Animali kamikaze

Il pazzo zoo di Razor Sharp Studios arriva su PlayStation 4 e PlayStation Vita

RECENSIONE di Mattia Comba   —   02/07/2015
12

Super Exploding Zoo potrebbe essere un titolo carino e coccoloso, di quelli con gli animali in stile cartoon, colori brillanti e una colonna sonora scanzonata che ti mette gioia di vivere. In realtà tutto è compromesso quando scopri che i vari animali in realtà sono imbottiti di esplosivo e pronti a farsi saltare in aria per uccidere gli alieni che hanno iniziato a invadere lo zoo. Un giorno sei lì tranquillo nella tua gabbia a lanciare sterco addosso ad altre scimmie come te, e quello dopo ti fai esplodere per distruggere un muro. Le stranezze della vita. Razor Sharp Studios non è nuova alle assurdità e dopo Frobisher Says e il più evocativo Hohokum, torna con un puzzle game sopra le righe piuttosto banale nell'impostazione ludica, mettendo al centro delle vicende gli esplosivi abitanti dello zoo e le loro poco ortodosse strategie difensive.

Super Exploding Zoo mette a disposizione animali esplosivi per impedire un'invasione aliena

Trofei PlayStation 4

Super Explooding Zoo mette a disposizione diciannove trofei legati in parte alla risoluzione dei livelli e in parte ai collezionabili sparsi per la mappa di gioco. Per ottenere i quattro trofei di bronzo, sei d'argento, otto d'oro e il platino sarà necessario completare tutti e sessanta i livelli e compiere azioni specifiche legate alle abilità di ogni animale.

Kaboom baby!

All'interno di ogni schema ci troveremo a fronteggiare uno o più alieni che si dirigono autonomamente e senza sosta verso il prezioso uovo; l'unico modo per fermarli è mandargli addosso in modalità kamikaze tutti gli animali che riusciamo a recuperare all'interno del livello in modo tale da distruggerli e proteggere il bottino. Le meccaniche sono piuttosto semplici: all'inizio dello stage ci troviamo in controllo di un solo animale che dobbiamo portare in giro per la mappa a svegliare i suoi compari, in modo tale da mettere in piedi un bel manipolo di pericolosi esplosivi, quanto basta per uccidere gli arrembanti ostili che puntano inesorabili la loro preda. Non ci sono attacchi, combo o quant'altro: basta avere un buon numero di bestie e buttarle tutte assieme addosso all'obiettivo. In tal senso è di fondamentale importanza non rimanere a secco di animali-munizioni perché ciò decreterebbe inevitabilmente la fine delle ostilità e la vittoria degli invasori.

Animali kamikaze
Animali kamikaze

A fronte di un'impostazione da tutorial, i primi dieci livelli scorrono via lisci senza troppi intoppi, tanto da far sembrare Super Exploding Zoo fin troppo facile, quasi infantile, ma una volta sbloccati quelli successivi la situazione si fa ostica. Il puzzle game si trasforma in una sorta di continuo trial and error in cui mettere in atto strategie ogni volta differenti, per riuscire a capire quale sarà la più efficace per risolvere ogni specifico schema. La profondità strategica è infatti data dalle abilità di ogni animale che deve essere utilizzato nel posto e nel momento giusto per evitarci di rimanere senza creature sotto il nostro controllo. Come detto bisogna sempre controllare almeno un'animale, ma per essere efficaci specialmente nei livelli più avanzati dove gli alieni si mostrano in gruppi di sei o più esemplari, occorre reclutare un buon numero di simpatici kamikaze, tutti dislocati in giro per la mappa a placidamente appisolati. I pinguini insieme ai dodo e agli asini sono semplice carne da macello, da mandare al massacro per distruggere muri e ostacoli in modo tale da liberati altri animali dalle loro gabbie. I coccodrilli e le tartarughe, al contrario, sono fondamentali per superare i corsi d'acqua, mentre le scimmie posso scalare le pareti e i leoni rallentare i nemici con il loro potente ruggito. Utilizzare la peculiarità di ognuno per infoltire il proprio esercito è la chiave per proseguire lungo livelli successivi, con un occhio sempre puntato alla barra laterale che indica l'avvicinamento degli alieni al loro obiettivo. Il design dei sessanta livelli è piuttosto vario, ma Super Exploding Zoo lascia il fianco scoperto su alcuni aspetti che ne compromettono la valutazione finale. Prima di tutto nonostante gli errori e i numerosi game over abbiamo finito il gioco in meno di quattro ore, con i vari sbloccabili che non riescono ad aggiungere longevità ad un titolo che dopo averti fatto scervellare per bene, non ha più nulla da offrire. Secondariamente la difficoltà sfocia troppo spesso in frustrazione, soprattutto quando si muove un folto manipolo di animali differenti e non si riescono a selezionare quelli di cui abbiamo bisogno. Ad esempio, se dobbiamo scalare una parete ma oltre alle scimmia controlliamo pinguini e coccodrilli, ci ritroviamo a perdere tempo prezioso senza riuscire immediatamente a impartire l'ordine desiderato. Allo stesso modo l'esplosione degli animali avviene in automatico per prossimità e può capitare ci si ritrovi, specialmente nelle fasi iniziali quando si controllano pochi animali, a farli saltare in aria per sbaglio sacrificando abilità fondamentali per la messa in atto della strategia finale.

Commento

Versione testata PlayStation 4
Digital Delivery PlayStation Store
Prezzo 9,90 €
Multiplayer.it

6.5

Lettori (5)

5.8

Il tuo voto

Con la sua premessa assurda e lo stile colorato e sopra le righe, Super Exploding Zoo riesce a strappare un sorriso e a divertire nelle pochissime ore che si impiegano a finire tutti i livelli proposti. All'aumentare della complessità, aumenta però anche la frustrazione per un sistema di controllo degli animali kamikaze abbastanza impreciso che più di una volta ci ha costretto prematuramente al game over, facendoci perdere secondi preziosi. Allo stesso modo sebbene le premesse strategiche alla base delle abilità dei singoli animali siano interessanti, non sono state sfruttate appieno soprattutto nei livelli avanzati, meno complessi di quanto fosse lecito aspettarsi.

PRO

  • Divertente e sopra le righe
  • Ottima varietà nelle abilità degli animali
CONTRO
  • Poco longevo
  • Frustrante in alcuni frangenti