Football Manager 2020 Touch: la recensione per Nintendo Switch

La recensione di Football Manager 2020 Touch, versione "ridotta" del famoso manageriale calcistico

RECENSIONE di Rosario Salatiello   —   18/12/2019
7

Se almeno una volta nella vita avete giocato a Football Manager, conoscerete senza dubbio il livello di dipendenza che il gioco targato Sports Interactive è in grado di suscitare. È quindi nostro compito iniziare la recensione di Football Manager 2020 Touch mettendovi in guardia sugli effetti che questo gioco potrebbe avere su di voi: in treno o in autobus, a casa degli zii o al centro commerciale, nulla potrà fermarvi dal giocare una partita e poi un'altra e un'altra ancora, percorrendo la strada verso l'Olimpo del calcio anche quando siete lontani da casa e dal vostro PC. Un sogno che per tutti gli allenatori virtuali è diventato realtà già da qualche anno, cioè da quando Miles Jacobson e la sua truppa hanno deciso di realizzare la versione Touch del manageriale calcistico, arrivata quest'anno oltre che sullo stesso PC (a beneficio di chi vuole provare un'esperienza un po' più rapida rispetto all'edizione completa) anche su tablet e Nintendo Switch. È proprio quest'ultima console quella che abbiamo scelto per occuparci di Football Manager 2020 Touch: ecco le nostre conclusioni dopo una settimana di gioco.

Football Manager 2020 Touch 1

Le novità: come il fratello maggiore

Anche se Football Manager 2020 Touch offre delle dinamiche più accessibili rispetto all'edizione completa, la scelta di Sports Interactive è comunque stata quella di mantenere intatto il cuore del gioco completo, a partire dalle novità introdotte al suo interno. Chi ha letto la recensione di Football Manager 2020 saprà dunque già perfettamente che cosa lo aspetta nella versione Touch, a partire dall'aggiunta della visione societaria come parametro di valutazione da parte della dirigenza. Una volta scelta una squadra non si viene più valutati solo in base ai risultati ottenuti, perché ogni club è dotato di un suo metro di giudizio che può per esempio far pesare di più la composizione di una squadra di giovani o una gestione dei conti al di fuori del rosso. Tali obiettivi variano col passare delle stagioni, rendendo quindi necessaria una pianificazione.

Particolarmente gradita è anche l'aggiunta di un codice etico all'interno dello spogliatoio, grazie al quale stabilire insieme ai giocatori stessi eventuali sanzioni per espulsioni e squalifiche. L'introduzione di questo elemento elimina infatti il modo negativo in cui i giocatori reagivano in passato in caso di multa, facendoci desistere dal prendere decisioni di questo tipo per evitare di creare malumori nello spogliatoio. Da Football Manager 2020 la versione Touch eredita anche il nuovo Centro Sviluppo, dedicato all'evoluzione dei giocatori in prestito, più alcuni elementi legati alla contrattazione coi singoli giocatori.

Così come un anno fa, l'assenza più evidente rispetto alla versione completa è invece rappresentato dalla completa rinuncia alle interviste e alle interazioni coi media, oltre che coi giocatori nei discorsi prima, durante e dopo la partita. Se in Football Manager 2020 avremmo voluto vedere qualcosa di più evoluto rispetto alle solite dinamiche, crediamo che nell'edizione Touch la presenza di risposte multiple svolgerebbe bene il proprio compito. È probabile che Sports Interactive abbia deciso di eliminare questo tipo di meccanica per dare maggior ritmo al gioco, associandolo alla possibilità di simulare totalmente una partita visualizzando quindi il suo risultato in modo immediato senza scendere in campo.

Grafica e prestazioni: compromessi necessari

Nel passaggio di piattaforma da PC a Nintendo Switch è chiaro che gli sviluppatori abbiano dovuto scendere a compromessi con alcuni elementi del gioco, dettati sia dalla potenza ridotta dalla console, sia dalle sue caratteristiche portatili. La prima limitazione si può notare sin dalla creazione della partita, quando ci è permesso scegliere solo tre campionati tra i tanti presenti. Se il vostro passatempo preferito è scovare talenti tra Argentina, Brasile e Messico, tenendo allo stesso tempo un occhio su tutti i campionati europei, nella versione Touch vi ritroverete un po' più limitati nelle scelte.

L'interfaccia è del tutto simile a quella della versione PC del gioco, rispetto alla quale Football Manager 2020 Touch su Nintendo Switch può avvalersi dei controlli aggiuntivi offerti dai due joy-con. In particolare questi ultimi offrono importanti scorciatoie per proseguire nel gioco, limitando così la necessità di simulare il movimento del puntatore del mouse con la levetta del controller azzurro. Il sistema combinato richiede una fase iniziale di allenamento ma funziona abbastanza bene, sicuramente meglio del supporto al touch che a volte risulta un po' meno preciso di quanto ci si aspetterebbe. Colpa forse delle diverse informazioni presenti su quello che è uno schermo di dimensioni piccole come quello di Nintendo Switch.

Anche per il motore grafico vale lo stesso discorso, sebbene sia possibile notare qualche progresso rispetto a un anno fa. In particolare Football Manager 2020 Touch permette ora di assistere alla partita anche con inquadrature diverse, continuando però a soffrire in termini prestazionali. Se da un lato è vero che non sono presenti più i rallentamenti netti riscontrati nella versione 2019, quando c'è un match in corso il gioco ne risente tangibilmente in termini di fluidità. Qualche riserva anche sui caricamenti che vengono effettuati prima di scendere in campo, un po' lenti.

Football Manager 2020 Touch 5

Commento

Versione testata
Nintendo Switch
Digital Delivery
Steam, Nintendo eShop, App Store, Google Play
Prezzo
34,99 €
Multiplayer.it

7.8

Lettori (2)

4.6

Il tuo voto

Le conclusioni della recensione di Football Manager 2020 Touch sono simili a quelle della versione completa del manageriale, quest'anno piuttosto conservativa sul fronte delle novità. La marcia in più offerta da questo titolo consiste indubbiamente nel suo essere fruibile tra una fermata dell'autobus e l'altra, senza avere quindi l'obbligo di stare davanti al PC per portare avanti una carriera da allenatore. Con tutto il tempo che è necessario dedicare alla versione completa del gioco, non è poco. Se il calcio è il vostro pane quotidiano e Nintendo Switch il vostro compagno di viaggio, con Football Manager 2020 Touch il divertimento non vi mancherà.

PRO

  • Tutte le novità della versione completa
  • Più semplice e immediato
  • Come sempre: dà dipendenza
CONTRO
  • Interazioni con media e squadra ancora assenti
  • Perdita di fluidità durante le partite
  • Caricamenti un po' pesanti