Senua's Saga: Hellblade 2, l'anteprima dell'ambientazione 137

Grande assente durante l'evento dedicato ai giochi first party per Xbox Series X, Senua's Saga: Hellblade 2 ha un'ambientazione ufficiale, l'Islande: scopriamola.

ANTEPRIMA di Tommaso Pugliese   —   25/07/2020

Indice

Senua's Saga: Hellblade 2 è stato senza alcun dubbio il grande assente dell'evento dedicato ai giochi first party in arrivo su Xbox Series X. Tutti si aspettavano di vedere il nuovo titolo di Ninja Theory in azione, fosse anche solo con un trailer, e invece sono rimasti profondamente delusi.

L'unica concessione che il team di sviluppo ha fatto agli utenti è stato pubblicare un video diario in cui si parla dell'ambientazione del gioco, l'Islanda. Partendo dall'affascinante esperienza con con Hellblade: Senua's Sacrifice e analizzando nuovamente il trailer d'esordio del secondo capitolo, cerchiamo dunque di unire i puntini e di capire dove ci porterà questo nuovo viaggio nella mente di Senua.

Senuas Saga Hellblade 2 2

Le origini

Pubblicato nel 2017 su PC e PlayStation 4, per poi approdare successivamente anche su Xbox One e Nintendo Switch, Hellblade: Senua's Sacrifice si è posto fin da subito come un progetto originale e interessante, a partire dal suo sviluppo. Dopo aver realizzato giochi come Heavenly Sword, Enslaved: Odyssey to the West e DmC Devil May Cry, lo studio inglese ha infatti deciso di diventare indipendente e di adottare un approccio diverso alla creazione di videogame, in contrapposizione con un mercato dai costi produttivi ormai spropositati.

Forte di un'innovativa tecnologia nell'ambito del motion capture in tempo reale, il team ha avuto la felice intuizione di provare a raccontare una storia in cui vengono affrontate in maniera convincente tematiche come le malattie mentali e la psicosi, riuscendo a ottenere in tal modo un importante finanziamento da parte del Wellcome Trust. Per il resto delle spese, Tameem Antoniades e i suoi collaboratori si sono affidati all'inventiva e alla fantasia, acquistando attrezzature a buon mercato e avendo la fortuna di ritrovarsi un talento naturale come quello di Melina Juergens.

Senua's Saga: Hellblade 2, l'anteprima dell'ambientazione

Fotografa freelance e video editor già al lavoro per Ninja Theory, Melina non si era mai cimentata prima con la recitazione, dunque quando le hanno chiesto di fare un test per portare sullo schermo la protagonista del gioco, Senua, è rimasta molto sorpresa. La cosa tuttavia ha funzionato decisamente bene, ed è così che la guerriera celtica ha preso vita, in tutte le varie sfaccettature della sua imprevedibile personalità.

Il resto dell'esperienza di Hellblade: Senua's Sacrifice è frutto della bravura degli artisti del team, che hanno saputo caratterizzare in maniera straordinaria i personaggi e le ambientazioni del gioco mettendoli al servizio di una narrazione efficace e coinvolgente, portata avanti anche a dispetto dello spessore che ci saremmo aspettati di trovare in relazione a elementi come il sistema di combattimento e gli enigmi.

Il ritorno

L'acquisizione di Ninja Theory da parte di Microsoft è stata ufficializzata durante l'E3 2018, e nel dicembre dell'anno successivo, nel corso dei Game Awards 2019, lo studio ha annunciato Senua's Saga: Hellblade 2 con uno spettacolare trailer catturato in tempo reale. Non è dato sapere a che punto fosse lo sviluppo del gioco in quelle fasi preliminari, né se sia sempre stato mosso dall'Unreal Engine 5, ma è chiaro che le aspettative attorno al progetto sono molto alte.

Parliamo infatti di un action adventure con una forte componente narrativa, che punterà anche in questo caso su di una rappresentazione realistica delle malattie mentali al fine di mettere tale elemento al servizio della storia. Come continuerà la saga di Senua? Molto probabilmente le maggiori risorse consentiranno ad Antoniades e ai suoi collaboratori di approfondire quegli aspetti che nel primo capitolo ci sono sembrati meno rifiniti, dunque combattimenti e puzzle, sperimentando magari nuove soluzioni per entrambe queste meccaniche.

L'ambientazione

Veniamo quindi al tanto discusso video diario che Ninja Theory ha preparato in occasione dell'Xbox Games Showcase, dopo aver rivelato che l'ambientazione di Senua's Saga: Hellblade 2 sarà l'Islanda. Nel filmato, Tameem Antoniades spiega che dopo aver completato lo sviluppo di Hellblade: Senua's Sacrifice sentiva di doversi prendere una pausa e ne ha approfittato appunto per visitare l'Islanda, rimanendo incantato dalla straordinaria bellezza di questo luogo al punto da immaginare per la prima volta un sequel di Hellblade ambientato proprio lì, fra quelle terre selvagge.

Antoniades è tornato sull'isola successivamente, insieme ad alcuni membri del team, per capire se tale scenario potesse davvero fungere da sfondo alle avventure di Senua e individuando un totale di quaranta location che avrebbero costituito le tappe per un nuovo viaggio della guerriera. Una terza visita è stata effettuata con l'intero studio e i suoi tecnici, la stessa Melina Juergens, una squadra dedicata alle scansioni dell'ambiente per la creazione di asset e finanche la band musicale che si occupa della colonna sonora.

L'obiettivo di quest'ultimo tour era dunque quello di porre le basi narrative, concettuali e tecniche per il nuovo capitolo della serie, nel tentativo di catturare l'essenza della parte più selvaggia dell'Islanda, le sue atmosfere, i suoi colori, i suoi suoni e proiettare il tutto in una versione credibile dell'isola durante il nono secolo. Cosa troveremo là fuori? Senza dubbio panorami suggestivi, ma anche tante insidie concrete o immaginate dalla protagonista.

Senua's Saga: Hellblade 2 sarà un open world "paesaggistico" sulla falsariga di Death Stranding? È possibile, anzi stando alle parole di Antoniades è addirittura probabile: l'autore della serie ha parlato di location che potremo visitare senza interruzioni mentre portiamo avanti il nostro viaggio in Islanda, scoprendo nuovi aspetti di una storia ancora avvolta dal mistero e affrontando i nemici che ci troveremo di fronte, veri o presunti che siano.

In attesa di intraprendere un nuovo, affascinante viaggio in compagnia di Senua e dei suoi demoni sullo sfondo dell'Islanda del nono secolo, abbiamo ripercorso le tappe del progetto targato Ninja Theory e immaginato cosa potrebbe riservarci questo atteso sequel. La base di partenza è molto solida e ispirata, i talenti in campo sono indubbi e le risorse messe a disposizione da Microsoft consentiranno certamente al team di sviluppo di esprimersi al meglio. Ma quando?

CERTEZZE

  • I presupposti per un capolavoro ci sono tutti...

DUBBI

  • ...ma per il momento si va sulla fiducia