LucidSound LS50X, la recensione delle cuffie gaming dual wireless perfette per le console Xbox

La nostra recensione delle cuffie da gaming LucidSound LS50X, create appositamente per le console Microsoft Xbox con un duplice collegamento wireless.

RECENSIONE di Peter Vogric   —   12/08/2022
2

Non è la prima volta che trovate sulle nostre pagine una recensione dedicata ad un prodotto LucidSound. Questa volta abbiamo avuto modo di provare le cuffie wireless LS50X, un prodotto pensato appositamente per le console Xbox, sia di vecchia che di nuova generazione. Le cuffie offrono un duplice collegamento senza fili, grazie alla presenza di un modulo wireless da 2,4 GHz unito ad un modem Bluetooth. Questa funzionalità, insieme ad un solido comparto audio, sono indubbiamente i punti forti delle cuffie LucidSound LS50X.

Incuriositi da questo prodotto che si posiziona nella fascia alta con il suo prezzo che sfiora i 200 euro, abbiamo deciso di sottoporlo al nostro tradizionale test, in modo da capire il suo vero potenziale. In un mercato molto competitivo come quello degli headset, non è facile emergere con le giuste qualità, senza puntare a prosciugare i portafogli degli acquirenti. Sarà riuscita LucidSound a offrire un buon prodotto in termini di rapporto qualità/prezzo così da soddisfare i possessori delle console Xbox? In seguito a diverse ore d'utilizzo abbiamo capito bene qual è la loro qualità e a chi si rivolgono e siamo dunque pronti a raccontarvi come ci siamo trovati con le LucidSound LS50X nella nostra recensione dedicata.

Specifiche tecniche

Cuffie LucidSound LS50X con la confezione
Cuffie LucidSound LS50X con la confezione

Come di consueto andremo per prima cosa a sviscerare le specifiche tecniche delle cuffie da gaming LucidSound LS50X. Come prodotto ricadono nella categoria delle cuffie wireless over-ear, con un collegamento simultaneo da 2,4 GHz per le console Xbox assieme al classico Bluetooth. Quest'ultimo utilizza lo standard della versione 4.2, quindi piuttosto datato e privo delle nuove aggiunte presenti nella versione 5 o successive. Non manca nemmeno il tradizionale collegamento jack da 3,5 millimetri, per renderle compatibili anche con le console non ufficialmente supportate. Le LucidSound LS50X sono infatti pensate e certificate da Microsoft per i sistemi Xbox e PC Windows. Sotto la scocca dei padiglioni nascondono dei driver da 50 millimetri al neodimio, in grado di raggiungere una risposta in frequenza piuttosto classica dai 20 Hz fino a 20 kHz.

Nella confezione è presente un cavo jack da 3,5 millimetri con il quale abbiamo potuto collegare le cuffie anche al Dualsense di PlayStation 5 e a Nintendo Switch senza alcuna difficoltà. Allo stesso tempo LucidSound fornisce una chiavetta USB per l'accoppiamento con le console Xbox ed un cavo USB-C per la ricarica del dispositivo. Peccato che non si possa usare il collegamento USB-C per la riproduzione dell'audio, in quanto avrebbe permesso ad esempio ad un utente PC che si trova vicino alla propria macchina da gioco, di poter usare l'headset direttamente mentre si sta ricaricando.

Parte esterna del padiglione delle LucidSound LS50X
Parte esterna del padiglione delle LucidSound LS50X

Sono presenti anche due microfoni, uno integrato di qualità inferiore e uno sull'apposita asta rimovibile con feedback audio attivo in cuffia per sentire la voce in tempo reale. Essendo delle cuffie wireless è importante citare anche la loro autonomia che raggiunge comodamente le 20 ore di utilizzo, anche utilizzando il duplice collegamento Bluetooth e 2,4 GHz. Per raggiungere questo risultato è stata implementata una batteria di dimensioni piuttosto generose, visto che il peso complessivo dell'headset raggiunge i 406 grammi, che non sono affatto pochi.

Scheda tecnica

  • Tipologia: cuffie over-ear
  • Driver: 50 millimetri al neodimio
  • Risposta in frequenza: 20 Hz - 20 kHz
  • Connettività:
    • Wireless 2,4 GHz
    • Bluetooth 4.2
    • Jack 3,5 millimetri
  • Compatibilità:
    • Xbox One
    • Xbox Series X|S
    • PC
    • Dispositivi Bluetooth
  • Microfoni:
    • Asta con microfono
    • Microfono interno
  • Peso: 406 grammi
  • Autonomia: 22 ore
  • Prezzo: 199€

Design

La custodia delle LucidSound LS50X inclusa nella confezione
La custodia delle LucidSound LS50X inclusa nella confezione

Aprendo la confezione non ci siamo trovati immediatamente di fronte al prodotto di LucidSound. Le cuffie LS50X, insieme a tutti i cavi e gli accessori, sono riposte in un'apposita custodia rigida, rivestita da un materiale sintetico piacevole al tatto. Sicuramente un'aggiunta interessante, soprattutto per chi desidera trasportare le cuffie all'esterno, senza rischiare di rovinare il loro design. Parlando proprio di quest'ultimo, la prima cosa che ha catturato la nostra attenzione sono state le cuciture chiare presenti sulla parte inferiore dell'archetto e sui cuscinetti dei padiglioni. Una scelta sicuramente particolare, seppur non troppo vistosa, che regala a queste cuffie uno stile leggermente retrò, avvicinandosi ad esempio ai popolari prodotti Marshall. Anche il resto del design infatti si mantiene su delle linee e colori piuttosto sobri. Le scritte ed il logo di LucidSound sono ben visibili, senza però diventare un elemento di disturbo.

I materiali scelti in fase di progettazione sono realizzati in plastica, mentre la struttura portante delle cuffie, che parte dall'archetto per raggiungere il supporto dei padiglioni, è realizzata in alluminio piuttosto rigido. Le cuffie LS50X non offrono un elevato grado di mobilità e stringono parecchio sulla testa. Se da una parte questa caratteristica rappresenta un vantaggio, perché le cuffie non si muovono di un centimetro durante l'utilizzo, dall'altra potrebbe dare fastidio a chi ha un cranio con delle dimensioni generose per l'eccessiva pressione esercitata dai padiglioni. A peggiorare la situazione dobbiamo assolutamente citare anche il peso di queste LS50X, perché con i loro 406 grammi non sono affatto leggere. LucidSound ha fatto un buon lavoro per cercare di far passare in secondo piano questo fattore puntando su una buona indossabilità, ma ci è riuscita solamente in parte. Insomma, non ci si dimenticherà così facilmente di indossare queste cuffie.

Archetto con cuciture chiare delle LucidSound LS50X
Archetto con cuciture chiare delle LucidSound LS50X

I cuscinetti sono rivestiti in pelle, mentre la superficie che entra in contatto con il cranio è realizzata in un materiale sintetico traspirante. All'interno LucidSound ha posizionato un gel in grado di dissipare al meglio il calore per evitare la sudorazione nei mesi più caldi dell'anno. Pur avendo sulla carta tutte le caratteristiche per essere dei buoni cuscinetti, non ci hanno convinto del tutto per il foro centrale che potrebbe non coprire i lobi più grandi ed in generale per la rigidità. Seppure esternamente sembrano molto spessi, in realtà all'interno sono rigidi e non permettono al materiale di adattarsi bene alle curvature del cranio.

Cuffie LucidSound LS50X indossate
Cuffie LucidSound LS50X indossate

Sul padiglione destro è presente un ingresso jack da 3,5 millimetri, una porta USB-C per la ricarica del dispositivo, l'ingresso per l'asta del microfono ed il tasto di accensione e spegnimento. Ci sono inoltre due LED di notifica che indicano lo stato dei collegamenti wireless oltre che l'autonomia residua. Sul padiglione destro invece troviamo un unico tasto per scegliere le diverse equalizzazioni predefinite e avviare l'accoppiamento Bluetooth. I comandi per la gestione della riproduzione Bluetooth, dell'attivazione del microfono, del bilanciamento dei volumi in chat e dei volumi generali sono stati implementati nella superficie piana esterna dei padiglioni. Essi risultano veramente poco intuitivi all'inizio e, nel caso della rotella del volume, anche poco precisi. Con il tempo ci si abitua ad utilizzarli, ma avremmo preferito di gran lunga avere una classica rotella del volume con un buon grip meccanico, accompagnata da una serie di tasti per il controllo della riproduzione delle due sorgenti audio. Fortunatamente LucidSound ha introdotto un feedback vocale che ci segnala ad esempio l'avvio dell'accoppiamento Bluetooth, lo stato della batteria o l'attivazione della modalità standby.

Esperienza d'uso

Tasti e porte posizionati sul padiglione delle LucidSound LS50X
Tasti e porte posizionati sul padiglione delle LucidSound LS50X

La prima cosa che vogliamo menzionare in merito all'esperienza vissuta con le LucidSound LS50X è la loro semplicità d'uso. L'accoppiamento con le console Microsoft avviene con una rapidità veramente disarmante. Basta infatti inserire la chiavetta USB inclusa nella confezione in una delle porte presenti sulla console per poterci immergere immediatamente nelle nostre sessioni di gioco. Il collegamento Bluetooth, pur richiedendo qualche passaggio in più, rimane altrettanto semplice ed intuitivo. Una volta abbinate le due fonti audio, possiamo effettivamente riprodurre contemporaneamente due contenuti sonori nello stesso paio di cuffie. Questa funzionalità è indubbiamente molto interessante per chi vuole ad esempio giocare ed ascoltare contemporaneamente la propria musica. Allo stesso modo, il duplice collegamento audio può essere utile a chi vuole rispondere rapidamente ad una chiamata mentre sta riproducendo un film sulla console Xbox, oppure per usare Discord in una sessione di gioco cross-play. Manca però la possibilità di gestire separatamente i due volumi delle fonti audio, avendo a disposizione sull'headset solamente la regolazione del volume generale, la quale impatta su entrambe le sorgenti.

Come già menzionato nella sezione dedicata al design, anche in seguito alla nostra approfondita prova non abbiamo riscontrato particolari sensazioni positive in termini di indossabilità. L'headset non scalda eccessivamente la superficie attorno alle orecchie, ma il suo peso e lo scarso grado di mobilità si percepiscono, soprattutto nelle sessioni prolungate di utilizzo. Oltre a questo si aggiunge un isolamento passivo appena percettibile, che potrebbe distrarre l'utilizzatore se dovesse utilizzare le cuffie in un ambiente rumoroso, ad esempio con il collegamento Bluetooth all'esterno. Potrebbero essere però una scelta azzeccata per chi ha un cranio delle dimensioni più contenute, in quanto queste cuffie godono di una buona presa e non scivolano con dei movimenti bruschi della testa.

Cuscinetti realizzati con un mix di tessuto sintetico e similpelle delle LucidSound LS50X
Cuscinetti realizzati con un mix di tessuto sintetico e similpelle delle LucidSound LS50X

Veniamo dunque al punto: come suonano queste LucidSound LS50X? I due driver da 50 millimetri sono in grado di riprodurre in maniera fedele tutto il range di frequenze supportate. I toni alti, medi e bassi sono ben bilanciati, anche se abbiamo percepito qualche debolezza sulle basse frequenze che in certe situazioni risultano poco enfatizzate. Con una rapida pressione del tasto dedicato al Bluetooth è possibile cambiare l'equalizzazione scegliendo tra cinque preset: bass boost, modalità cinema, modalità musica, flat EQ e Signature Sound. In questo modo possiamo adattare facilmente l'esperienza d'ascolto, senza dover intervenire manualmente sulle impostazioni audio. Ad esempio nei giochi FPS abbiamo attivato l'equalizzazione bass boost, che ci ha permesso di sentire meglio i passi dei nemici e le esplosioni provocate da altri giocatori nell'edificio accanto. I volumi vengono gestiti bene, permettendo all'utente di spingere parecchio con la potenza, senza mai distorcere il suono. La qualità complessiva è quindi buona, ma ci saremmo aspettati qualcosa di più da un headset in questa fascia di prezzo.

Abbiamo provato le LS50X nella riproduzione dei brani musicali tramite l'accoppiamento Bluetooth con il nostro smartphone. Le cuffie si difendono bene anche in questo caso, però ci è mancata ancora una volta la spinta sui toni bassi. Ad esempio la grancassa della batteria nei brani rock, oppure i bassi di una base rap non soddisfano appieno l'ascoltatore.

Microfono rimovibile delle LucidSound LS50X
Microfono rimovibile delle LucidSound LS50X

Discorso molto simile per quanto riguarda i film e le serie TV, dove sicuramente l'headset di LucidSound migliora l'esperienza rispetto agli speaker di un TV o di un dispositivo mobile. I dettagli sonori si distinguono senza troppe difficoltà ed in generale le cuffie regalano un buon senso d'immersione nelle nostre pellicole e show televisivi preferiti. Non aspettatevi però una resa sonora alla pari delle cuffie con audio virtuale a 7.1 canali, magari con il supporto anche di Dolby Atmos, dove la direzionalità dei suoni è di tutt'altro livello.

Infine vogliamo parlarvi dei due microfoni presenti nelle LucidSound LS50X. Quello integrato ve lo sconsigliamo per un utilizzo prolungato della comunicazione vocale, perché il campionamento non garantisce una buona qualità della voce. Può essere usato per rispondere rapidamente ad una chiamata o per inviare un messaggio vocale mentre siamo all'esterno e non vogliamo usare il microfono presente sull'asta rimovibile. Quest'ultimo invece si difende decisamente meglio, grazie ad un campionamento migliorato e la capacità di eliminare alcuni rumori circostanti per dare maggiore enfasi alla nostra voce. Siamo ancora lontani da un prodotto perfetto, infatti seppure la comunicazione vocale con gli amici in chat risulti essere chiara, non consigliamo il suo utilizzo ad esempio per fare delle dirette su Twitch o per la registrazione di contenuti multimediali da caricare su altre piattaforme.

Commento

Prezzo 199 €

Multiplayer.it

7.2

La qualità audio ed i volumi delle LS50X, al netto di qualche debolezza con le frequenze basse, sono sicuramente di alto livello. Da premiare anche la possibilità di collegare due sorgenti audio contemporaneamente, una vera e propria svolta in determinate situazioni. L'autonomia ed il microfono rispecchiano le nostre aspettative per un prodotto di questo tipo, senza però raggiungere i livelli dei prodotti concorrenti. Ci sono però anche alcune criticità tutt'altro che trascurabili. A partire dell'ergonomia del prodotto, che a causa del peso e dello scarso grado di mobilità, non rappresenta certamente il massimo della comodità nelle sessioni prolungate d'utilizzo. E non ci hanno convinto neanche i comandi poco intuitivi posti sui padiglioni. Inoltre, il prezzo di 200€ risulta leggermente troppo elevato per un dispositivo solamente nella media, che non offre nessuna particolare funzionalità avanzata al di fuori del duplice collegamento wireless. Per i possessori di Xbox è un headset da tenere in considerazione, ma tra i prodotti della concorrenza potreste trovare qualche soluzione migliore.

PRO

  • Duplice collegamento wireless 2,4 GHz e Bluetooth
  • Ottima compatibilità e facilità d'uso con i sistemi Xbox
  • Qualità sonora solida
CONTRO
  • Alcune incertezze sui toni bassi
  • Comandi sui padiglioni poco intuitivi
  • Indossabilità da rivedere per colpa di peso ed ergonomia