Reami virtuali per tutti  7

Sony Online Entertainment si butta nel mondo dei casual-MMO con un prodotto sensato e ricco di varietà

RECENSIONE di Umberto Moioli   —   03/08/2009

Il fatto che i videogame interessino un'utenza trasversale e, soprattutto, necessitino di una simile varietà contenutistica, sono concetti piuttosto giovani nel panorama console che negli ultimi anni, specialmente su piattaforme Nintendo, ha visto il fiorire di una moltitudine di titoli dedicati a un'utenza generalmente non o poco considerata. Su PC il discorso è diverso, essendo oramai da parecchio tempo presente l'idea di gioco veloce e da tutti fruibile, prima sotto forma di flash game dalla magari non elevata qualità ma estremamente semplici e rigiocabili, e ora con la sempre più folta schiera di prodotti di massa online indirizzati ai più giovani e ai non giocatori. Titoli spesso capaci di rivelarsi anche innovativi, abbracciando a esempio sistemi di fruizione gratuiti abbinati alle micro transazioni - piccoli pagamenti da effettuare per ottenere oggetti o speciali

benefici - così da catturare il più vasto bacino di utenza possibile e poi convincerlo a investire in quello che, soprattutto grazie alle implicazioni da social network, è nel frattempo diventato un vero passatempo. Una strada ora percorsa anche da un gigante come Sony Online Entertainment che, impegnata in progetti più tradizioni come DC Universe Online e The Agency, ha comunque trovato il tempo per lanciare lo scorso aprile Free Realms: i dati parlano chiaro, 5 milioni di utenti in quattro mesi per una crescita che non sembra voler finire e che non era possibile non andare a indagare con maggiore attenzione.

Genesi di un alter ego

A impressionare in Free Realms è come gli sviluppatori siano riusciti a rivedere l'impianto classico dei giochi di ruolo online: solitamente è il concetto di sfida il meccanismo principale adibito a muovere i sottili fili del design alle spalle di un prodotto del genere, quel complesso di meccaniche in grado di impegnare e ricompensare, facendo evolvere il proprio alter ego virtuale; in questo caso, al mutare della prospettiva, sono cambiate anche le linee guida con cui ci si è definita l'esperienza, ruotando sul fianco una progressione di regola verticale, dando tutto e subito. Non si tratta quindi di ottenere ma di migliorare quello che già si ha, a partire dalla creazione di un personaggio personalizzabile nell'aspetto - maschio o femmina, umano o una sorta di esserino volante, passando dal colore della pelle, l'acconciatura e l'abbigliamento - e con poi a disposizione quattordici diverse classi (o lavori) tra cui scegliere in qualsiasi momento,

passando da una all'altra senza soluzione di continuità e migliorandone la conoscenza esercitandole. Le partite permettono quindi spaziare su ogni fronte, dedicarsi alle attività preferite in quel momento e perfezionarsi progressivamente, concentrandosi nel contempo nella creazione di una lista amici più folta possibile così come acquisendo nuovi oggetti. Il tutto gratuitamente, con un abbonamento da 4.99 dollari a disposizione di chi volesse aver accesso alle quattro classi esclusive, alcune missioni appositamente create e due spazi supplementari per avere altrettanti personaggi addizionali, con un negozio virtuale pronto ad accogliere migliaia di più o meno utili elementi secondari, acquistabili separatamente.

Un po' per tutti i gusti

L'idea di creare un MMO per tutti è come detto passata dalla scelta di mettere subito nella condizione di approfondire tutti i mestieri: dieci aperti a tutti e quattro, come già annotato, solo per gli abbonati. Le classi di combattimento si riducono agli stilemi tipici del genere - mago, ninja, arcere, medico e guerriero - e svolgono le loro battagliere attività all'interno di aree istanziate, separate dal mondo persistente così da non contaminare le altre pieghe del gameplay, legate a professioni come il postino, lo chef, il minatore o il pilota di kart, ciascuna caratterizzata da un minigioco come la consegna delle lettere o, in modo simile a quanto visto in Coocking Mama, la preparazione di una quantità di piatti diversi. Sony ha insomma pensato un po' a tutti, forzando la mano nel voler mettere più carne al fuoco possibile e creando una commistione di generi magari non particolarmente fluida ma di estrema varietà, permettendo di passare da un ambito all'atro o di concentrarsi solo su quello più vicino ai propri gusti, inserendo addirittura un gioco di carte collezionabili tanto per non far mancare proprio nulla e dando così ancora più orizzonti al negozio virtuale interno a Free Realms. Detto l'impegno e la quantità di diversi contenuti, tutti piuttosto ben fatti,

resta però inattaccabile la distanza del titolo dall'utenza più appassionata - chiamatela di hardcore gamer se preferite - che non potrà ritrovarvi la profondità di un normale gioco di ruolo online; non ci si aspetti World of Warcraft o Guild Wars, insomma, Free Realms è un prodotto indirizzato a chi è alla prima esperienza con gli MMO o a tutti coloro non hanno moltissime ore da dedicarvi costantemente, tanto che è incoraggiato più il gioco in solitaria che quello di gruppo.
Tecnicamente la parola d'ordine è stata funzionalità, con personaggi e ambienti disegnati con uno stile fumettoso e colorato, i primi ben animati i secondi piuttosto vari, pur andando a ricadere nelle tipologie paesaggistiche tipiche del fantasy.

Multiplayer.it

8.0

Lettori (21)

7.4

Il tuo voto

Free Realms è un buon prodotto, da sperimentare gratuitamente e via via sempre più personalizzabile grazie al sistema di micro transazioni; una formula perfetta perché pensata per i giocatori occasionali a cui la vasta mole di contenuti inseriti si rivolge, che potranno entrare in un mondo virtuale persistente senza per questo dovervi investire moltissime ore o scontrarsi con meccaniche estremamente complesse, come spesso accade. Per chi invece fosse già iniziato al genere, vale comunque un giro di prova, tanto per prendere una ventata d'aria fresca e non farsi mancare nulla, prima di rivolgersi altrove.

PRO

  • Tante attività da subito disponibili
  • Struttura adatta all'utenza a cui si rivolge
  • Gratis da giocare con costi aggiuntivi opzionali

CONTRO

  • I giocatori più esperti lo troveranno poco profondo
  • Ambientazione fantasy non del tutto nuova

Requisiti di Sistema PC

Configurazione di Prova
  • Sistema Operativo Windows Vista;
  • Processore Phenom II X3 720 BE;
  • 4GB di Ram;
  • Scheda Video Radeon HD 4890
Requisiti minimi
  • Sistema Operativo Windows XP o Vista;
  • Processore Pentium 4 or Equivalent;
  • 512 MB di Ram;
  • Scheda Video nVidia GeForce 3 o superiore;
  • Connessione a internet a banda larga