Below, la recensione per PS4

Below arriva finalmente su PlayStation 4 con una piacevole novità: la modalità Esplorazione. Scopriamo se vale la pena recuperare il gioco nella nostra recensione

RECENSIONE di Luca Forte   —   07/04/2020
6

Ad un anno e mezzo dalla pubblicazione su Xbox One e PC, ecco la nostra recensione di Below per PS4. Un gioco che arriva sulla console di Sony immutato da un lato, ma con anche una gustosa novità, pensata per tutti coloro che volessero avvicinarsi al gioco in maniera più rilassata: la modalità Esplorazione.

La storia editoriale di Below è piena di alti e bassi. Presentato in pompa magna durante la conferenza Microsoft dell'E3 2013, il gioco di Capybara Games sparì dai radar per diversi anni, fino a riemergere 5 anni dopo nella forma che tutti conosciamo. Un forma che, come la nostra recensione della versione Xbox One spiega egregiamente, non è riuscita a convincere del tutto.

Lo sviluppatore, lo studio famoso per giochi quali Superbrothers: Sword & Sorcery e Super Time Force, non è riuscito a trovare una sintesi perfetta tra le sue anime, regalando un titolo estremamente ispirato artisticamente, ma con qualche spigolo di troppo.

Sopravvivenza, la modalità originale

La modalità base di Below arriva su PlayStation 4 in maniera praticamente immutata. Dopo un lungo prologo nel quale si vede un prode eroe arrivare su di un'isola abbandonata, dovremo arrabattarci per capire come sopravvivere ai tanti pericoli mortali che si annidano nelle profondità della terra.

Come dicevamo, Below mescola tanti elementi insieme in un mix piuttosto originale: occorre trovare in giro per i livelli il materiale e le scorte per poter sopravvivere e restare in salute, bisogna combattere i tanti nemici come nei The Legend of Zelda classici e bisogna esplorare i livelli in maniera piuttosto simile a quanto visto nei Dark Souls: man mano che si esplorano le profondità della terra, infatti, si trovano passaggi segreti e scorciatoie in grado di semplificare la navigazione tra le diverse parti dell'isola. A rendere ancora più forte l'omaggio è il fatto che i checkpoint sono rappresentati da dei falò tra i quali è anche possibile navigare istantaneamente.

Altri elementi presi dai souls-like sono le sfere luminose lasciate da ogni nemico sconfitto che servono anche per potenziare i falò, la necessità di tornare dove siamo stati abbattuti per poter recuperare i materiali raccolti fino a quel momento e la difficoltà generale che punisce ogni minimo errore. I livelli, oltre ad essere pieni di nemici e tentacolari, infatti, sono ricchi di trappole spesso letali e altri scherzi di questo genere che possono interrompere improvvisamente e sul più bello un partita, con le conseguenti frustrazioni.

Questo elemento, più la continua necessità di mantenere alti i parametri vitali, meccanismi di crafting non particolarmente approfonditi e un sistema di combattimento non molto complesso e tecnico hanno impedito a Below di fare breccia nel cuore del nostro Emanuele Gregori e di molti altri giocatori.

Below, la recensione per PS4

Esplorazione, per un gioco più rilassato

Per venire incontro a coloro che vorrebbero una modalità un po' più rilassata e provare a risolvere alcuni dei problemi emersi in questi mesi, Capybara Games ha deciso di sviluppare la modalità Esplorazione. Questa nuova modalità debutta assieme alle versione PlayStation 4, ma arriverà come aggiornamento gratuito anche su PC e Xbox One.

Nella modalità Esplorazione al giocatore sarà chiesto di arrivare sull'isola, lottare e, per l'appunto, esplorare senza la necessità di dover pensare anche al proprio sostentamento. In altre parole si tratta di una modalità semplificata, incentrata delle componenti avventurose di Below, che accantona da un lato tutta la parte survival del gioco, dall'altra facilità leggermente l'esplorazione.

Lo scopo di Capy Games è quello di porre maggiormente l'accento sulle qualità migliori del prodotto, così da trasformare Below in un'esperienza più action e dinamica, nella quale poter procedere più speditamente alla scoperta dell'isola, di tutti i suoi segreti e dell'onirica e misteriosa trama del gioco.

L'arrivo su PS4

Un altro elemento che emerge rafforzato da questa "semplificazione" è il lato artistico del gioco. Ponendo maggiormente l'accento sull'esplorazione e non sulla sopravvivenza si ha anche più tempo per poter ammirare il lavoro svolto da Capybara Games. Lo studio canadese, da questo punto di vista, ha svolto un lavoro encomiabile, con scelte registiche azzeccate - in grado di dare spettacolarità da una grafica a volo d'uccello che solitamente poco si presta a questo genere di cose - e un gusto eccellente.

Tra un'architettura che riporta alla mente Monument Valley, una scampagnata tra l'erba alta che ricorda The Legend of Zelda e i falò che richiamano i Souls, gli occhi ne escono decisamente appagati da questa discesa all'interno delle viscere dell'isola di Below. La conversione su PlayStation 4 ha mantenuto inalterate tutte le sue qualità. La nostra prova su di una PS4 Pro non ha evidenziato particolari problemi di frame rate o eventuali bug, consentendoci in questo modo di avere un'esperienza ottimale e di concentrarci sull'esplorazione, i combattimenti e le atmosfere.

Atmosfere garantite anche dall'ottima colonna sonora, mai invadente, ma in grado di accompagnare l'azione nel modo migliore, attraverso lontani rombi di tuono e musiche piuttosto evocative.

Nel complesso, quindi, un lavoro svolto in maniera professionale, senza particolari colpi di genio, ma sufficientemente solido per consentire una corretta fruizione anche su PlayStation 4.

Commento

Versione testata
PlayStation 4
Digital Delivery
PlayStation Store
Multiplayer.it

7.5

Lettori (3)

6.5

Il tuo voto

Below arriva su PS4 in ottima forma: la modalità Sopravvivenza mantiene inalterata l'anima originale del gioco, ovvero quella di un rogue-lite piuttosto severo nel punire ogni sbaglio e ogni mancanza dei giocatori. Una rigidità che in molti potrebbero non aver apprezzato: per questo la modalità Esplorazione potrebbe essere la scusa grazie alla quale riscoprire Below. Ponendo l'accento più sui combattimenti e l'esplorazione, Capy Games consente di vivere l'isola in maniera più rilassata, dando a tutti il modo di esplorarla a fondo e scoprirne ogni segreto. Questa modalità arriverà anche attraverso un aggiornamento gratuito su PC e Xbox One, consentendo quindi a tutti di riprendere in mano il gioco nel caso in l'avessero abbandonato per qualche motivo.

PRO

  • Bello come un tempo
  • Esplorazione consente a più persone di godersi il gioco
  • Conversione solida
CONTRO
  • I limiti del gameplay sono rimasti
  • Coloro che l'hanno finito non hanno motivi di rigiocarlo