ASUS ROG Phone 5s Pro, la recensione dello smartphone Android perfetto per il gaming

ASUS rilancia il suo ROG Phone 5 con un aggiornamento a distanza di 8 mesi: sarà sufficiente per dare nuovo lustro al miglior smartphone dedicato al gaming?

RECENSIONE di Andrea Palmisano   —   21/11/2021
29

ASUS ROG Phone è un unicum nel panorama degli smartphone Android: malgrado non sia l'unico telefono espressamente votato al mobile gaming è senza dubbio quello più avanzato e completo, una sorta di punto di riferimento per questa nicchia di mercato che è comunque estremamente attiva.

Riprova ne è il fatto che si siano susseguite numerose generazioni del ROG Phone, sempre accolte con un certo entusiasmo da parte dell'utenza interessata. E così, dopo il salto dalla terza generazione alla quinta fondamentalmente determinata dal fatto che il numero 4 in molti paesi asiatici sia ritenuto un numero sfortunato, a distanza di pochi mesi dall'uscita più recente ci ritroviamo a parlare di ROG Phone 5s, evoluzione che, assieme all'ancora più potente 5s Pro, cerca di dare qualcosa di più a un pubblico evidentemente molto esigente.

Scopriamo i dettagli di questa revisione nella recensione dell'ASUS ROG Phone 5s Pro.

Caratteristiche tecniche

Il Rog Phone 5s Pro accanto all'accessorio Kunai 3 Gamepad
Il Rog Phone 5s Pro accanto all'accessorio Kunai 3 Gamepad

Non ci vuole una mente particolarmente brillante per comprendere già dal nome come questo ROG Phone 5s Pro sia una evoluzione del modello precedente, non certo un device nuovo. Per questo motivo vi rimandiamo alla nostra recensione del ROG Phone 5, così da farvi un'idea abbastanza approfondita di quali siano i contenuti del prodotto, che sono in buona parte comuni.

La principale novità sta nell'introduzione dello Snapdragon 888+ rispetto all'888 liscio del predecessore e all'uso di uno schermo capace di un touch sampling rate di 360 Hz contro i 300 Hz del ROG Phone 5. I tagli di memoria sono da 12 e 16 GB di RAM per il 5s, mentre il 5s Pro in maniera pari al 5 Ultimate arriva a toccare gli incredibili 18 GB di RAM.

Vale la pena segnalare come il 5s sia destinato a sostituire sul mercato il 5, così come il 5s Pro rimpiazzerà il 5 Ultimate: i modelli precedenti saranno infatti disponibili solo fino a esaurimento delle scorte, con buona pace di chi voleva sfruttare lo street price ribassato per comprarlo in futuro.

Come già anticipato, il ROG Phone 5s monta un SoC che è al momento quanto di meglio Qualcomm sia in grado di offrire: lo Snapdragon 888+, evoluzione dell'888 che si trovava sul ROG Phone 5. In realtà però le differenze sono veramente poche, essendo riconducibili sostanzialmente ad un piccolo aumento di clock del core principale. il SoC è infatti un octa core, con gli 8 core Kryo 680 per la CPU: 4 possono girare fino a 1.8 GHz, altri 3 fino a 2.42 GHz, e poi c'è il core principale. Ecco, è soltanto questo che cambia di velocità, dal momento che sale a 3.0 GHz rispetto ai 2.84 GHz dell'888 liscio.

È abbastanza chiaro come si tratti quindi di una differenza minima e impercettibile, confinata soltanto alle operazioni single-core e che anche in tal caso deve confrontarsi con il problema del maggiore calore prodotto, destinato ad essere dissipato da un meccanismo che non è stato migliorato a confronto del ROG Phone 5. Sia ben chiaro, Asus ha progettato uno dei sistemi di dissipazione più evoluti e complessi presenti su qualsiasi smartphone, tanto da offrire anche un ulteriore accessorio dedicato: si tratta dell'AeroActive Cooler 5, strumento da collegare al retro del telefono per agire in maniera attiva e abbassare la temperatura anche di 10 gradi sulla CPU.

L'Armoury Crate permette di gestire molti fattori e tenere sotto controllo la temperatura
L'Armoury Crate permette di gestire molti fattori e tenere sotto controllo la temperatura

Tale attrezzo, compreso nella confezione solo del ROG Phone 5s Pro e da comprare a parte nelle altre versioni (ad un prezzo di 59,99€), consente inoltre di avere accesso alla modalità X Mode+ che dà una ulteriore spinta alla X Mode utilizzabile anche senza AeroActive; opzione simile al Gaming Mode degli smartphone "normali", però sotto steroidi: attraverso di essa infatti il telefono aumenta il clock di CPU e GPU, il refresh rate dello schermo e la velocità di rilevazione del tocco.

C'è però da segnalare come il ROG Phone 5s e il 5s Pro scaldino veramente tanto in condizioni di forte carico di lavoro: abbiamo messo alla prova il telefono utilizzando uno stress test apposito (3D Mark Wild Life Extreme stress test) e il telefono ha raggiunto i 60 gradi, rendendo difficile anche solo tenerlo in mano. Sia chiaro, arrivare a tali situazioni usando giochi "normali" è decisamente difficile, ma preparatevi in ogni caso ad avere a che fare con un telefono che scalda parecchio.

Tornando al confronto tra il ROG Phone 5 e il 5s, all'atto pratico le novità tecniche si traducono quindi in modeste variazioni nei benchmark tra l'888 e l'888+, con miglioramenti abbastanza sottili e che è francamente complicato notare nel mondo reale.

Al di là di ciò rimane il fatto che il ROG Phone 5s è capace di performance impressionanti, superiori a qualsiasi altro smartphone Android praticamente in ogni condizione. Certo alcune scelte hanno il sapore più di una specie di esibizionismo tecnologico che di una reale utilità pratica: già i 12 GB di RAM sarebbero tanti, la variante da 16 GB è francamente esagerata, così come è poco comprensibile l'effettivo vantaggio che possano portare gli ulteriori 2 GB che portano ai 18 GB del 5s Pro.

L'audio infine è eccellente, anche qui invariato nei confronti del 5: il DAC dedicato e gli ottimi speaker stereo simmetrici garantiscono un livello qualitativo sul fronte sonoro veramente con pochi eguali sul mercato.

Scheda tecnica

  • Dimensioni: 173 x 77 x 9.9 mm
  • Peso: 238 grammi
  • Display: AMOLED 6,78" 144Hz
  • Soc: Snapdragon 888 Plus
  • RAM: 18 GB
  • Fotocamere: 64 Mp + 13 Mp + 5 Mp
  • Apertura: F 1.8 + F 2.4 + F 2
  • Fotocamera frontale: 24 Mp F 2.5
  • Connettività Wi-Fi: 802.11 a/b/g/n/ac/6e
  • Bluetooth: 5.2
  • Sensori: Accelerometro, Prossimità, Bussola, Giroscopio, Impronta digitale
  • Batteria: 6000 mAh
  • Prezzo e memoria:
    12 GB RAM + 512 GB a 1099€ (5s)
    16 GB RAM + 512 GB a 1199€ (5s)
    18 GB RAM + 512 GB a 1299€ (5s Pro)

Design

Il ROG Phone 5s Pro ha un design praticamente invariato
Il ROG Phone 5s Pro ha un design praticamente invariato

Le misure restano identiche al modello 5 classico: 173.00 x 77.00 x 9.90 mm e quasi 240 grammi di peso per uno smartphone che si fa sentire sul polso, tanto da rendere un po' faticosa l'impugnatura in modalità verticale con una mano. Ma questo è inevitabile visti i contenuti tecnologici e l'hardware che compone il device, e non sarebbe possibile avere un risultato diverso realizzando un prodotto analogo. Semplicemente, chi compra un ROG Phone non lo fa sicuramente per la portabilità o la comodità, poco ma sicuro.

Il design, anche qui praticamente identico al precedente, conferma una linea stilistica volta se non proprio alla sobrietà, perlomeno alla non eccessiva appariscenza: meno vistoso rispetto alle prime generazioni, il ROG Phone 5s Pro ha un retro scocca abbastanza standard, contraddistinto solo dal corpo fotografico e da alcuni elementi grafici che adottano linee molto nette e "taglienti", un po' cyberpunk per capirci.

Sulla versione Pro il retro alloggia poi un piccolo schermo aggiuntivo PMOLED chiamato ROG Vision, come già visto sul 5 Pro, un vezzo estetico che può essere sfruttato sia per temi e animazioni (anche qui personalizzabili) che per segnalare notifiche di sistema, come per esempio le chiamate in arrivo: una soluzione utile se avete l'abitudine di poggiare il telefono sul tavolo con la faccia all'ingiù. La qualità costruttiva è molto alta, come è lecito attendersi da uno smartphone di questo prezzo: Gorilla Glass 3 davanti e dietro e cornice in alluminio anodizzato donano un aspetto premium al device, che si fa quindi apprezzare alla vista, pur risultando effettivamente parecchio scivoloso tra le mani.

Accanto ai vari tasti e connettori standard collocati lungo il perimetro merita menzione il jack audio da 3.5 mm, non scontato al giorno d'oggi, e la presa secondaria USB-C collocata su uno dei lati lunghi accanto accanto al connettore PIN per gli accessori come l'AeroActive Cooler 5: una posizione naturale visto l'utilizzo ideale in orizzontale dello smartphone, che permette così di non bisticciare coi cavi durante le sessioni di gioco. Peccato che tali collegamenti siano protetti da un semplice cappuccio in gomma removibile, che temiamo possa essere perso con estrema facilità.

Display

Il display di ROG Phone 5s Pro è davvero ottimo
Il display di ROG Phone 5s Pro è davvero ottimo

Lo schermo del ROG Phone 5s Pro è un eccellente e ampio pannello AMOLED da 6,78" a 144Hz con risoluzione 1080x2448 pixel, densità di 395ppi e un rapporto di forma di 20.4:9. Si tratta di un display veramente appagante, estremamente luminoso grazie agli 800 nit di luminosità tipica e ai 1200 di picco. Si tratta anche in questo caso dello stesso identico schermo del ROG Phone 5, quindi di valore riconosciuto: leggibile in qualsiasi situazione di luce e soprattutto fluidissimo, elemento quest'ultimo essenziale nel gaming competitivo. L'unica differenza, come già anticipato, sta nel rilevamento del tocco che sale da 300 a 360 Hz che abbassa la latenza da 24.3 a 24 millisecondi. Lasciamo a voi la riflessione su quanto questi 0.3 ms possano effettivamente avere peso.

Chiusa la parentesi, lo schermo chiaramente sa farsi apprezzare ugualmente nell'uso quotidiano, motivo per cui anche qualora scegliate di sfruttarlo per i più banali scopi di visione di video su YouTube o sui servizi di streaming come Netflix, troverete altrettanto piacere.

Fotocamera

La fotocamera del ROG Phone 5s Pro è uno dei pochi punti deboli
La fotocamera del ROG Phone 5s Pro è uno dei pochi punti deboli

Non c'è molto di nuovo da dire in merito al comparto fotografico di ROG Phone 5s, che è identico a quello del 5 e quindi sicuramente inferiore rispetto agli altri componenti del telefono. La stessa ASUS ritiene che foto e video siano secondarie nella classifica delle priorità per chi acquista un gaming phone come il ROG, e su questo non ci piove, eppure qualcosa in più sotto questo punto di vista sarebbe stato gradito visto che già a inizio anno risultava non pienamente soddisfacente.

Ecco quindi nuovamente il sensore principale Sony IMX686 da 64 MP accompagnato dalla ultrawide da 13 MP e dalla macro da 5 MP: una configurazione da medio gamma, non certo top, che risulta quindi funzionale ma con diversi limiti, soprattutto in condizioni di scarsa luminosità. Con buona luce invece gli scatti sono apprezzabili, anche se l'assenza di una lente zoom è sempre meno accettabile con questi prezzi.

Convincenti i video fino a 8K a 30 FPS, molto ben stabilizzati scegliendo una risoluzione minore.

Gaming

ASUS ROG Phone 5s Pro mostra il meglio nel gaming competitivo
ASUS ROG Phone 5s Pro mostra il meglio nel gaming competitivo

Lato gaming l'esperienza con ROG Phone 5s Pro si potrebbe sintetizzare così: è il massimo che si possa attualmente desiderare. Al di là degli elementi di facciata, degli ammiccamenti e dello stile da pro gamer infatti, l'esperienza consolidata di ASUS con le generazioni precedenti ha dato vita a uno smartphone ottimizzato in maniera veramente notevole per i videogiochi, con reali e tangibili vantaggi che ovviamente si mostrano tanto più quanto ci si trova a confrontarsi con titoli multiplayer competitivi e giocatori di elevata abilità.

Non va dimenticata poi la presenza di due aree sensibili al tocco nella zona in cui abitualmente sono collocati i tasti dorsali dei gamepad proprio al fine di fare la funzione di due trigger L e R, tra l'altro eventualmente anche sdoppiabili per avere a disposizione L2 e R2.

La gestione di tutti gli elementi e delle ottimizzazioni specifiche passa attraverso l'Armoury Crate, l'interfaccia di ASUS creata per agire su una marea di parametri, veramente tantissimi, così da ritagliare e cucire l'esperienza d'uso dello smartphone esattamente in base alle proprie preferenze. Un livello di personalizzazione assolutamente unico, che definisce in maniera netta l'offerta di ASUS rispetto alla concorrenza.

Poi, anche in questo caso, deve ovviamente esserci una valutazione soggettiva: chi ama perdere le ore tra settaggi e osservare le differenze tra un setup e l'altro e le statistiche dettagliate delle performance troverà un autentico godimento; al contrario, chi preferisce esperienze d'uso più semplici e dirette potrebbe restare soverchiato dalle infinite possibilità offerte dall'interfaccia un po' caotica di ASUS.

Batteria

ASUS ROG Phone 5s Pro ha una batteria da ben 6000 mAh
ASUS ROG Phone 5s Pro ha una batteria da ben 6000 mAh

L'autonomia di ROG Phone 5s Pro è sostanzialmente assimilabile a quella del predecessore visto che la batteria è la stessa, da 6000 mAh grazie a 2 moduli da 3000 mAh l'uno posti alle estremità della scocca, con nel mezzo collocato il SoC. Una capacità sopra la media che è necessaria per garantire un'autonomia adeguata durante le sessioni di gioco se non si è collegati alla corrente. Se non si esagera col gaming si possono raggiungere tranquillamente i due giorni di uso senza farsi mancare niente. Peccato per l'assenza della ricarica wireless.

Esperienza d'uso

Il ROG Phone 5s Pro con l'Aeroactive Cooler 5
Il ROG Phone 5s Pro con l'Aeroactive Cooler 5

L'esperienza d'uso di ROG Phone 5s Pro è estremamente suscettibile in base alla situazione in cui lo si colloca. Essendo un prodotto focalizzato per un uso preciso è chiaro come in quel caso sia semplicemente eccellente: nel gaming, come già detto, ROG Phone 5s Pro sa garantire tutta una serie di vantaggi e ottimizzazioni che si fanno apprezzare, e che per un pubblico di appassionati possono effettivamente rappresentare un fattore di forte preferenza. In ambito competitivo soprattutto, il ROG Phone 5s Pro può portare benefici sotto ogni punto di vista, dal versante tecnico a quello dell'interfaccia.

Spostando l'uso dello smartphone a contesti più comuni, il notevole peso e le dimensioni sono un ostacolo non da poco riducendo la maneggevolezza nella quotidianità: se siete soliti dare un'occhiata al telefono o comunque interagire con esso molte volte durante la giornata è inevitabile trovare il ROG Phone 5s Pro più scomodo rispetto ad altre soluzioni. Di converso il telefono è ovviamente velocissimo anche nelle operazioni extra-gaming e lo schermo a 144 Hz dona una fluidità eccellente al tutto.

La personalizzazione di Android ad opera di ASUS è molto buona, garantendo anche per quanto riguarda questo aspetto una quantità di opzioni sopra la media. Unico appunto di cui tener conto è una certa pigrizia della casa sul versante aggiornamenti, fattore che potrebbe ritrovarsi anche in questo caso. Al momento il telefono monta Android 11 e non ci sono dettagli in merito all'aggiornamento alla release 12.

Commento

Prezzo 1299 €

Multiplayer.it

8.0

ASUS ROG Phone 5s Pro è senza ombra di dubbio un mostro di potenza, il miglior gaming phone esistente sul mercato e una autentica goduria per chiunque abbia interesse in questo genere di dispositivi. Se però ci si domanda se ci fosse veramente bisogno di questa evoluzione del precedente ROG Phone 5, è complicato rispondere in maniera affermativa: le differenze sono veramente minime e marginali e malgrado il prezzo di listino sia analogo, è chiaro che lo street price del 5, ora destinato a scomparire dal mercato, era sceso nel corso dei mesi rendendolo più appetibile all'utenza. Se quindi parlare di semplice repack può sembrare ingeneroso, la realtà dei fatti non è troppo distante, ponendo questo nuovo modello in una posizione scomoda nei confronti di un ROG Phone 6 che non si farà certo attendere troppo.

PRO

  • Scheda tecnica al top
  • Il miglior gaming phone in commercio
  • Velocissimo in ogni ambito di utilizzo
  • Ottimo display
CONTRO
  • Differenze col ROG Phone 5 quasi del tutto trascurabili
  • Comparto fotografico che rimane debole
  • Niente ricarica wireless
  • Prezzo molto alto