom Panic.

Piattaforme da panico, fratè

Da esperta produttrice di giochi flash, Nitrome sa benissimo come rendere completamente comprensibile una struttura ludica dopo pochi secondi di gameplay, e Platform Panic non fa eccezione. Dalla schermata di avvio, tre pittogrammi sono più che sufficienti a spiegare il semplice ma efficace sistema di controllo, con il personaggio che si muove autonomamente (come in tutti gli endless runner che si rispettino) e l'utente che deve strisciare il dito in senso orizzontale per fargli cambiare direzione o verso l'alto per farlo saltare. Con questi pochi strumenti bisogna cercare di andare avanti seguendo un percorso strutturato a quadranti, con ogni schermata rappresentante un livello dotato di insidie e ostacoli particolari: un contatore nella parte alta del display segnala quante stanze sono state superate, e l'obiettivo è fare in modo che tale cifra sia il più possibile elevata quando la morte sopraggiunge per il contatto con spuntoni, proiettili, nemici e via discorrendo. La particolarità di Platform Panic risiede nel fatto che i livelli hanno una struttura ben definita, ma la loro successione è completamente casuale, quindi non vale la vecchia regola di imparare a memoria il percorso: il passaggio da un quadro all'altro è sempre una sorpresa, e spesso e volentieri sono richiesti buoni riflessi per riuscire a schivare in tempo i pericoli che ci si presentano davanti. Fortunatamente, il sistema di controllo svolge decisamente bene il suo compito, dimostrandosi reattivo e preciso quanto basta per far sì che il game over sopraggiunga solo per eventuali carenze dell'utente e non per presunte slealtà del design. Altro elemento sfruttato in maniera interessante da Nitrome è quello delle monete sparse (anch'esse in maniera casuale) all'interno dei livelli: spesso volutamente posizionate in zone a rischio, mettono costantemente il giocatore nella posizione di dover decidere se mettere a repentaglio i progressi per aumentare il proprio bottino.

Platform Panic è una divertente variazione in salsa platform sul tema degli endless runner

Le monete servono sia a sbloccare nuovi personaggi giocabili (ce ne sono nove in tutto, ognuno ispirato in maniera più o meno evidente ai protagonisti dei platform a 8 e 16 bit), sia come dazio da pagare per continuare a giocare in caso di morte: si parte con una richiesta di 15 unità per la prima concessione, con il prezzo che si moltiplica per ogni successivo evento durante la stessa partita. Seguendo quello che è un nuovo corso nella filosofia dei free to play, Nitrome non calca la mano con gli acquisti in-app, preferendo sostenersi con gli annunci pubblicitari che di tanto in tanto appaiono con dei pop-up nemmeno troppo invasivi o fastidiosi: sono disponibili comunque tre pacchetti di monete venduti a prezzi decisamente onesti, dato che il più cospicuo (5000 pezzi) costa solo 3,59€. Considerato anche questo aspetto, Platform Panic non fatica a dimostrarsi un prodotto assolutamente consigliabile per chiunque sia alla ricerca di un gioco divertente e immediato da sfruttare come passatempo nei brevi tempi morti quotidiani. È questa, infatti, la dimensione ideale di un prodotto comunque fondamentalmente ripetitivo nella sua essenza, e che non è stato concepito per sessioni particolarmente prolungate. Persino il comparto tecnico sembra confermare questa tesi, offrendo un'impostazione volutamente vecchia scuola che alla lunga diventa inevitabilmente monotona. I vari livelli che compongono il gioco sono basati su una manciata di elementi grafici sempre uguali, e la palette limitatissima di colori non aiuta di certo a rendere il gioco più vivace. Anche il sonoro fa la sua parte in tal senso, con una sola musica di sottofondo che può risultare davvero irritante se ascoltata troppo a lungo. Tutti elementi che comunque non possono essere considerati come peccati gravi per un titolo "mordi e fuggi" come questo.

Versione testata
iPhone 5S (1.0.2)
Digital Delivery
App Store, Google Play
Prezzo
Gratis
Multiplayer.it

8.0

Lettori

S.V.

Il tuo voto

Partendo dal presupposto che Platform Panic ambisce ad essere un passatempo e nulla più, il titolo Nitrome è più che apprezzabile per come riesce a coniugare uno stile ispirato ai platform vecchia scuola con i moderni metodi di fruizione mobile: forte di un gameplay immediato e divertente e di un sistema di controllo semplice e preciso, Platform Panic è un ottimo titolo per occupare i ritagli di tempo durante la giornata, senza doversi preoccupare di pubblicità invasive, grinding massiccio e acquisti in-app soffocanti.

PRO

  • Immediato e divertente
  • Controlli semplici e affidabili
  • Si gioca gratis senza problemi

CONTRO

  • Ripetitivo a lungo andare
  • Grafica e sonoro un po' troppo monotoni
  • Non è il massimo dello stile