Legion Phone Duel 2, la recensione: il più estremo dei gaming phone

Un design e scelte radicali per il più estremo dei gaming phone: la nostra recensione del Legion Phone Duel 2

RECENSIONE di Umberto Moioli   —   21/04/2021
10

Da oramai qualche anno su queste pagine sono comparsi numerosi modelli di gaming phone. Un trend destinato a durare, assumendo un gran numero di declinazioni diverse: alcuni produttori cercheranno via via di aggiungere sempre più funzioni gaming a dispositivi classici, declinando la loro offerta anche al pubblico dei giocatori; altri creeranno prodotti pensati per un'utenza verticale, spingendo sull'acceleratore per ottenere la maggior penetrazione possibile all'interno della crescente nicchia di chi con lo smartphone vuole soprattutto divertirsi con gli ultimi videogiochi.

Il Legion Phone Duel 2 rientra certamente in questa seconda categoria, si tratta di un prodotto molto particolare, che ruota tutto attorno al gaming e all'utilizzo del dispositivo in orizzontale. Gli ingegneri di Lenovo non hanno scelto le mezze misure e si sono prodigati in un lavoro di rifinitura ed evoluzione del primo modello. Non è certamente uno smartphone che incontrerà i gusti di tutti, però non c'è dubbio che chi è in cerca di qualcosa di radicale, avrà pane per i suoi denti. Vediamo quali sono le sue caratteristiche principali nella recensione del Legion Phone Duel 2 mentre per tutti i dettagli relativi alla disponibilità vi rimandiamo all'articolo dedicato.

Audio, video e un paio di ventole extra

20210421 103716

L'idea di parlare ai giocatori, in particolare a coloro che fanno degli esport e dello streaming il loro pane quotidiano, non si declina unicamente in una serie di specifiche tecniche di alto livello. Tolto dalla scatola il Legion Phone Duel 2 impiega pochi istanti per mostrare la sua vera natura: 259 grammi sono tanti, è inutile girarci attorno, ma il peso è dovuto innanzitutto alle dimensioni molto generose del telefono. 176mm x 78.5mm x 9.9mm / 12.56mm necessari per ospitare l'ampio schermo da 6.92" con aspect ratio di 20.5:9 e risoluzione di 2460 x 1080. C'è ovviamente spazio per il doppio speaker stereo ma soprattutto, girandolo, si nota immediatamente l'integrazione nella scocca del sistema di raffreddamento attivo caratterizzato da due ventole e capace di incanalare l'aria nella camera di vapore sottostante. Dei sensori rilevano costantemente la temperatura e, quando si alza oltre una determinata soglia, attivano le ventole. Si tratta di un sistema molto più compatto e meno rumoroso rispetto a quelli a cui siamo abituati, però è chiaro che larga parte del pubblico avrà difficoltà ad apprezzare l'utilità di avere questo tipo di soluzione. D'altra parte la combinazione di questa architettura con il posizionamento al centro del system on chip, garantisce da una parte di avere un dispositivo sempre fresco, dall'altro prestazioni al massimo senza alcun tentennamento.

20210421 103743

Il pannello scelto ha una buonissima qualità dell'immagine sia in casa che all'esterno grazie alla luminosità massima di 1300 nits, al supporto al DC dimming e spazio colore DCI-P3 al 111%, con una resa precisa dei colori sia quando si gioca che quando si guarda un contenuto video come serie e film. Il Legion Phone Duel 2 è, insomma, un eccellente telefono per tutti i contenuti multimediali. I 144Hz di refresh rate, invece, sono oramai lo standard per questa tipologia di prodotti e garantiscono il massimo supporto anche a tutti quei giochi che si spingono fino a quel livello. Il touch sampling rate a 720Hz, d'altra parte, garantisce una risposta immediata agli input touch. Lo schermo, unito alla coppia di speaker stereo con certificazione Dolby Atmos, garantisce un'ottima esperienza, ma sono altre le peculiarità su cui Lenovo ha puntato per distinguere il Legion Phone Duel 2 dal resto del mercato.

I tasti dorsali sono diventati quattro, due per lato, e sono più sensibili che in passato, così da offrire una maggior precisione. Accanto alla ventola, inoltre, sono stati posti altri due sensori capacitivi che risultano molto comodi da sfiorare con anulare e medio mentre si tiene il Legion Phone Duel 2 in posizione orizzontale. Tutti programmabili, ovviamente, così come lo sono i pulsanti virtuali extra che si possono impostare sullo schermo. Uno schema di controllo piuttosto articolato ma molto completo, capace di dare grosse soddisfazioni a chi avrà la pazienza di customizzarlo a dovere. I due motori per il feedback aptico danno infine la sensazione che, pian pianino, anche con gli smartphone ci si sta avvicinando sempre più ai controller moderni.

20210421 111200

L'altra particolarità risiede nella telecamera frontale da 44 megapixel con meccanismo pop up, posta sul lato lungo del telefono, al centro. La qualità dell'immagine è molto buona, soprattutto grazie a un'ottima gestione della profondità di campo, e chiaramente è stata pensata per dare il meglio come telecamera per fare gli streaming o registrarsi / comunicare mentre si gioca. Il comparto fotografico posteriore conta un sensore principale da 64 MP e uno grandangolare da 16 MP. Come molto spesso in questi dispositivi, è chiaro che le foto scattate soprattutto in notturna non sono paragonabili a quelle dei principali top di gamma di Apple, Samsung e il resto del mercato "classico", ma si tratta comunque di un buon compromesso per contenere i costi e permettersi feature dedicate.

Uno sguardo all’interno

La scelta di Lenovo per il Legion Phone Duel 2 è ricaduta, non a sorpresa, sullo Snapdragon 888, piattaforma che oramai abbiamo avuto modo di provare in più di un'occasione e che combina la CPU Kyro 680 con la GPU Qualcomm Adreno 660. Come già sottolineato in passato, il prodotto di Qualcomm è un'eccellente soluzione tanto per giocare, quanto per la produttività quotidiana. In questo caso il system on chip viene combinato con 12 / 16 GB di ram LPDDR5 e da 128 GB a 512 GB di memoria UFS 3.1, in base alla configurazione scelta. Il supporto al 5G, al Wi-Fi 6 e al Bluetooth 5.2 offrono il massimo della connettività.

Screenshot 2021 04 21 11 02 38 0336489853

La batteria da 5'500 mAh è divisa in due, come in passato, con ciascuno dei moduli posto a lato e lo Snapdragon 888 al centro: oltre a migliorare la dissipazione del colore, questa soluzione permette soluzioni di ricarica intelligenti e più rapide. In particolare sfruttando entrambe le porte USB - C e il caricatore a 90W (che non è incluso nella confezione, dove si trova quello da 65W) si può ricaricare il Legion Phone Duel 2 in circa 30 minuti. Tra l'altro attraverso il software si possono personalizzare le modalità di ricarica così da averlo carico nei tempi e con la carica desiderata.

Abbiamo provato diversi giochi nei giorni scorsi, da Call of Duty Mobile a Mortal Kombat, da League of Legends: Wild Rift fino a Genshin Impact. In tutti i casi confermiamo le impressioni del passato sulla piattaforma Qualcomm, ovvero che garantisce ottime performance, ma anche la bontà del lavoro fatto sui singoli aspetti del Legion Phone Duel 2. Le opzioni legate ai controlli sono numerose e non è detto che servano tutte in ogni situazione, ma quel livello di customizzazione fa di sicuro piacere. Mentre il telefono si è comportato in maniera adeguata, senza riscaldarsi e perdere in performance, durante tutte le sessioni di gioco, anche se lunghe un paio d'ore.

Screenshot 2021 04 21 11 06 44 1491139242

Il software a supporto della propria softeca di giochi è completo e aiuta a migliorare l'esperienza in game sia prima che durante le partite. Le impostazioni del telefono, dai dati alle notifiche, dai controlli fino all'illuminazione posteriore, hanno un livello di custimizzazione elevato mentre il menu richiamabile mentre si gioca dà ulteriori opportunità, come registrare una clip o andare live. Permangono alcuni bug lato software e una manciata di problemi di localizzazione, ma le recenti patch hanno sistemato il grosso dei problemi e confidiamo che già nel breve periodo i problemi in sospeso vengono completamente rimossi.

Commento

Prezzo
799 € / 999 €
Multiplayer.it

8.6

Il Legion Phone Duel 2 si è dimostrato un prodotto radicale e pensato unicamente per chi vuole un telefono con cui innanzitutto giocare, esattamente come ce lo saremmo aspettati. Tutte le scelte di design sono state fatte per venire incontro alle esigenze dei giocatori, basti pensare al sistema di raffreddamento integrato oppure alla posizione della fotocamera frontale. Audio, video, controlli e dotazione hardware sono al eccellenti, peccato solo per alcune sbavature che permangono lato software. Il prezzo, tra i 799 e i 999 euro in base alla versione, è sicuramente competitivo considerata la dotazione.

PRO

  • Ottima esperienza audio / video
  • Sistema di controllo molto completo
  • Dotazione hardware eccellente
CONTRO
  • Il software potrebbe essere ulteriormente rifinito
  • Se giocate una partita ogni tanto, non è il telefono che fa per voi