Octopath Traveler: Champions of the Continent, la recensione del nuovo gacha di Square Enix

Square Enix porta la serie "HD-2D" su mobile con Octopath Traveler: Champions of the Continent ed è ovviamente un RPG gacha, come vediamo nella recensione.

RECENSIONE di Giorgio Melani   —   02/08/2022
37

Il rapporto tra Square Enix e i giochi mobile è stato piuttosto complesso fino a un po' di tempo fa, a partire dai primi costosi e non troppo elaborati porting di vecchi giochi. Ultimamente, però, la casa di Final Fantasy e Dragon Quest sembra aver progressivamente incrementato la sua strategia in questo ambito, abbracciando le ultime tendenze con un certo entusiasmo. Questo non porta necessariamente a titoli apprezzati dall'utenza storica, anzi spesso al contrario, ma, come vediamo in questa recensione di Octopath Traveler: Champions of the Continent, stanno venendo fuori giochi centrati più precisamente sulle dinamiche di fruizione e sui modelli di business mobile, che dimostrano la notevole padronanza raggiunta in quest'ambito.

Purtroppo, questo porta anche a titoli che si allontanano dalla tradizione storica, per un publisher solitamente legato a tipologie di giochi distanti da questi generi, ma in certi casi può venire fuori una via di mezzo convincente. Considerando che anche lo stesso Octopath Traveler era un progetto piuttosto sperimentale, forse questo ha favorito un suo adattamento in questa nuova forma: il suo incentrarsi sull'incontro di diversi personaggi lungo il cammino sembra effettivamente un invito a declinarlo nella forma dell'RPG mobile gacha, anche se quest'ultima caratteristica sembra sempre una sorta di bestemmia, di fronte ai JRPG più tradizionalisti.

Square Enix è riuscita a sfruttare l'idea in modo da creare un gioco ben strutturato e in equilibrio tra le sue origini classicheggianti e le tendenze più moderne del mercato mobile, sfruttando il fascino del mondo già costruito per il capitolo su console e modificandone storia e progressione per calarli nel nuovo contesto. Il risultato è convincente per quanto riguarda diversi aspetti, come la narrazione, l'ambientazione e il sistema di combattimento, ma le storture del sistema gacha free-to-play emergono comunque alla lunga, spingendo verso micro-transazioni anche costose per arrivare ai livelli più avanzati.

Personaggi in cerca di storie

Octopath Traveler: Champions of the Continent, un'immagine del gioco
Octopath Traveler: Champions of the Continent, un'immagine del gioco

Come il capostipite, la storia di Octopath Traveler: Champions of the Continent è incentrata sui suoi personaggi e cambia in base alle scelte che facciamo all'inizio sulle caratteristiche del protagonista. In particolare, la parte iniziale propone tre diverse strade con storie fortemente differenti a seconda dell'obiettivo che impostiamo per il nostro viaggiatore: ricchezza, fama o potere. Ognuno di questi desideri apre una strada differente, portando a esplorare diverse ambientazioni e combattere un particolare antagonista, ma tutte e tre sono caratterizzate da toni alquanto drammatici. Proprio la narrazione rappresenta uno degli elementi caratterizzanti di questo gioco: sebbene non brilli in maniera particolare rispetto ad altre produzioni di stampo ruolistico, la qualità della scrittura è sicuramente superiore alla maggior parte degli RPG mobile con elementi gacha e già questa è una caratteristica distintiva importante.

Il sistema gacha si sposa naturalmente con un gioco fortemente incentrato sui protagonisti e sulla possibilità di espandere il proprio gruppo, con oltre 60 personaggi diversi con cui poter entrare in contatto, alcuni dei quali con un background narrativo tutto da scoprire, in particolare i protagonisti dei vari banner proposti progressivamente.

Octopath Traveler: Champions of the Continent, lo stile HD-2D resta affascinante
Octopath Traveler: Champions of the Continent, lo stile HD-2D resta affascinante

L'evocazione dei personaggi segue le regole standard del genere, con diverse classi di rarità che corrispondono alla potenza massima raggiungibile: le percentuali di drop sono in linea con quelle tipiche della maggior parte dei gacha, ovvero minime per quanto riguarda i combattenti a cinque stelle che possono raggiungere i levelli più alti. È chiaramente un sistema che spinge alle microtransazioni e tecnicamente è un pay to win, anche se l'assenza di qualsiasi elemento multiplayer PvP almeno evita le derive più fastidiose di questo genere di giochi. Resta l'idea che l'applicazione di tale soluzione, oltretutto con acquisti in-app anche molto cari (fino a 100 euro per le valute, 30 euro per 10 pull di evocazioni) sporchi un JRPG puro nato con ben altri intenti, ma si può dire, se non altro, che non si tratta di una delle applicazioni peggiori del gacha.

Gameplay e adattamento mobile

Octopath Traveler: Champions of the Continent, uno screenshot in combattimento
Octopath Traveler: Champions of the Continent, uno screenshot in combattimento

Il tutorial è ovviamente lungo e tedioso anche in questo caso, ma i menù appaiono piuttosto chiari e non troppo carichi di testo o icone incomprensibili, cosa piuttosto rara in questo tipo di esperienze. L'elemento forse più positivo di Octopath Traveler: Champions of the Continent è il sistema di combattimento, che appare tratto di peso dal capitolo su console con alcune variazioni legate soprattutto alla progressione dei personaggi e alla loro gestione, ma rimasto per il resto profondo e tattico come l'originale. Anche qui abbiamo un party di otto combattenti disposti in file parallele di quattro, con i personaggi che possono essere scambiati all'occorrenza e un sistema di "guard break" che spinge a colpire il punto debole dei nemici utilizzando particolari armi o abilità con una certa insistenza, per potersi poi concentrare in attacchi più potenti attraverso il sistema di boost. Considerando anche la quantità di specializzazioni (job) diversi che possono caratterizzare i combattenti e i vari potenziamenti che aprono nuovi slot per le abilità speciali, oltre alla varietà garantita da 8 personaggi sul campo, è facile intuire come gli scontri siano sempre piuttosto stimolanti, tanto è vero che l'autoplay non viene nemmeno preso in considerazione, nonostante la necessità di salire di livello non manchi.

Il sistema di controllo è invece interamente rivisto per il touch screen e si basa su swipe e tocchi dello schermo, visto che anche l'esplorazione - seppure concettualmente libera - è indirizzata su binari ben precisi che richiedono solo di cambiare direzione con rapidi movimenti del dito e non è previsto nemmeno il supporto per i controller.

Sul versante tecnico, Champions of the Continent riprende in maniera convincente lo stile "HD-2D" che tanto successo ha riscontrato con l'originale, ma si nota comunque una semplificazione generale soprattutto nell'uso degli sprite 2D.

Octopath Traveler: Champions of the Continent, uno screenshot
Octopath Traveler: Champions of the Continent, uno screenshot

C'è poi da dire che l'impianto grafico risulta piuttosto dispendioso e in molti casi il gioco effettua un downgrade automatico alle impostazioni più basse per cercare di mantenere le prestazioni (comunque non molto alte), e in tal caso la grafica subisce un notevole calo qualitativo. In ogni caso, il colpo d'occhio resta davvero notevole e l'atmosfera è sempre piacevole e particolare, anche grazie a una colonna sonora davvero di alto profilo. Infine, segnaliamo che i dialoghi (almeno per il momento) sono esclusivamente in giapponese e il testo è tutto in inglese.

Commento

Versione testata Android, iPad 1.0.0
Digital Delivery App Store, Google Play
Prezzo Gratis
Multiplayer.it

7.0

Lettori (2)

7.0

Il tuo voto

Luci e ombre su questo Octopath Traveler: Champions of the Continent, come era facile aspettarsi da uno dei tanti adattamenti in stile mobile RPG gacha da parte di Square Enix. Tuttavia, alla fine gli elementi positivi potrebbero superare i difetti, purché si abbia un po' di pazienza nel livellare e non ci si faccia prendere dal gorgo delle microtransazioni, poiché va sempre ricordato che il meccanismo gacha è studiato per spillare denaro agli utenti e questo gioco si rivela anche piuttosto avido, in questo senso. Se si affronta con il giusto distacco (cosa che non significa necessariamente non spendere nulla, ma magari spendere poco e non regolarmente), questo è un prodotto dotato di un carisma raro da trovare in quest'ambito, con storie, personaggi e ambientazioni ben costruiti e un sistema di combattimento da JRPG vero e proprio, al di là delle varie limitazioni tecniche imposte dal contesto mobile.

PRO

  • Storia, personaggi e ambientazione sono molto affascinanti
  • Sistema di combattimento profondo e tattico come l'originale
  • La grafica 2D-HD è sempre piacevole e le musiche sono ottime
CONTRO
  • Il sistema gacha determina una monetizzazione piuttosto "feroce"
  • Il grinding non manca e i level cap bloccati spingono alle microtransazioni
  • Sistema di controllo un po' limitante