KFA2 GeForce RTX 2060 Super (1-Click-OC) V2, la recensione

La recensione del modello più economico delle KFA2 GeForce RTX 2060 Super in una nuova versione con ventole trasparenti e illuminate.

RECENSIONE di Mattia Armani —   11/08/2020
18

Indice

Torniamo a parlare dell'arrivo di GALAX in Europa con la recensione della KFA2 GeForce RTX 2060 Super (1-Click-OC) V2, una versione meno spinta della scheda che abbiamo messo alla prova qualche settimana fa. Link. Ma le frequenze più contenute si traducono in consumi inferiori, un prezzo inferiore, uno spessore ridotto e un solo connettore ausiliario da 8-pin come per la versione con le ventole nere e come la GeForce RTX 2060 Super reference.

Kfa2 Geforce Rtx 2060 Super 1 Click Oc 1

Estetica, connettività e illuminazione

A differenza della versione EX, la KFA2 GeForce RTX 2060 Super (1-Click-OC) si affida a una colorazione grigia e nera, con rilievi geometrici da veicolo militare futuristico a caratterizzare l'armatura in plastica. Ma non è l'unica differenza tra le due schede. Questo modello infatti risulta più sottile, anche se la copertura è comunque sollevata dal PCB in modo da lasciare che il radiatore possa disperdere l'aria in ogni direzione. Non cambiano invece le due ventole trasparenti da 90 millimetri, anche se in questo caso l'illuminazione è bianca e non RGB, e non cambia la ricerca di una rumorosità contenuta, altra caratteristica di cui tenere conto nella valutazione di una scheda che dovrebbe godere di un prezzo ridotto.

La prima versione, equipaggiata con ventole nere, è in commercio a meno di 400 euro e benché sia possibile un rincaro per l'aggiunta della retroilluminazione bianca, parliamo di modello pressoché identico per frequenze, armatura, backplate sottile ma elegante e connettività che include una porta HDMI, una DisplayPort e un ingresso DVI, utile per sfruttare monitor datati ma ancora funzionali.

Kfa2 Geforce Rtx 2060 Super 1 Click Oc 6

Sotto il guscio troviamo invece 8GB di memoria a 14Gbps e una GPU TU106-410-A1 da 2176 CUDA core, superiore a quella della RTX 2060 liscia e più vicina a quella della RTX 2070 grazie al passaggio da 1920 a 2176 CUDA core. Aumentano inoltre anche gli RT core, ovvero quelli dedicati all'accelerazione del ray tracing, che passano da 30 a 34, mentre i tensor core, motore hardware del DLSS, passano da 240 a 272. Aumentano tra l'altro anche le ROP che passano da 48 a 64, gli stessi della GeForce RTX 2070 che si ritrova tallonata molto da vicino da questa GPU intergenerazionale che inevitabilmente consuma anche qualcosa in più della RTX 2060, arrivando a 175W. Ma l'incremento nei consumi corrisponde un aumento delle frequenze che in questo modello fanno anche un piccolo passo in più, con il one-click-OC, attivabile rapidamente grazie al software Xtreme Tuner Plus, arrivando a 1485MHz di base e 1680MHz in boost, contro i 1470MHz e i 1650MHz contro i 1470 della reference. Ma questi valori, lo sappiamo, vengono superati puntualmente grazie al software che spinge le schede NVIDIA al massimo delle capacità hardware, senza sforare consumi e temperature. Ed è una dinamica che nel caso della KFA 2 GeForce RTX 2060 SUPER 1-Click-OC ci mette di fronte a una scheda in grado di lavorare a circa 1800MHz senza overclock e senza che il raffreddamento risulti rumoroso. D'altronde si tratta di uno dei punti di forza di questa serie che include anche la modalità zero decibel, tenendo del tutto ferme le ventole al di sotto di una determinata temperatura.

Kfa2 Geforce Rtx 2060 Super 1 Click Oc 2

Prestazioni, overclock e temperature

Come dicevamo, la scheda lavora a circa 1800MHz risultando piuttosto silenziosa mentre, su una configurazione composta da Ryzen 7 3700X con 16GB di memoria Corsair Vengeance RGB PRO a 3200MHz e ASUS TUF Gaming, spinge Mechwarrior 5 a 79fps in 1080 e 61 in 1440p, RAGE 2 a 115fps in 1080p e 72 in 1440p, Metro Exodus a 73fps in 1080p e 57fps in 1440p, Shadow of the Tomb Raider a 92fps in 1080p e 70fps in 1440p e The Witcher 3 a a 108fps in 1080p e 74fps in 1440p, girando intorno ai 70 gradi di temperatura. Si rivela quindi piuttosto fresca, nonostante i 27 gradi di temperatura ambientale, pur offrendo prestazioni di appena 3 punti percentuali inferiori alla versione EX.

Da non dimenticare poi l'upscaling DLSS 2.0 che in Mechwarrior 5 garantisce un guadagno marginale in 1080p, ma accelera in 1440p, portando la conta dei frame per secondo da 61 a 79, e ruggisce in 4K, consentendo di giocare a 56fps con una scheda che nella già disponibile versione con le ventole nere, meno appariscente e presumibilmente leggermente meno costosa, costa 400 euro. Certo, i titoli che godono del DLSS 2.0 sono una manciata, ma il supporto è in crescita e la lista include calibri come Control, Wolfenstein Youngblood e l'eccellente conversione PC di Death Stranding senza contare, in ottica futura, l'attesissimo Cyberpunk 2077.

Kfa2 Geforce Rtx 2060 Super 1 Click Oc Benchmark

Tra l'altro il DLSS, anche se in questo caso limitato alla prima e ancora acerba versione, permette di giocare a Metro Exodus a 59fps in 1080p, garantendo ombre decisamente più realistiche e suggestive che migliorano la resa degli strepitosi modelli dei personaggi e di alcune strutture. Inoltre, come ciliegina sulla torta, c'è la modalità 1-click-OC che permette di toccare i 60fps anche con il pesante sparatutto in prima persona di 4A Games e senza bisogno di perdere tempo dietro a procedure complicate. Per attivarla basta infatti un click, come promesso, all'interno del software dedicato che lavorando con i driver NVIDIA spinge la scheda fino a 1860MHz, mantenendoli quasi costantemente. Abbastanza per arrivare a 111fps in The Witcher 3, ovviamente in 1080p, con un guadagno di quasi tre punti percentuali. In questo caso però la temperatura sale, lentamente ma costantemente, fino a quando, superati gli 80 gradi, le prestazioni iniziano a calare. Ma alzando la velocità delle ventole all'80% la temperatura torna a quota 70 gradi, oscillando al massimo fino a 75 gradi, e permette di giocare giocare senza problemi e, va detto, anche senza cuffie. La rumorosità, sia chiaro, aumenta sensibilmente, ma come nel caso di altri modelli di fascia simile ben costruiti resta contenuta, a conferma della bontà del raffreddamento di questa serie.

Multiplayer.it

8.6

La KFA2 GeForce RTX 2060 Super (1-Click-OC) V2 conferma quanto visto con il modello più spinto, mettendo in campo una dissipazione silenziosa, prestazioni discrete e un'estetica niente male per un modello che risulta economico, con un prezzo di 400 euro per la prima versione con le ventole nere, che dovrebbe risultare simile anche per questo modello.

PRO

  • Prestazioni buone e raffreddamento silenzioso
  • Le ventole RGB si fanno notare
  • Il DLSS 2.0 ha dato alle RTX una marcia in più rendendo possibile il gaming in 4K su una scheda di fascia media

CONTRO

  • Le GeForce RTX 3000 sono sempre più vicine
  • Ci sono GPU più convenienti in termini di rapporto tra prezzo e potenza bruta