Crysis Remastered, la recensione su Nintendo Switch 107

Crysis arriva su Nintendo Switch, in un porting nel complesso valido: ecco la nostra recensione di Crysis Remastered.

RECENSIONE di Simone Pettine   —   25/07/2020

Indice

Ed eccovi qui a leggere la nostra recensione di Crysis Remastered su Nintendo Switch. Ci avreste mai creduto, se ve l'avessero anticipato prima dell'annuncio degli sviluppatori? Ironia che raddoppia, volendo considerare che la versione per tutte le altre console è stata rimandata ai prossimi mesi, mentre il porting per Nintendo Switch ha rispettato ogni scadenza, e nel momento in cui scriviamo è disponibile per il download (solo in digitale). La versione per la console ibrida targata Nintendo, quindi, ha ricevuto un occhio di riguardo, un trattamento tutto suo. E i risultati si vedono. Perché Crysis (sì Crysis, proprio il Crysis che praticamente è stato utilizzato spesso come benchmark grafico su PC) su Nintendo Switch gira davvero. E neanche troppo male, come state per leggere.

La conversione e il comparto tecnico

Dato che si tratta dell'argomento senza dubbio più interessante e incalzante, partiamo proprio dalla conversione di Crysis Remastered su Nintendo Switch, curata in collaborazione da Crytek e Saber Interactive (quelli di Call of Cthulhu, per capirsi) e contraddistinta da una parola d'ordine che probabilmente richiameremo spesso, anche più avanti: compromesso. Crysis Remastered su Nintendo Switch è il frutto di un necessario, evidente e (nella stragrande maggioranza dei casi) positivo compromesso.

Nswitchds Crysisremastered 01

Si è riusciti in qualche modo a comprimere Crysis in 7,2 GIGA di spazio, e a renderlo disponibile su Nintendo Switch in modo del tutto naturale: come se fosse stato pensato da sempre per questa console. Ecco allora che l'avventura principale, completabile in circa 10 o 12 ore di gioco, scorre liscia e senza intoppi; occasionalmente abbiamo riscontrato qualche crash dell'intera applicazione, ma si tratta di casi sporadici e comunque niente affatto problematici, grazie al salvataggio rapido automatico del titolo.

Nswitchds Crysisremastered 02

Dal punto di vista numeri puri, Crysis Remastered (in linea teoria) raggiunge i 720p e i 30 FPS sia in modalità TV che portatile: niente di più, niente di meno; ma non è mica poco, trattandosi di Crysis e - allo stesso tempo - di Nintendo Switch. Il frame rate si mantiene dignitosamente stabile in numerose situazioni, anche quando abbiamo creduto che presto avrebbe ceduto; scende invece di qualche punto nella fasi più concitate o ricche di nemici e mezzi di trasporto (anche se a guidarli è il giocatore). Nulla di troppo drastico comunque: si tratta di brevi sequenze in cui passa probabilmente dai 30 ai 25 FPS.

Nswitchds Crysisremastered 03

Altrettanto variabili sono parecchi dettagli legati alla grafica di gioco: Crysis sfrutta la risoluzione dinamica in modo intelligente, in modo che il colpo d'occhio complessivo, soprattutto all'aperto, ne risulti quasi sempre soddisfatto. Evidenti, tuttavia, i compromessi (vedete come torna questa parola) soprattutto con asset e texture di gioco: è facile scorgere oggetti che d'un tratto diventano grezzi, spigolosi, sgranati, e che un secondo dopo sono di nuovo tornati ad essere accettabili. Onnipresente, inoltre, quella ben nota sfocatura all'orizzonte, che sparisce man mano che ci si avvicina. Bene, invece, per quanto riguarda l'introduzione di un nuovo sistema di illuminazione del mondo di gioco, che appare così sempre realistico ed evocativo.

Al di là delle considerazioni sul comparto tecnico, il giocatore non può che provare un senso di soddisfazione durante le sue partite a Crysis Remastered su Nintendo Switch: la resa complessiva è davvero dignitosa, benché ben lontana dalla perfezione. Ma con tutta probabilità (e questo è il punto) sarebbe stato difficile, se non impossibile, fare di meglio.

Gameplay

Il debutto di Crysis risale all'ormai lontanissimo 2007, dunque di acqua sotto i ponti ne è passata parecchia; e tuttavia, è incredibile notare come ancora oggi il titolo abbia non solo parecchie cose da dire (e da insegnare ai propri fratelli più giovani) ma anche ore ed ore di divertimento un po' per tutti gli amanti del genere FPS. Cuore dell'intera esperienza è ancora una volta la Nano Muscle Suit, ovviamente, cioè l'armamentario hi-tech in dotazione al protagonista.

Nswitchds Crysisremastered 04

I comandi di gioco sono stati adattati in modo intelligente ai controller di Nintendo Switch, sia che giocate giocare con i normali Joy Con sia che preferiate il (consigliato) Nintendo Switch Pro Controller. Tramite i tasti dorsali il giocatore attiva/disattiva intuitivamente i vari comandi della tuta, stando estremamente attendo a non scaricarla mai del tutto; situazione incresciosa che può portare rapidamente alla morte.

La nano suit, lato gameplay, permette di godere di notevoli vantaggi: salti caricati, velocità di corsa aumentata, scudo difensivo che per alcuni secondi filtra tutti gli attacchi, modalità stealth che consente di avvicinarsi a qualsiasi avamposto o nemico senza farsi notare, per eliminare i presenti silenziosamente. Ciò garantisce diversi approcci a situazioni simili: che vi sia una base da assaltare e ripulire o un congegno da distruggere, si potrà procedere ora come dei veri e propri prepotenti che non temono nessuno, ora nell'ombra senza mai essere visti.

Crysis Remastered

Il gunplay è sicuramente invecchiato, ma anche qui il "fattore Nintendo Switch" torna in aiuto. Difatti l'intero Crysis Remastered può essere fruito facendo uso del giroscopio e del motion control; il nostro consiglio, in questo caso, è però quello di disattivare la mira assistita, perché di tanto in tanto entra in conflitto proprio con il giroscopio, facendo "mancare" anche bersagli immobili. Se preferite, comunque, i sensori di movimento possono essere disattivati rapidamente dal menù principale, sparendo così senza lasciare traccia.

Versione testata
Nintendo Switch
Digital Delivery
Nintendo eShop
Prezzo
29,99 €
Multiplayer.it

7.0

Lettori (2)

9.6

Il tuo voto

Crysis Remastered è qui, e la prima console dove ha scelto di debuttare è Nintendo Switch: quella che, considerando l'hardware di riferimento, avrebbe dovuto mostrare da subito cedimenti, compromessi, infine desistere dal far "girare" il titolo di Crytek. Invece no: al netto di doverosi sacrifici, Crysis Remastered torna alla ribalta con tutto il suo carico di divertimento e - fin dove gli è possibile - non ha timore di scoprire i muscoli. Il nuovo sistema di illuminazione degli ambienti garantisce scorci suggestivi e ambienti piacevoli da esplorare, mentre il comparto tecnico cerca di restare ancorato (quasi sempre) a 720p e 30 fps. Complessivamente si tratta di un porting che va non solo promosso, ma anche leggermente incoraggiato. Tiratina d'orecchie, invece, per l'assenza di Warhead.

PRO

  • Porting valido
  • Nuovo sistema di illuminazione
  • Introduce il supporto a giroscopio e sensori di movimento

CONTRO

  • Manca l'espansione Warhead
  • Sporadici crash
  • Il framerate di tanto in tanto mostra qualche cedimento